03 ottobre 2018

Calma lo stomaco

Bruciori, dolori, gorgoglii e flatulenze: tutti i rimedi per placare all'istante il tuo vulcano in eruzione.

1 di 4
Dove fa male: esofago, talvolta anche gola
Che dolore è: bruciore, amaro/acido in bocca, rutti e rigurgiti.
Cosa è: reflusso esofageo, cioè i succhi gastrici acidi risalgono nell’esofago.
Come rimediare: mastica una gomma non alla menta. La masticazione stimola la saliva, che è ricca di bicarbonato, naturale neutralizzatore degli acidi. Se tuttavia il bruciore ti viene ancora e per più di due volte alla settimana è probabile che tu abbia la malattia da reflusso gastro-esofageo. In questo caso chiedi al tuo medico di fare un’endoscopia, per controllare se hai l’esofago di Barrett, cioè un gruppo di cellule precancerose nella parte inferiore dell’esofago.
Dove fa male: ultima parte dell’intestino.
Che dolore è: gorgoglii, crampi, gas e diarrea.
Cosa è: intossicazione alimentare causata da batteri.
Come rimediare: scegli il fondente. I flavonoidi nel cioccolato fondente possono ridurre la quantità di liquidi escreti nell’intestino tenue, alleviando i sintomi moderati. E insaporisci le marinature e la carne con aglio, cipolla, spezie miste o origano: questi gustosi antimicrobici uccidono i batteri, come l'Escherichia coli.
Dove fa male: stomaco, sotto la gabbia toracica.
Che dolore è: dolore ritmico, bruciore, quando hai fame.
Cosa è: un’ulcera. I colpevoli possono essere gli antidolorifici e i batteri Helicobacter pylori.
Come rimediare: niente FANS. Aspirina, naprossene e ibuprofene riducono le difese dello stomaco, consentendo ai succhi gastrici di raggiungere le pareti attraverso il rivestimento. Devi prenderli per un dolore? Assumili mentre mangi.
Dove fa male: la sezione inferiore degli intestini, appena sotto l’ombelico.
Che dolore è: sensazione fastidiosa di gonfiore, ma l’intestino non si libera.
Cosa è: stitichezza.
Come rimediare: bevi acqua frizzante che allevia la stitichezza, e corri: alcune ricerche condotte all’Università di Washington dimostrano che l’attività fisica regolare aiuta l’organismo a far scendere le feci nell’intestino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE