Settimana nazionale dello Shiatsu, il massaggio che fa bene agli sportivi

Dal 18 al 25 i professionisti del settore organizzano sedute (gratuite) e incontri formativi: una pratica che si sposa con l'attività agonistica

Foto: Getty Images

La settimana nazionale dello Shiatsu, che torna quest’anno dal 18 al 25 settembre, si pone come un appuntamento per parlare e far capire i benefici derivanti da questa pratica.

La settimana è connotata da numerosi eventi organizzati sul territorio nazionale per condividere esperienze e fornire contributi nell’ambito del tema della Settimana che quest’anno è Lo Shiatsu nei percorsi di cura.

I professionisti iscritti al Registro Operatori Shiatsu FISieo (oltre 500 sul territorio nazionale) aderiscono a STUDI APERTI: su prenotazione sarà possibile richiedere un trattamento gratuito con modalità idonee anti-Covid (l’elenco degli operatori si trova su fisieo.it). Non solo STUDI APERTI, ma anche SCUOLE APERTE con presentazione di corsi professionali, amatoriali e workshop, attività promozionali delle scuole accreditate FISieo (circa 40, presenti nel territorio nazionale).

SHIATSU, COS'E'?

Lo Shiatsu (dal giapponese Shi = dito e Atsu = pressione, pressione con le dita) si basa esclusivamente sulla pressione, ben calibrata, mantenuta e costante; una pratica manuale, da effettuarsi in una condizione di calma e di silenzio.

Il trattamento deve essere effettuato senza sforzo muscolare, ma impiegando solo il peso del corpo di chi opera e sempre perpendicolarmente rispetto alla zona o al punto da trattare, con pressioni mantenute costanti e sostenenti. Lo Shiatsu, tuttavia, non è solo una tecnica di pressione, ma una disciplina a sé stante, con una sua teoria autonoma, con una visione specifica dell'essere umano e un suo esclusivo metodo di lavoro.

La pressione viene esercitata con il dito pollice o il palmo della mano, oppure con il gomito o ginocchia quando occorre utilizzare una stimolazione più forte per sbloccare un significativo accumulo di energia. Il trattamento viene effettuato sul ricevente vestito, sdraiato a terra su un futon oppure, in caso di persone anziane o con scarsa mobilità, sul lettino o da seduti.

Non è un trattamento estetico in quanto non si pone l'obiettivo di rimuovere gli inestetismi, come nemmeno è un trattamento fisioterapico; durante un trattamento Shiatsu non si usano creme, oli o altri prodotti similari e nemmeno strumenti di alcun genere. Tra le varie discipline del benessere lo Shiatsu è il rimedio antistress preferito dagli italiani (19% delle preferenze).

"È evidente - spiega Andrea Mascaro Presidente FISieo - che la situazione pandemica che abbiamo vissuto e dalla quale non siamo ancora usciti ha dato risalto alle difficoltà di adattarci a ciò che accade, facendo ancora di più comprendere che una pratica salutogenica come lo Shiatsu possa essere d'aiuto nelle situazioni di disagio per sviluppare le nostre capacità di resistenza e resilienza".

Un professionista dello Shiatsu è in grado, attraverso il suo operato di sostenere processi salutogenici centrati sulla comprensione delle condizioni e dei meccanismi che favoriscono miglioramenti dello stato di salute, indipendentemente dalla presenza nella persona di malattie o meno. Nei percorsi di cura all’interno di strutture sanitarie pubbliche e private, lo Shiatsu ha dimostrato grandi potenzialità nel sostegno delle persone sia nei momenti positivi, quando non c’è malattia, sia nei periodi di difficoltà.

Lo Shiatsu non opera direttamente sui processi patogenici, ma è molto elevata la sua capacità di aiutare e sostenere chi si avvale del trattamento per meglio sfruttare le risorse innate dell’organismo. Proprio partendo da questo presupposto si è deciso di incentrare l’undicesima edizione della Settimana dello Shiatsu, sul suo ruolo nei percorsi di cura.

LO SHIATSU E LO STRESS

In che modo sottoporsi a dei trattamenti Shiatsu riesce ad allentare lo stress? "Secondo la PNEI (psico-neuro-endocrino-immunologia) che rappresenta la lettura scientifica più prossima alle teorie di riferimento dello Shiatsu, che vedono il corpo e la mente come parti non separabili, a fronte di qualsiasi tipo di stress, sia fisico sia psichico, si attiva una reazione sistemica, cioè di tutto l’organismo, e non quindi meramente lineare - spiega Andrea Mascaro -. Le discipline corporee che agiscono in maniera olistica o sistemica (La PNEI e le discipline corporee - di N.Barsotti et al. - EDRA 2018) come appunto lo Shiatsu, hanno il grande pregio di favorire questa reazione e sostenere il processo di continuo adattamento agli stress ambientali".

"Lo Shiatsu, inoltre, ha anche il grande valore di aiutare la persona a ricollegarsi ai propri bisogni e quindi alle proprie reazioni, entrando così in una visione della vita più consapevole ove la salute viene nutrita quotidianamente attraverso comportamenti più coscienti e responsabili, verso se stessi e verso l’ambiente (salutogenesi), pertanto ha anche un valore fortemente preventivo".

Lo stress, come sostiene Hans Selye, considerato il padre della PNEI, è una parte inevitabile del vivere quotidiano, per non esserne sopraffatti è importante disporre uno strumento di ribilanciamento come chiarisce ancora Mascaro: "L’obiettivo dello Shiatsu è quello di riattivare i processi di auto bilanciamento e quindi di auto guarigione delle persone, agendo direttamente su alcune parti del corpo riconosciute come collegate ai vari apparati dell’organismo e alle relative funzioni, oltre che agli aspetti psichici connessi poiché corpo e mente non sono separabili. Lo Shiatsu permette una gestione dello stress che gli impedisce di protrarsi nel tempo e diventare distress, una condizione che genera infiammazione e quindi malattia".

SHIATSU E SPORT, UN CONNUBIO CONSOLIDATO

Lo shiatsu si può combinare con lo sport? Risponde ancora il Presidente FISieo: "Personalmente ho avuto sia esperienza diretta che indiretta, di questo connubio. Sono stato per anni atleta di karate e nel 1999 sono riuscito a diventare vice campione del mondo (WKC) proprio grazie all’integrazione continua con lo Shiatsu, che avevo conosciuto da pochi anni. Ma non solo, quando ormai ero già insegnante oltre che operatore sono stato chiamato a sostenere una squadra di calcio della mia città, che militava nel campionato Eccellenza. Partendo da una zona di media classifica (era gennaio), questa squadra è riuscita ad essere promossa in Serie D".

E le esperienze positive di come combinare sport e Shiatsu sono innumerevoli come racconta ancora Mascaro: "Tantissimi operatori Shiatsu ormai seguono atleti in maniera regolare nel corso della loro vita sportiva, sia agonistica sia amatoriale. I benefici che derivano dalla combinazione di Shiatsu e attività sportiva sono chiaramente collegati a tutto il meccanismo dello stress, psico fisico che ogni atleta subisce, a qualsiasi livello pratichi lo sport e con qualsiasi finalità. Senza stress non c’è crescita (eustress), ma come detto, troppo stress (distress), porta a un rischio di rottura. Lo shiatsu quindi aiuta l’atleta a mantenere il proprio impegno psico-fisico entro un range di salute, liberando così energie, sia fisiche sia mentali, che lo aiutano ad esprimere se stesso al meglio: non tutti possono vincere una gara, ma da ex atleta posso dire che tornare a casa sapendo di aver dato il meglio di se stessi vale come e forse più di una medaglia".

"Lo stesso vale anche per il tennis amatoriale, o per una bella seduta in palestra… in pratica ciò che giova allo spirito, e quindi alla salute, è avere consapevolezza del proprio corpo e del fatto che ha lavorato in maniera ottimale", dice Mascaro.

Viene da chiedersi, a questo punto, quale potrebbe essere la combinazione ideale di allenamenti in palestra e sedute shiatsu per allontanare lo stress? Arriva puntuale la risposta dell’esperto: "Prima di tutto l’obiettivo dovrebbe diventare quello di integrare lo shiatsu nella propria vita, facendolo diventare uno stile di vita, proprio come andare regolarmente in palestra. Questo comportamento consentirebbe di mantenere ben 'allenato' tutto il 'sistema vitale' della persona, che quindi sarebbe in grado di rispondere al meglio alle inevitabili richieste di adattamento che arrivano dall’ambiente e dalla società in genere, quindi non solo nello sport ma anche nella vita sociale".

"Ormai è quasi generalmente assodato che la salute è un’esperienza non solo biologica, bensì bio-psico-sociale. Quando il vento soffierà più forte la nostra struttura sarà più elastica nel reagire. Lo Shiatsu, per finire, è una disciplina corporea pro-salute con esperienza millenaria, ma che cresce con l’uomo, mantiene inalterato, ed anzi accresce, il suo potenziale salutogenico", chiosa Mascaro.

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Questo youtuber si è allenato per 24 ore con l'uomo più forte al mondo

Tom Stoltman, due volte vincitore del concorso World's Strongest Man, ha svelato i "trucchi" della sua preparazione fisica e alimentare

Questo youtuber si è allenato per 24 ore con l'uomo più forte al mondo

24 September 2022

Marcell Jacobs: "Non chiamatemi supereroe. La fortuna? Nello sport non esiste, la devi creare"

Il bi-campione olimpico ha incontrato a Milano i giovani atleti Fidal insieme a Nike. Lo abbiamo intervistato e ci ha raccontato del suo debole per le sneakers...

Marcell Jacobs:

22 September 2022

Kettlebell workout: come si allena Zac Efron

Da teen star di High School Musical a fitness model di Baywatch e paladino dell'ambiente: il 34enne attore americano Zac Efron ha trovato una nuova routine di allenamento per un fisico più sano e in forma

Kettlebell workout: come si allena Zac Efron

21 September 2022

Attento alla trappola dei fitness tracker

Secondo alcuni studi, sportwatch e fitness tracker potrebbero aumentare l’ansia e la frustazione facendo diminuire, di contro, la motivazione. Ma tutto dipende da come vengono utilizzati

Attento alla trappola dei fitness tracker

19 September 2022

Stai cercando la giusta motivazione per allenarti? Divertiti

Questo il segreto del coach dei VIP Paolo Zotta per continuare ad allenarti anche quando non ne hai voglia

Stai cercando la giusta motivazione per allenarti? Divertiti

19 September 2022

Francesco Frank Lotta, la bici, l'ambiente: "Se non ora, quando?!"

Deejay on The Road per le strade della "sua" Milano, in sella alla sua due ruote tra casa e la sede di Radio Deejay, ma anche sulle strade del mondo...

Francesco Frank Lotta, la bici, l'ambiente:

17 September 2022

Tre esercizi a corpo libero per un allenamento completo

Core, parte superiore e inferiore del corpo: bastano questi esercizi a corpo libero per allenare ogni comparto

Tre esercizi a corpo libero per un allenamento completo

16 September 2022

Offset goblet squat, il finisher per le gambe che allena anche l’equilibrio

Prova questa variante di squat con appoggio asimmetrico, una vera sfida per allenare la parte bassa del corpo

Offset goblet squat, il finisher per le gambe che allena anche l’equilibrio

14 September 2022

4 tapis roulant a meno di 300 euro per allenamenti indoor

Non aspettare che il freddo arrivi a bussare alla porta di casa, perché rischi di non trovare il prodotto che cerchi: portati avanti, scegli il tapis roulant che fa per te

4 tapis roulant a meno di 300 euro per allenamenti indoor

12 September 2022

Prova la Towel Gun Walk per allenare i bicipiti e migliorare la postura

Un kettlebell, un asciugamano e qualche passo: un unico esercizio per aiutarti a migliorare la postura e aumentare i muscoli delle braccia

Prova la Towel Gun Walk per allenare i bicipiti e migliorare la postura

09 September 2022

SALUTE