di Rosario Palazzolo - 25 giugno 2019

Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Ecco dove si gareggerà

I giochi si terranno dal 6 al 22 febbraio del 2026. Il comitato promotore ha programmato una distribuzione degli eventi tra Lombardia, Veneto e le province autonome di Trento e Bolzano. Ecco dove si gareggerà.

Dal Duomo di MIlano alle Alpi del Cadore. Le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 saranno un concerto a più mani che coinvolgerà gran parte del Nord Italia in un progetto inedito e potente. Vinta la sfida contro Are-Stoccolma, le Olimpiadi tornano in Italia dopo l'ediizone di Torino.

I giochi si terranno dal 6 al 22 febbraio del 2026. Il comitato promotore ha programmato una distribuzione degli eventi tra Lombardia, Veneto e le province autonome di Trento e Bolzano. Per le gare verranno impiegate 12 diverse sedi, 7 delle quali già esistenti, due temporanee e due che saranno in larga parte oggetto di ristrutturazioni. Prevista una nuova sola costruzione ex novo.

In Lombardia, Milano sarà il cuore dell'Olimpiade: qui il Villaggio olimpico principale (nel quartiere Porta Romana, nella zona attualmente occupata dallo scalo merci in disuso) che dovrebbe diventare parte di un campus residenziale per studenti, e il nuovo PalaItalia che verrà allestito a Rogoredo per il pattinaggio di figura e lo short track. Le sfide di hockey si svolgeranno tra il rinnovato PalaSharp di Lampugnano e un nuovo palazzetto costruito nel quartiere di Santa Giulia. A San Siro è prevista la cerimonia di apertura. In Valtellina, inoltre, la pista Stelvio, a Bormio, sarà sede delle gare di sci alpino maschile, mentre le aree Mottolino, Sitas-Tagliede e Carosello 3000 a Livigno sono state scelte per le gare di snowboard e freestyle. Anche a Livigno verrà allestito un Villaggio olimpico: utilizzato dalla protezione civile, verrà riconvertito in centro di allenamento avanzato alla fine dei Giochi.

In Veneto, Cortina ospiterà lo sci femminile sulla pista Olimpia delle Tofane, e quelle di bob, slittino e skeleton, previste sulla storica pista olimpica Eugenio Monti. Lo Stadio Olimpico del ghiaccio costruito per le Olimpiadi di Cortina del 1956 verrà riammodernato e rinnovato per le gare di curling. Anche Cortina avrà il suo Villaggio olimpico: verrà allestito nella frazione di Fiames. All'Arena di Verona è prevista la cerimonia di chiusura.

In Trentino Alto Adige, nelle valli trentine, a Baselga di Piné, Tesero e Predazzo, verranno organizzate nell'ordine le gare di pattinaggio di velocità, sci di fondo e salto con gli sci (combinata nordica). A Baselga di Piné l'Ice Rink, impianto principale in Italia del pattinaggio di velocità, verrà dotato di una copertura (ora è all'aperto) e di circa 5.000 posti a sedere. Anterselva, sede dei Mondiali 2020, sarà invece la casa del biathlon, maschile e femminile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Quando, quanto, come e perché: tutto ciò che devi sapere sulla creatina

Quando, quanto, come e perché: tutto ciò che devi sapere sulla creatina

20 settembre 2019

La leg press previene l'infarto: garantisce la scienza

La leg press previene l'infarto: garantisce la scienza

19 settembre 2019

Speed hiking, camminare in montagna non è mai stato così entusiasmante

Speed hiking, camminare in montagna non è mai stato così entusiasmante

17 settembre 2019

Il monitoraggio avanzato della performance

Il monitoraggio avanzato della performance

16 settembre 2019

Guida: come eseguire le serie d'allenamento

Guida: come eseguire le serie d'allenamento

16 settembre 2019

Il lavoro agli elastici per rinforzare la parte alta del petto

Il lavoro agli elastici per rinforzare la parte alta del petto

13 settembre 2019

Il body come seconda pelle: quali caratteristiche deve avere?

Il body come seconda pelle: quali caratteristiche deve avere?

09 settembre 2019

Stretching salva-schiena

Stretching salva-schiena

09 settembre 2019

Tricipiti a prova di errore

Tricipiti a prova di errore

05 settembre 2019

Come scegliere la muta

Come scegliere la muta

02 settembre 2019

SALUTE