di Max Grassi - 07 gennaio 2019

Apnee notturne: il test per capire se ne soffri

In Italia si stima che circa 6 milioni di persone soffrano di apnee notturne. Giocando con ironia sui più noti luoghi comuni legati a un sonno non soddisfacente, Philips lancia la campagna “Non è sempre colpa loro!” che fa luce sui sintomi di questo disturbo. Scopri se ne soffri anche tu con il questo quiz...

1 di 2
Il video ufficiale della campagna “Non è Sempre Colpa Loro!”
Ma se colleghi di lavoro, pranzi indigesti o problemi sentimentali non fossero gli unici responsabili di sonnolenza, irritabilità e scarsa concentrazione?

È quello che sostiene la campagna di comunicazione “Non è sempre colpa loro!” promossa da Philips per sensibilizzare gli italiani su una patologia poco conosciuta ma molto diffusa, soprattutto tra gli uomini: la sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS), più comunemente dette ‘apnee notturne’.

Il video della campagna (qui sopra) mette in discussione con tono leggero e ironico i tanti fattori esterni che spesso ingiustamente vengono ritenuti i principali responsabili del nostro nervosismo o della nostra pigrizia. Può essere, invece, un sonno non soddisfacente, causato dalle apnee notturne, a provocare tanta irritabilità.
“Abbiamo voluto lanciare questa campagna per continuare a sensibilizzare gli italiani sull’OSAS e sui sintomi che non vengono intercettati” dichiara Stefano Folli. “Si stima che in Italia - continua il CEO e Presidente di Philips Italia​ - soffra di apnee notturne il 10% della popolazione, quindi circa 6 milioni di persone, ma che solo 200.000 siano stati diagnosticati e sottoposti a trattamento".

"Una patologia più diffusa tra gli uomini, ma sono le donne a rivestire un ruolo fondamentale nell’individuarla, perché - conclude Folli - sono spesso loro ad accorgersi dei primi campanelli d’allarme: è importante che le donne sappiano a quali fenomeni devono fare attenzione”.

L’OSAS è una patologia già da alcuni anni oggetto di studi e ricerche da parte di Philips, impegnata nella ricerca di soluzioni dedicate alla terapia del sonno per aiutare le persone a dormire meglio.
Per questo motivo, Philips invita a non sottovalutare i sintomi della patologia, caratterizzata da ripetute interruzioni del sonno con episodi di occlusione delle vie aeree superiori, mettendo a disposizione un test online per fornire agli utenti una prima autovalutazione su eventuali situazioni di rischio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE