di Max Grassi - 20 giugno 2019

Trials Rising, la follia (e il divertimento) viaggia su due ruote

Chi non ha nostalgia dei vecchi gloriosi titoli che si giocavano con un joystick e due pulsanti? Ecco a voi Trials Rising, un avvincente gioco motociclistico, completamente “fuori di testa”, strutturato come un platform 2D che diverte e dà dipendenza.

1/10

Come in un amore a prima vista, ci sono giochi che ci conquistano dopo pochi minuti e non sappiamo neanche bene perché: semplicemente succede. È quello che mi è capitato con Trials Rising, ultimo esponente di una saga che dal 2000 regala grandi soddisfazioni (ma anche frustrazioni apocalittiche) ai videogiocatori di tutto il globo.

Stiamo parlando di un’avvincente serie motociclistica, completamente “fuori di testa”, strutturata come un platform 2D, sviluppata dai finlandesi di RedLynx e pubblicata dai francesi di Ubisoft che hanno avuto il merito di credere in questa serie.

Ebbene, unendo la classica giocabilità di Trials, la sua azione esagerata, tante nuove funzionalità, una maggiore competizione e una grafica più fresca, Rising è il titolo più grande e ambizioso della serie. Il gameplay è tutto basato sulla fisica e ha nella semplicità di esecuzione il suo fiore all’occhiello.

Chi non ha nostalgia dei vecchi gloriosi titoli che si giocavano con un joystick e due pulsanti? Qui dovremo solamente (si fa per dire…) preoccuparci di accelerare e di frenare la moto e di bilanciare il peso del nostro motociclista.

Tutto qui, eppure il gioco è praticamente una droga che dà dipendenza e da cui sarà difficilissimo staccarsi. La competizione si svolge in tutto il mondo con tracciati divertenti ed elaborati, ambientati in diversi continenti. Che si tratti di trovare la traiettoria perfetta in un cratere fumante del parco di Yellowstone, di fare triple capovolte all’indietro dalla Torre Eiffel di Parigi o destreggiarsi negli enormi strapiombi del Monte Everest in mezzo a bufere di neve, le emozioni sono davvero infinite. E, particolare da non sottovalutare, c’è una alta dose di ironia per cui vi capiterà spesso di ridere di gusto per la fine terribile che il nostro motociclista farà dopo aver felicemente concluso un percorso.

La nuova mappa ha inoltre integrato le funzionalità collegate alla community, mostrando i record personali degli altri giocatori, avvisandoti se un amico ha battuto il tuo record o se è stato condiviso un nuovo tracciato personalizzato. In più Trials Rising aggiunge una nuova ed entusiasmante modalità multigiocatore locale: la Moto Tandem. Due piloti che contribuiscono in eguale maniera alla potenza e all’equilibrio di un’unica moto. Oltre alle versioni per Xbox One, PlayStation 4 e Windows PC, è disponibile anche la versione Nintendo Switch, grazie alla quale potremo divertirci con le nostre acrobazie anche in modalità portatile. Preparatevi a improbabili salti e ostacoli stravaganti e soprattutto a tanto, tanto divertimento!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Ciclismo, la scelta del mezzo e le regole del gruppo

Ciclismo, la scelta del mezzo e le regole del gruppo

15 luglio 2019

Il crunch perfetto

Il crunch perfetto

10 luglio 2019

Nuoto: il "trampolino di lancio" della triplice

Nuoto: il

08 luglio 2019

Forza gambe: gli squat al multipower secondo Clemente Russo

Forza gambe: gli squat al multipower secondo Clemente Russo

05 luglio 2019

La nuova frontiera del fitness

La nuova frontiera del fitness

01 luglio 2019

Workout: 10 trucchi anti-noia

Workout: 10 trucchi anti-noia

30 giugno 2019

Allenamento a tutta birra

Allenamento a tutta birra

27 giugno 2019

Sara Gama: difensore in campo, attaccante nella vita

Sara Gama: difensore in campo, attaccante nella vita

25 giugno 2019

15 step per diventare triatleta: garantisce Daniel Fontana

15 step per diventare triatleta: garantisce Daniel Fontana

24 giugno 2019

Proteine: le 10 verità

Proteine: le 10 verità

23 giugno 2019

SALUTE