a cura della Redazione - 08 ottobre 2019

Michelin e Northwave, insieme per sorprendere

Il know-how e l'esperienza di brand premium come Michelin e Northwave si fondono in un progetto dal dna ciclistico, che si rivolge a un grande pubblico di appassionati.

La scarpa Northwave Extreme Pro durante una fase della produzione a Onigo, in provincia di Treviso

1 di 3

Quello del ciclismo è un mondo senza confini, un mondo a cui probabilmente tutti noi apparteniamo. Se si escludono i fondamentalisti del professionismo, sono tanti gli amanti di una mobilità sostenibile scelta per divertimento, passione o semplicemente per lavoro.

Tutto ciò che riguarda il comfort in sella dunque riguarda, o sfiora, tutti noi.

A questo pubblico allargato si rivolge il nuovo progetto di Soles by MICHELIN e Northwave, due brand "specializzati" di primo livello: il primo leader nello sviluppo e realizzazione di suole tecniche in oltre 40 settori, tra cui safety, sport, fashion, il secondo, Northwave, storica e pionieristica azienda italiana di calzature sportive.

Queste aziende hanno stretto una collaborazione con un preciso intento: creare soluzioni fino a “ieri” inesistenti sul mercato in termini di fit, performance e confort, una proposta valida per il cicloturista, il commuter o l'appassionato del mondo gravel.

Abbiamo chiesto ad Andrea de Pascale, Chief commercial officer in JV International, e Davide Rossetti, General Manager Northwave, di parlarci delle sinergie e dei vantaggi di questa partnership.

Andrea de Pascale, Chief commercial officer in JV International ha dato il via, assieme al suo team, al progetto Soles by Michelin

Andrea de Pascale, Chief commercial officer in JV International ha dato il via, assieme al suo team, al progetto Soles by Michelin.

Come è avvenuta la co-progettazione delle nuove calzature e quali fattori avete privilegiato?

“Progettare una scarpa è qualcosa di molto delicato e bilanciato. Come prima cosa ci basiamo sempre su due fattori per noi fondamentali: il primo è ascoltare le esigenze dei nostri clienti. Decifrare in dettaglio e profondità il briefing che il nostro partner ci passa è un aspetto fondamentale quando si fanno suole customizzate. Il secondo fattore sul quale i nostri designer sviluppano il progetto è la trasposizione del know how proveniente dai battistrada dei pneumatici sulle suole. Sulla base del briefing della suola da realizzare il team identifica l’impiego, la tipologia di pneumatico e il battistrada più idoneo che viene reinterpretato in modo da essere applicato alle suole e garantire la massima sicurezza. Su questi due principi fondiamo le collaborazioni con i nostri partner, con Northwave in primis”.

Come è stata concepita la suola carbon rubber e come si è riusciti a coniugare questi due materiali?

“La tecnologia che caratterizza la suola carbon rubber è stata brevettata dai nostri tecnici, ma al momento non possiamo dare molte informazioni in più al riguardo. Possiamo sicuramente dire che con questa tecnologia è stato compiuto un grande passo in avanti nell’ambito della ricerca delle produzioni di suole ad alte prestazioni, coniugando performance, resistenza e leggerezza in un unico sistema. Non potendo spiegare nel dettaglio la tecnologia, la soluzione migliore è saltare in sella e provare in prima persona il modello Extrime XC”.

Qual è la prossima sfida che unisce Michelin e Northwave?

“La sfida che affronteremo insieme a Northwave è quella di riuscire a soddisfare le esigenze di nuovi consumatori del mondo delle due ruote. In particolare quegli utenti che hanno abbracciato la mobilità sostenibile usando la bici muscolare e la e-bike per il commuting, il cicloturismo, ma anche l’emergente mondo gravel, che ha tratti molto vicini coi cicloviaggiatori che vogliono esplorare il mondo in sella”.

Gli obiettivi per il futuro?

“Puntiamo a incanalare tutte le nostre energie verso la new mobility. Uno dei nostri obiettivi sarà quello di sviluppare scarpe da bici perfettamente in linea coi desideri dei consumatori che sono sempre più esigenti in termini di innovazione e attenzione alla sostenibilità.”

Davide Rossetti, General Manager Northwave con alle spalle oltre 20 anni di esperienza nel mondo sportivo e outdoor, guida l'azienda dal 2018

Davide Rossetti, General Manager Northwave con alle spalle oltre 20 anni di esperienza nel mondo sportivo e outdoor, guida l'azienda dal 2018.

Nel 2015, Northwave è la prima azienda a presentare sul mercato una calzatura con suola Michelin. Cosa via ha spinto a intraprendere questa strada?

“La storia di Northwave, da sempre, è quella di un’azienda che guarda all’innovazione finalizzata a dare maggiori benefici al consumatore. In questo scenario il brand Soles by Michelin ha rappresentato esattamente ciò che stavamo cercando per i nostri appassionati di mountain bike: una scarpa con una suola disegnata per garantire risultati ancora più performanti. Nel momento in cui stavamo progettando delle scarpe da mtb ancora più prestazionali, infatti, avevamo bisogno di un partner che riuscisse ad assecondare le nostre richieste. Michelin le ha immediatamente comprese traducendole in una suola che non ha concorrenti nel mondo della mtb. Da quel momento abbiamo capito che Michelin sarebbe stato il partner ideale per l’evoluzione delle nostre collezioni”.

A oggi quanti sono i modelli con suola Michelin in catalogo?

“In cinque anni (la collaborazione è nata nel 2014) abbiamo sviluppato insieme a Soles by Michelin cinque modelli di suole in esclusiva, che oggi utilizziamo in ben sette modelli differenti. Al di là dei numeri, i modelli a catalogo rappresentano ormai delle sfide già vinte; preferiamo parlare di futuro e di nuovi progetti sempre più stimolanti”.

Che ruolo hanno i vostri atleti in una partnership come questa?

“Per un brand riconosciuto come un vero e proprio leader nel mondo della bici da strada, della mountain bike e dello snowboard, gli atleti rappresentano un asset determinante nel processo di sviluppo del prodotto: dal brief alla proto tipizzazione, fino ai test sul campo. A maggior ragione per i prodotti progettati con un brand come Soles by Michelin, nel quale gli sforzi e gli atleti “messi in campo” si moltiplicano e rendono i test ancora più impegnativi e severi. Il risultato di tutto questo impegno si traduce in un indubbio vantaggio per il cliente”.

Nel 2019 avete lanciato la Clan con suola Flat, perfetta anche per il nuovo trend dell’e-bike. Quali sono i vantaggi tangibili per il ciclista?

“La Clan utilizza una mescola sviluppata in esclusiva con Soles by Michelin proprio per avere un eccellente grip con utilizzo di pedale flat e un appoggio sicuro e facile in tutte le condizioni grazie al disegno del battistrada che permette di trovare la giusta posizione del piede sul pedale. La Clan, quindi, oltre ad affermarsi come la scarpa ideale per i rider che amano girare veloci con “il flat”, sono la scarpa per gli appassionati dei lunghi viaggi in e-bike che richiedono versatilità, sicurezza e confort di utilizzo nelle condizioni più differenti di terreno e atmosferiche”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Federico Chiesa: "Così mi alleno ogni giorno"

Federico Chiesa:

17 ottobre 2019

Overhead press: tutti i segreti

Overhead press: tutti i segreti

14 ottobre 2019

Il lavoro al plank, per un addome forte e scolpito

Il lavoro al plank, per un addome forte e scolpito

11 ottobre 2019

Il giorno della gara: le azioni indispensabili prima dello start

Il giorno della gara: le azioni indispensabili prima dello start

07 ottobre 2019

15 mosse per dire addio alle maniglie dell’amore

15 mosse per dire addio alle maniglie dell’amore

06 ottobre 2019

Brucia il grasso più in fretta!

Brucia il grasso più in fretta!

04 ottobre 2019

La dieta del rugbista

La dieta del rugbista

03 ottobre 2019

Corri e divora calorie

Corri e divora calorie

01 ottobre 2019

Le strategie per un'adeguata idratazione

Le strategie per un'adeguata idratazione

30 settembre 2019

3 preziose formule per convertire grasso in muscoli

3 preziose formule per convertire grasso in muscoli

29 settembre 2019

SALUTE