Profumo di rivincita

La pandemia ci ha costretto a cambiare molte abitudini. La più evidente è l’uso della mascherina, che ha avuto diverse conseguenze… anche a livello economico/industriale. Scopriamo il perché.

Photo by JC Media on Unsplash

La mascherina, che prima della Pandemia era in auge praticamente solo ad appannaggio di turisti per lo più made in Japan , ora è diventata di uso comune e addirittura indispensabile. Ma l’uso in sé, oltre a lasciare una non bene identificazione visiva facciale (pensiamo solo a quella del blocco del telefono cellulare che ci costringe a ricordarci la password numerica), elenca anche una serie di “effetti collaterali”.

Di positivo c’è che, in particolare in estate e magari sui mezzi pubblici, la mascherina fa da filtro a odori “umani” non del tutto piacevoli, oltre a non farci sentire l’odore di smog, di gas di scarico di tutti gli agenti inquinanti che purtroppo si respirano in città. Di molto positivo c’è anche che l’influenza è quasi scomparsa, perché il veicolo trasmissivo è stato quasi del tutto eliminato. E ovviamente di positivo c'è la barriera che la mascherina offre alla diffusione del virus Covid-19.

Di negativo resta un problema, forse per i più secondario ma inevitabilmente importante, anche a livello economico: non si sentono più i profumi.

In particolare il profumo inteso come cosmesi, nei posti chiusi, dove era elemento di appeal, seduzione, identità, diventa meno importante, addirittura ininfluente per i “nasi” meno sopraffini.

Evidenza o pura impressione? Abbiamo fatto qualche indagine di tipo economico per capire se durante la Pandemia il profumo ha superato la dicotomia prettamente olfattiva oppure se l’uso delle essenze è crollato.

Al termine del 2020, secondo i numeri di Cosmetica Italia, la profumeria ha registrato una pesante contrazione di oltre 26 punti percentuali, per un valore prossimo ai 1.550 milioni di euro, condizionato dal fortissimo rallentamento delle frequentazioni, soprattutto nelle catene e nei punti vendita nei centri commerciali. Sempre nel 2020 si è visto il significativo incremento delle vendite online.

Entrando nel dettaglio, in forte contrazione l’andamento dalle fragranze femminili e maschili (-21,5%) per, rispettivamente, 541 e 333 milioni di euro. Un forte ribasso emerge dalle profumerie che, con due terzi della concentrazione del mercato delle fragranze, segnano un -24,8%. Dunque in generale una crisi importante, che si poteva sicuramente ipotizzare.

Diverso è risultato il panorama della profumeria artistica o di nicchia. Secondo i dati raccolti tramite Survey da Essencional (centro ricerche e analisi sulla profumeria artistica) in tempo pandemico si è assistito a una reazione positiva dei consumatori che, ricordiamo, in questo caso sono dei veri e propri cultori di questa arte e disposti a budget di spesa più consistenti rispetto alla profumeria tradizionale. In particolare 1 consumatore su 3 di tali profumi ha addirittura incrementato gli acquisti tramite vendite online, ma sempre da negozi/canali specialistici. Proprio la dimensione contenuta e la flessibilità di tali canali di vendita ha aiutato i consumatori tramite la consulenza personalizzata e varie dirette video social che hanno aiutato l’utenza a vivere il momento di isolamento come una parte di arricchimento/studio sulla profumeria artistica stessa.

Cosa emerge dunque da tutta questa analisi sul profumo, inteso come simbolo o come oggetto di moda da esibire socialmente e profumo come arte, svago e cultura?

Come previsto, l’isolamento sociale ha prodotto una diminuzione di acquisti anche quando la fase più dura del lockdown è terminata. Quindi un effetto depressivo (secondo i primi dati 2021) per i nostri nasi. Per chi fa invece del naso uno strumento più profondo, di sperimentazione e lavoro (alla voce profumeria artistica) è stato un momento di studio e approfondimento.

E il futuro? A parte la speranza di indossare con meno frequenza la mascherina, il che aiuterebbe un po' tutti a tornare alla normalità sociale, sembrerebbe più roseo rispetto al periodo pandemico più intenso.

Il tutto però dipende, ancora una volta, dall’evoluzione/involuzione (speriamo) del virus stesso…

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Quando camminare di più (e correre meno) è la scelta giusta

Camminare di più ha i suoi vantaggi! I tuoi obiettivi di corsa non cambieranno ma certamente avrai minori possibilità di incorrere in un infortunio.

Quando camminare di più (e correre meno) è la scelta giusta

19 October 2021

Più forza al core: prova con questo workout

Inserisci 30 minuti nella tua routine due volte a settimana. Comincia con tre serie di 10 ripetizioni. Il risultato è garantito!

Più forza al core: prova con questo workout

18 October 2021

Braccia più forti più in fretta

Segui questi consigli e il tuo allenamento darà i suoi frutti a tempo di record.

Braccia più forti più in fretta

15 October 2021

Prenditela calma! 7 buoni motivi per fare jogging con regolarità

Un ritmo tranquillo non esclude i benefici fisici, mentali ed emotivi dell'esercizio aerobico.

Prenditela calma! 7 buoni motivi per fare jogging con regolarità

11 October 2021

Dividi i workout e raddoppia le calorie bruciate

Se non hai il tempo di allenarti per un'ora di seguito, quello che devi fare è modificare le tue abitudini per bruciare i grassi 24 ore su 24.

Dividi i workout e raddoppia le calorie bruciate

08 October 2021

Bastano 4 minuti per ritrovare la forma con il metodo Tabata

Sono allenamenti brevi ma super intensi. Bastano pochi minuti per migliorare sia la forza aerobica che quella anaerobica.

Bastano 4 minuti per ritrovare la forma con il metodo Tabata

04 October 2021

I 4 movimenti base di ogni workout

Quattro esercizi base per rinfrescare la tecnica e mantenere allenati tutti i gruppi muscolari: bastano pochi attrezzi, sono facili da eseguire, e, soprattutto, efficaci.

I 4 movimenti base di ogni workout

03 October 2021

Un workout intenso può regalare anni di vita!

L'attività fisica è sempre utile, ma un allenamento intenso può contribuire in maniera importante alla vostra salute allungandovi la vita, come conferma un recente studio.

Un workout intenso può regalare anni di vita!

29 September 2021

Cardio a digiuno e perdita di peso. Sfatiamo un mito

Affrontare una sessione di workout a digiuno ti aiuterà a bruciare i grassi invece dei carboidrati per produrre energia, ma cosa avviene 12 ore dopo? Ecco lo studio.

Cardio a digiuno e perdita di peso. Sfatiamo un mito

28 September 2021

Training: 7 errori da evitare

Ti alleni dando sempre il massimo, ma i risultati non sono quelli che ti aspetti? Forse è perché, senza volerlo, stai sbagliando qualcosa...
Training: 7 errori da evitare

23 September 2021

SALUTE