a cura della Redazione - 31 May 2018

First look: Nike Air Zoom Pegasus 35

La scarpa best seller di Nike si rifà il trucco per l’anniversario
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5 La nuova Nike Air Zoom Pegasus 35.

    Sono passati 35 anni dal lancio della prima Nike Pegasus. Pochi sanno che nel pool di tecnici e designer che realizzarono il primo prototipo c’era anche Mark Parker, ora CEO di Nike.
    L’obiettivo era ottenere una scarpa d’allenamento con tecnologia Air dal prezzo accessibile. Il lancio, nel 1983, non fu immune a critiche. Alcuni ritennero, per esempio, monotona e noiosa la scelta del grigio della nuova calzatura, ma la semplicità del design era destinata a conferirle lunga vita, fino a quando, negli anni '80, la scarpa stessa acquisì una sua personalità.
    A un coetaneo della Pegasus, a dire il vero, il solo nome riporta ai tempi in cui la figura del trainer era un po’... un tuttofare.

    First look: Nike Air Zoom Pegasus 35

    Al di là della credibilità che si è costruita sul campo, la Pegasus è sempre stata - e tuttora rimane - la scarpa da running più venduta nella storia di Nike.
    Per celebrare l’anniversario del brand, Nike ha tentato l’azzardo di migliorare un classico. Sebbene la Pegasus abbia subito nei suoi 35 anni di vita svariate modifiche strutturali e cambi di materiali, l'azienda voleva evitare di stravolgerla scontentando i fan. Così prima di tutto si è rivolta agli esperti: ai runner che amano le lunghe distanze, tra cui anche il pluricampione olimpico di atletica leggera Mo Farah.
    Fu subito evidente che mettere mano alle tecnologie di base che rendevano questa scarpa così apprezzata sarebbe stato folle. Ma c’era la certezza di poterla migliorare. Il risultato è la Air Zoom Pegasus 35.
    Tutto ciò che ha fatto la fortuna di questa scarpa rimane: il taglio e le cuciture della tomaia, così come la mescola dell'intersuola non sono state toccate.
    Dopotutto la missione di Nike doveva proprio essere quella di offrire al grande pubblico degli sportivi un'esperienza di ammortizzazione unica. Al nuovo modello sono state comunque apportati alcuni astuti aggiornamenti per migliorare comfort e prestazioni.

    First look: Nike Air Zoom Pegasus 35

    Sia un runner che corre 5 km che un maratoneta sanno bene che anche i più piccoli cambiamenti possono fare una grande differenza quando si macinano chilometri.
    La talloniera smussata agevola la prima fase di appoggio, il collare esterno non entra in contatto con il tendine d’Achille migliorando il comfort della calzata (dovete ringraziare Sir Mo Farah per questo). I tradizionali inserti Zoom air sono stati sostituiti da una soletta interna, a tutta lunghezza, dello stesso materiale. Una scelta ispirata alla Zoom Vaporfly 4% - scarpa che promette di migliorare l’efficienza della corsa del 4%, appunto. La suola della Pegasus offre più flessibilità e contribuisce a migliorare l'ammortizzazione.
    La Nike Air Zoom Pegasus 35 è irriconoscibile se paragonata alla calzatura originale, ma proprio questo è il punto. La Pegasus originale era stata creata per rispondere alle richieste specifiche del suo tempo. La Pegasus 35, una calzatura da running che soddisfa sia il look che la performance, non è diversa, e non tradisce le aspettative.

    ACQUISTA ORA: Nike Air Zoom Pegasus 35, €121 Nike.com

    © RIPRODUZIONE RISERVATA