Longevity smartfood: i cibi che rallentano l'invecchiamento

La ricetta per vivere meglio e più a lungo è scegliere una dieta sana ed equilibrata. Alcuni cibi sono integratori naturali, sarebbe sciocco privarsene. Te ne forniamo un elenco.

1 di 4

Invecchiare è l'incubo dell'uomo moderno. Ogni giorno spuntano nuove teorie e ricerche, attendibili o meno, per rallentare il processo naturale di invecchiamento, dalle terapie senolitiche che purificano il corpo dalle cellule vecchie alla simulazione cerebrale alla terapia delle cellule grasse.

La risposta alla pressante richiesta di restare giovani e in forma, in realtà è già a nostra disposizione ed è più semplice di quanto si possa immaginare: per vivere meglio e più a lungo bisogna scegliere una dieta sana ed equilibrata e praticare attività fisica! E' tutto scritto sui nostri cromosomi, in particolare sui telomeri.

I telomeri sono piccole porzioni di DNA che si trovano alla fine di ogni cromosoma e ne proteggono l'estremità dal deterioramento o dalla fusione con cromosomi confinanti. Se non vi fossero i telomeri la duplicazione del DNA comporterebbe, ogni volta, il rischio di una significativa perdita di informazione genetica. A ogni replicazione, infatti, i telomeri vengono tagliati o accorciati. Diversi studi ipotizzano che al progressivo accorciamento dei telomeri sia associato l'invecchiamento cellulare: più i telomeri sono corti più si sta invecchiando!

“In futuro si vivrà più a lungo e questo grazie ai progressi scientifici e alle terapie sempre più all’avanguardia”. Spiega Sara Cordara, Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizionista. “Secondo il rapporto dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) entro il 2050 il numero degli ultrasessantenni raddoppierà ma con l’avanzare dell’età le possibilità di ammalarsi aumentano. Ecco perché invecchiare bene risulta uno degli obiettivi di maggiore interesse di ricercatori e nutrizionisti. Sono in costante crescita gli studi che dimostrano come lo stile di vita, in particolare il consumo dei cibi giusti, sia in grado di influenzare i processi e i meccanismi alla base dell’invecchiamento, aiutando l’organismo a conservare la massima efficienza e salute. Le ricerche, ad esempio, hanno chiarito che la restrizione calorica accende i geni della longevità, mentre quelli dell’invecchiamento si svegliano quando mangiamo troppo o siamo in sovrappeso o obesi”.

#foodpower

Una dieta sana ed equilibrata unita all’attività fisica, è la chiave per restare giovani più a lungo. È consigliato inserire nello schema dietetico quotidiano cibi sfiziosi e allo stesso tempo ad alto valore nutrizionale, come ad esempio i pistacchi americani. La combinazione di minerali, vitamine e antiossidanti, infatti, rende il pistacchio americano una sorta di integratore naturale, da utilizzare tutti i giorni come snack anti-aging, nella pausa in ufficio o dopo l’allenamento in palestra.

A questo proposito, l’ultima ricerca commissionata da American Pistachio Growers (Associazione no profit dei coltivatori di pistacchi americani) che dimostra che consumare quotidianamente circa 55 gr di pistacchi può influenzare positivamente l'invecchiamento cellulare e la longevità aiutando a diminuire il danno al DNA e aumentando l'espressione dei geni correlati ai telomeri.

I pistacchi americani contengono inoltre un’abbondante quantità di Vitamina E che funge da potente antiossidante, prevenendo l’invecchiamento della pelle e delle cellule corporee, insieme alla Vitamina A che protegge mucose e pelle.

Accanto a una dieta equilibrata, le linee guida internazionali e l’OMS raccomandano di svolgere un’attività fisica a settimana di intensità moderata per almeno 150 minuti (circa 30 minuti al giorno, quasi tutti i giorni), oppure 75 minuti di attività vigorosa (ma senza esagerare), per ottenere un vantaggio rilevante per la salute.

Ecco un esempio di schema dietetico anti-aging da riprodurre quotidianamente.

COLAZIONE (ore 8:00)

15 gr di pistacchi americani + the nero/verde e qualche biscotto integrale.

SPUNTINO (ore 10:30)

yogurt intero bianco + 1 kiwi.

PRANZO (ore 13:00)

80g di riso integrale con piselli e salmone + bietole/spinaci e una manciata di semi.

MERENDA (ore 16:30)

1 arancia + 15g di pistacchi americani.

CENA (ore 20:00)

200g di ceci + broccoli scottati + 2 fette di pane di segale o integrale.

Esistono cibi che più di altri potrebbero allungare la vita, perché contengono molecole ‘intelligenti’ che nelle sperimentazioni appaiono in grado di inibire i geni dell’invecchiamento e attivare quelli della longevità.

Pesce azzurro, salmone e semi oleosi (lino, zucca, chia) per il contenuto di Omega 3, grassi ad azione antiossidante capaci di proteggere i neuroni, le cellule nervose, rallentando così il declino cerebrale.

Carboidrati complessi: segale, farro, grano saraceno, chicchi di cereali integrali, pane e pasta nero integrale e legumi. Rispetto a quelli semplici, i carboidrati complessi vengono assimilati più lentamente, permettono una liberazione progressiva dello zucchero nel sangue e assicurano energia all’organismo e alla mente in modo costante.

Verdure a foglia verde, come bietole, broccoli e cavolo riccio, per il contenuto di vitamina K. Questa vitamina è indispensabile per la salute dello scheletro prevenendo malattie come osteoporosi e artrosi, tipiche dell’invecchiamento. La vitamina K è infatti in grado di attivare una specifica proteina responsabile dell’incorporamento del calcio in denti e ossa.

Kiwi e arance per il contenuto di potassio e vitamina C, quest’ultima contribuisce alla formazione del collagene, proteina fondamentale della nostra pelle, mantenendola il più giovane possibile e rallentando la comparsa delle rughe. Il potassio invece, elimina l’eccesso di sodio responsabile della pressione alta e riduce lo sforzo del muscolo cardiaco mantenendolo ben allenato e funzionante.

Cachi, cipolle, cetrioli, fragole e mele rilasciano nell’organismo la fisetina, un flavonolo con attività antiaging, che potrebbe aiutare a trattare il declino mentale legato all'età e a condizioni come l'Alzheimer o l'ictus.

Curcuma per la presenza di curcumina, un antiossidante ad azione anti infiammatoria e anti tumorale. Questa molecola è in grado di inibire anche Tor, uno dei geni responsabili dell’invecchiamento. L’efficacia viene potenziata se consumata insieme al pepe nero.

The verde e nero, per la presenza dell’epigallocatechingallato, un polifenolo che dietro il complicatissimo nome nasconde importanti proprietà antiossidanti, in grado di prevenire l’invecchiamento dei lipidi del cervello e contribuendo a proteggere l’organismo dalle malattie cardiovascolari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Il workout perfetto per il tuo cuore

Le ultime ricerche hanno dimostrato che il tipo di allenamento che scegli ha un impatto incredibile sullo sviluppo e la salute del tuo cuore: ecco l’allenamento perfetto per trasformarlo in una macchina infallibile

Il workout perfetto per il tuo cuore

15 April 2021

Dimentica i dolori. Il workout per diventare più flessibili

Oggi più che mai hai bisogno di mantenere i muscoli e allo stesso tempo di sviluppare una maggior flessibilità. Fallo con questo workout: ti bastano un manubrio e una sedia

Dimentica i dolori. Il workout per diventare più flessibili

12 April 2021

Più muscoli in 5 step

Alternando alzate e cardio-training ad alta intensità ottieni in breve tempo un fisico snello, asciutto e con muscoli perfettamente definiti.
Più muscoli in 5 step

06 April 2021

HIIT o LISS? Scegli il ritmo giusto

Non sai se dovresti andare più forte o più piano? Usa questa guida per scegliere la velocità giusta per te.

HIIT o LISS? Scegli il ritmo giusto

04 April 2021

3 nuovi cardio-training

I migliori programmi d'allenamento intensivo per tenere in forma il cuore, bruciare il grasso e migliorare la tua forma fisica
3 nuovi cardio-training

30 March 2021

Running: non basta un'alta potenza aerobica per una buona prestazione

La quantità di ossigeno che il tuo corpo può utilizzare è solo uno dei fattori che determinano le tue prestazioni.

Running: non basta un'alta potenza aerobica per una buona prestazione

26 March 2021

Come usare il foam roller per preparare i muscoli al workout

Alcuni esercizi per migliorare flessibilità e recupero prima e dopo il tuo workout.

Come usare il foam roller per preparare i muscoli al workout

21 March 2021

Addominali scolpiti con il metodo Tabata

Tre circuiti, quattro serie ciascuno: ce la fai?

Addominali scolpiti con il metodo Tabata

17 March 2021

Svegliati con il piede giusto

Un workout mattutino per darti subito la carica, migliorare la memoria a breve termine e aiutarti a regolarizzare il sonno.

Svegliati con il piede giusto

08 March 2021

Bastano 4 minuti per ritrovare la forma con il metodo Tabata

Sono allenamenti brevi ma super intensi. Bastano pochi minuti per migliorare sia la forza aerobica che quella anaerobica.

Bastano 4 minuti per ritrovare la forma con il metodo Tabata

07 March 2021

SALUTE