Matteo Furlan: "La mia vita in acque libere"

Quattro chiacchiere con il campione friulano della Marina Militare, classe 1989, alla scoperta delle emozioni che il nuoto outdoor è in grado di trasmettere, non solo in gara

Per Matteo le acque libere rappresentano da sempre la vera anima primordiale del nuoto perché, oltre a gareggiare contro gli avversari, il segreto di questa affascinante disciplina sta nel riscoprire ogni volta quella perfetta sintonia tra le proprie bracciate e il reale microcosmo in cui si è immersi, marino o lacustre poco importa.

Una capacità entrata a far parte del suo Dna, tanto da portarlo a conquistare un oro alle Universiadi di Kazan 2013 (10 km), tre argenti agli Europei di Hoorn 2016 (25 km), ai Mondiali di Budapest 2017 (25 km) e agli Europei di Budapest 2020 (25 km), due bronzi ai Mondiali 2015 in Kazan (5 km e 25 km) e agli Europei di Glasgow 2018 (25 km).

PASSIONE E DETERMINAZIONE

Ma partiamo dall’inizio per capire come è nata la passione di Matteo per il nuoto in acque libere: "Ho sempre preparato i 400 e i 1.500 in vasca, poi con il mio allenatore Moreno Daga abbiamo deciso di fare qualche gara in acque libere. A fine estate 2010 ho partecipato alla mia prima 10 km in Trentino con atleti di interesse nazionale, conquistando il terzo posto. Nel 2013 ero in Nazionale per il mio primo Campionato Europeo e nello stesso anno è arrivata la prima medaglia internazionale con la vittoria della 10 km alle Universiadi di Kazan, il momento più emozionante della mia carriera".

Come per ogni atleta di qualsiasi disciplina sportiva, però, lo spettro della sconfitta e il pensiero di mollare tutto è sempre in agguato. "Il momento più difficile per me è stato senza dubbio la mancata qualificazione ai Mondiali 2019 in Korea. Pensavo di smettere. Dopo un paio di mesi nei quali ho rallentato un po’, ho cambiato idea e mi sono dato nuovi obiettivi, chiudendo al secondo posto nella classifica di Coppa del Mondo. Da quell’episodio ho imparato a non dare nulla per scontato e ho trovato maggiore determinazione per raggiungere gli obiettivi futuri".

E così la determinazione è diventata il vero punto di forza di Matteo senza la quale "a quasi 33 anni diventa difficile sfidare atleti più giovani di 10 anni. Più che una debolezza, vedo l’età come un limite, visto che a volte devo tirare il freno per finire la settimana al meglio".

COME SI ALLENA E COSA MANGIA MATTEO FURLAN

"Generalmente eseguo 10 allenamenti in acqua a settimana per un massimo di 2 ore e mezza ciascuno, preceduti da una mini sessione di ginnastica di circa 20 minuti a secco per attivarmi a livello muscolare. Aggiungo poi 3 sessioni di workout in palestra, che variano a seconda del periodo della stagione agonistica, tra corpo libero, macchine e pesi".

Il programma di allenamento di Matteo comprende naturalmente anche l’alimentazione: "A tavola vario molto, a pranzo prediligo i carboidrati. Integro sempre dopo gli allenamenti, mentre il pasto serale è il più proteico. Negli ultimi anni seguo una dieta più vegetariana senza escludere però la carne. In prossimità delle gare evito cibi con condimenti eccessivi o fritti. Il giorno prima diminuisco le proteine, mentre a cena solo pasta in bianco o riso, così come a colazione del giorno gara".

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Tre esercizi per migliorare la resistenza in acqua

Aumenta forza, resistenza e agilità in acqua (e sulla terraferma) con questi movimenti

Tre esercizi per migliorare la resistenza in acqua

16 August 2022

Vuoi un core d’acciaio? Fai come Adam Peaty

Il campione di nuoto britannico ha condiviso un video in cui mostra come allenare forza e stabilità del core

Vuoi un core d’acciaio? Fai come Adam Peaty

12 August 2022

Trasforma la palestra in una obstacle race

Vuoi provare la obstacle race senza mettere piede fuori dalla palestra? Prova questi quattro esercizi, ognuno pensato per metterti alla prova in una diversa porzione di gara

Trasforma la palestra in una obstacle race

11 August 2022

Perdere peso è la tua mission impossible?

Gli esercizi non bastano, se vuoi veramente perdere peso allora devi cambiare stile: noi ti spieghiamo come e ti aiutiamo a farlo

Perdere peso è la tua mission impossible?

10 August 2022

CrossFit Games 2022, Enrico Zenoni il primo italiano di sempre in finale

Si è conclusa la finale mondiale di CrossFit che ha incoronato “The Fittest on Earth”. A contendersi il titolo anche due giovani atleti italiani

CrossFit Games 2022,  Enrico Zenoni il primo italiano di sempre in finale

09 August 2022

3 cose da fare per recuperare dopo il workout (e battere il caldo)

Ecco come ottenere il massimo dal tuo allenamento anche dopo che hai smesso di allenarti

3 cose da fare per recuperare dopo il workout  (e battere il caldo)

08 August 2022

Alternanza corsa-cammino: l'allenamento per runner principianti

I consigli del coach per approcciare nel modo giusto la corsa e creare una routine allenante

Alternanza corsa-cammino: l'allenamento per runner principianti

05 August 2022

Allena le gambe con questo workout a corpo libero

Sei in vacanza e non puoi andare in palestra? Non è una buona scusa per saltare il tuo allenamento dedicato alle gambe. Ecco quali esercizi puoi fare ovunque

Allena le gambe con questo workout a corpo libero

04 August 2022

Tonifica petto e braccia con questi due semplici esercizi

Basta un solo attrezzo (e 220 ripetizioni) per aumentare i muscoli di petto e braccia, e avere una schiena più forte

Tonifica petto e braccia con questi due semplici esercizi

03 August 2022

Ecco come si è allenato The Rock per avere bicipiti che appartengono ad un’altra galassia

Dwayne Johnson condivide su Instagram il mantra che lo guida nelle sue sessioni di sollevamento pesi: "Devi essere ossessionato dall'obiettivo che vuoi raggiungere"

Ecco come si è allenato The Rock per avere bicipiti che appartengono ad un’altra galassia

03 August 2022

SALUTE