di Rosario Palazzolo - 29 ottobre 2018

In Valtellina il ponte tibetano più alto d'Europa

Nella Val Tartano, in media Valtellina, è stato inaugurato il "Ponte del Cielo", la passerella sospesa più lunga d'Italia e più alta d'Europa.

1 di 4
Si chiama il “Ponte del Cielo” e soltanto chi ne ha calcato la sua lunga passerella sospesa nel vuoto può ben capire il perché di un nome così ispirato. Il ponte tibetano che collega i due lembi della Val Tartano, in media Valtellina, è stato aperto nel mese di settembre ed è già diventato la principale attrazione dell’intera Valtellina.
Si tratta di una passerella in metallo e legno lunga ben 234 metri e sospesa a un’altezza di circa 140 metri. Ciò ne fa il ponte sospeso più lungo d’Italia e anche il più alto d’Europa. Numeri che ne hanno decretato un successo immediato, tanto da mettere in crisi gli stessi ideatori e realizzatori, i membri del consorzio Consorzio Pustarèsc che avevano pensato a questa soluzione innanzitutto per collegare i lembi della valle e rendere più semplice l’accesso ai magenghi, le baite che sorgono su un lato delle montagne orobiche.
“L’idea era nata in una serata tra amici, davanti a un bicchiere di vino – racconta Renato Bertolini, presidente del Consorzio Pustarèsc – Ci siamo confrontati con chi lo aveva già fatto ed abbiamo fato sopralluoghi anche in Svizzera, alla fine ci siamo convinti che non era una follia, ma una proposta fattibile, sia per rendere più facile l’accesso ai nostri magenghi, che per valorizzare la valle”.
Il ponte è stato costruito con quasi due anni di lavoro e circa 750mila euro di costi sostenuti dal consorzio. La passerella è costituita da ben 700 assi di legno di larice della stessa Val Tartano. Dal 22 settembre è accessibile al pubblico con il pagamento di un piccolo biglietto. Il successo è stato immediato: è stato attraversato da 3.500 turisti, provenienti dalla Lombardia ma anche da altre regioni. Una affluenza che nei week end è così intensa da imporre un numero chiuso. Da alcune settimane, nei giorni di sabato e domenica l’accesso è stato limitato alle sole persone che si sono premunite di acquistare i biglietti online nei giorni precedenti. “Ciò serve a preservare la valle da un numero eccessivo di visitatori che rischierebbero di rovinare l’equilibrio di questo luogo, ma anche a ridurre i disagi di quanti non troverebbero posto per parcheggiare”, precisano dal consorzio.
Soltanto qualche anno fa la Val Tartano era un dei luoghi montano a rischio spopolamento a causa della mancanza di lavoro in valle. Questa opera potrebbe rappresentare il volano per rilanciare i luoghi che già esistono in Paese e per garantire al borgo di continuare a vivere.
Il Ponte nel Cielo è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.30. Il biglietto, valido una intera giornata e per più passaggi ha un costo di 5 euro (gratuito per bambini e ragazzi fino alle medie). La biglietteria si trova in via Costa, a Campo Tartano. Da qui lungo un sentiero di circa 10 minuti si vi si accede.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

I tuoi 5 muscoli segreti

I tuoi 5 muscoli segreti

16 agosto 2019

Treadmill, i super trucchi

Treadmill, i super trucchi

14 agosto 2019

Come scegliere la bici giusta

Come scegliere la bici giusta

12 agosto 2019

Nicolas vuole andare... oltre il limite!

Nicolas vuole andare... oltre il limite!

09 agosto 2019

Creatina: le risposte ai vostri dubbi

Creatina: le risposte ai vostri dubbi

09 agosto 2019

L’allenamento che ti fa mangiare di meno

L’allenamento che ti fa mangiare di meno

08 agosto 2019

Preparati per un triathlon olimpico

Preparati per un triathlon olimpico

05 agosto 2019

Due workout al tempo di uno

Due workout al tempo di uno

04 agosto 2019

Trasforma la forza in esplosività

Trasforma la forza in esplosività

02 agosto 2019

Sollevamento pesi: no all’improvvisazione!

Sollevamento pesi: no all’improvvisazione!

01 agosto 2019

SALUTE