a cura della Redazione - 05 dicembre 2018

I colori della salute

Verdi, ovviamente. Ma anche rosse, gialle, arancioni: guida cromatica alle verdure che ti fanno più forte e più sano.

1 di 4
Il colore del cibo che mangi può aiutarti a vedere lontano. Secondo uno studio pubblicato su Archives of Ophthalmology, mangiare cibi verdi ti aiuterà, negli anni a venire, a non confondere le monete e a non sederti a due centimetri dal televisore. I test eseguiti su 4.519 pensionati hanno dimostrato che un apporto regolare di alimenti verdi come spinaci, cavolo, rape, insalate e piselli riduce significativamente il rischio di AMD, la degenerazione maculare senile che porta alla riduzione della vista.
Basta mezza scatola di fagioli per darti 6.630 antiossidanti, capaci di combattere gli effetti dei radicali liberi sulle cellule e combattere le malattie cardiovascolari, neurologiche e il cancro. Inoltre contengono fibre alimentari, che ti aiutano a ridurre il colesterolo nel sangue.
Quattro strisce di peperone giallo ti regalano 48 mg di vitamina C anti-radicali liberi (molecole che possono danneggiare le cellule e causare il cancro). Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition, il rischio di cardiopatia scende radicalmente se assumi circa 500 mg di vitamina C al giorno.
Le carote sono una delle fonti più ricche di carotenoidi precursori della vitamina A, quindi migliorano la crescita delle ossa e diminuiscono il rischio di cancro al polmone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE