di Rosario Palazzolo - 25 giugno 2019

Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Ecco dove si gareggerà

I giochi si terranno dal 6 al 22 febbraio del 2026. Il comitato promotore ha programmato una distribuzione degli eventi tra Lombardia, Veneto e le province autonome di Trento e Bolzano. Ecco dove si gareggerà.

Dal Duomo di MIlano alle Alpi del Cadore. Le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 saranno un concerto a più mani che coinvolgerà gran parte del Nord Italia in un progetto inedito e potente. Vinta la sfida contro Are-Stoccolma, le Olimpiadi tornano in Italia dopo l'ediizone di Torino.

I giochi si terranno dal 6 al 22 febbraio del 2026. Il comitato promotore ha programmato una distribuzione degli eventi tra Lombardia, Veneto e le province autonome di Trento e Bolzano. Per le gare verranno impiegate 12 diverse sedi, 7 delle quali già esistenti, due temporanee e due che saranno in larga parte oggetto di ristrutturazioni. Prevista una nuova sola costruzione ex novo.

In Lombardia, Milano sarà il cuore dell'Olimpiade: qui il Villaggio olimpico principale (nel quartiere Porta Romana, nella zona attualmente occupata dallo scalo merci in disuso) che dovrebbe diventare parte di un campus residenziale per studenti, e il nuovo PalaItalia che verrà allestito a Rogoredo per il pattinaggio di figura e lo short track. Le sfide di hockey si svolgeranno tra il rinnovato PalaSharp di Lampugnano e un nuovo palazzetto costruito nel quartiere di Santa Giulia. A San Siro è prevista la cerimonia di apertura. In Valtellina, inoltre, la pista Stelvio, a Bormio, sarà sede delle gare di sci alpino maschile, mentre le aree Mottolino, Sitas-Tagliede e Carosello 3000 a Livigno sono state scelte per le gare di snowboard e freestyle. Anche a Livigno verrà allestito un Villaggio olimpico: utilizzato dalla protezione civile, verrà riconvertito in centro di allenamento avanzato alla fine dei Giochi.

In Veneto, Cortina ospiterà lo sci femminile sulla pista Olimpia delle Tofane, e quelle di bob, slittino e skeleton, previste sulla storica pista olimpica Eugenio Monti. Lo Stadio Olimpico del ghiaccio costruito per le Olimpiadi di Cortina del 1956 verrà riammodernato e rinnovato per le gare di curling. Anche Cortina avrà il suo Villaggio olimpico: verrà allestito nella frazione di Fiames. All'Arena di Verona è prevista la cerimonia di chiusura.

In Trentino Alto Adige, nelle valli trentine, a Baselga di Piné, Tesero e Predazzo, verranno organizzate nell'ordine le gare di pattinaggio di velocità, sci di fondo e salto con gli sci (combinata nordica). A Baselga di Piné l'Ice Rink, impianto principale in Italia del pattinaggio di velocità, verrà dotato di una copertura (ora è all'aperto) e di circa 5.000 posti a sedere. Anterselva, sede dei Mondiali 2020, sarà invece la casa del biathlon, maschile e femminile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Ciclismo, la scelta del mezzo e le regole del gruppo

Ciclismo, la scelta del mezzo e le regole del gruppo

15 luglio 2019

Il crunch perfetto

Il crunch perfetto

10 luglio 2019

Nuoto: il "trampolino di lancio" della triplice

Nuoto: il

08 luglio 2019

Forza gambe: gli squat al multipower secondo Clemente Russo

Forza gambe: gli squat al multipower secondo Clemente Russo

05 luglio 2019

La nuova frontiera del fitness

La nuova frontiera del fitness

01 luglio 2019

Workout: 10 trucchi anti-noia

Workout: 10 trucchi anti-noia

30 giugno 2019

Allenamento a tutta birra

Allenamento a tutta birra

27 giugno 2019

Sara Gama: difensore in campo, attaccante nella vita

Sara Gama: difensore in campo, attaccante nella vita

25 giugno 2019

15 step per diventare triatleta: garantisce Daniel Fontana

15 step per diventare triatleta: garantisce Daniel Fontana

24 giugno 2019

Proteine: le 10 verità

Proteine: le 10 verità

23 giugno 2019

SALUTE