L'importanza di proteggere la pelle in estate quando ti alleni all'aria aperta

I consigli degli esperti per ridurre le situazioni in cui si corre il rischio di sviluppare malattie della pelle, compreso il melanoma

Foto: Getty Images

D’estate, non è un segreto per nessuno, la voglia di stare al sole e abbronzarsi è davvero tanta, per tutti. Anche quando si fa attività fisica e sportiva.

Troppo spesso, però, ci si dimentica che la pelle va protetta prima dell’esposizione al sole, in questo periodo storico più che mai. L’aumento delle temperature, l'assottigliarsi dello strato di ozono dell'atmosfera, i tassi di inquinamento sempre più elevati minacciano lo stato di salute generale e anche quello della cute, con un aumento del rischio di sviluppare malattie della pelle compreso il melanoma.

MELANOMA: COS'E'

Con il termine melanoma si descrive il tumore della pelle innescato dalla degenerazione dei melanociti, le cellule dello strato superiore della cute, responsabili della produzione di melanina, il pigmento che dona il colore alla pelle.

Se la cute viene esposta senza alcuna protezione e in maniera prolungata alle radiazioni ultraviolette, possono ingenerarsi danni al DNA dei melanociti che possono determina una crescita cellulare incontrollata e tumorale. Il melanoma si può sviluppare in ogni parte del corpo, anche se le zone più a rischio sono il busto per gli uomini e le gambe per le donne.

GLI UOMINI SONO MENO ATTENTI ALLA PREVENZIONE E A PROTEGGERE LA PELLE IN ESTATE

Uno studio scientifico di qualche mese fa condotto presso il Melanoma Unit dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata (IDI) di Roma e pubblicato sulla rivista Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, ha evidenziato che la gravità dei melanomi diagnosticati all’IDI nei primi mesi del 2021 si è mantenuta più alta rispetto al periodo pre-pandemia.

Da questo studio è anche emerso come le donne siano più attente alla propria salute e più sensibili alla prevenzione: per quanto riguarda il melanoma, infatti il ritardo diagnostico è inferiore nelle donne rispetto agli uomini. Per questo gli autori del lavoro di ricerca si dicono convinti dell’importanza di puntare su campagne mirate di sensibilizzazione rivolte proprio alla popolazione maschile.

L'IMPORTANZA DELLE CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

Sempre gli studi scientifici evidenziano come le donne sembrino essere più protette dallo sviluppo del melanoma perché più attente a proteggere la pelle e poi perché gli estrogeni, gli ormoni femminili, risultano più protettivi nei confronti dei fenomeni di foto invecchiamento rispetto a quanto fanno gli ormoni maschili, ovvero gli androgeni.

Lo sviluppo di melanoma, al di là del genere, in ogni caso è più probabile nelle persone con fototipo chiaro ovvero con capelli rossi e occhi verdi, oppure pelle chiara, capelli biondi e occhi azzurri, e soprattutto, è bene sottolinearlo il rischio è più alto nelle persone che al sole diventano rosse, con episodi frequenti di comparsa di eritema solare anche per brevi esposizioni.

Le donne accettano con più facilità di sottoporsi al controllo periodico dei nei o nevi, ovvero delle formazioni pigmentate della pelle o delle mucose, che si formano a causa di anomalie nel funzionamento dei melanociti. La loro presenza sulla pelle è fisiologica, ma se nel tempo i nei cambiano di forma o dimensione, allora è bene controllarli.

Foto: Getty Images

STRUMENTI DI AUTOCONTROLLO: ECCO CA.R.ME

Chi non avesse modo o tempo di partecipare alle campagne di screening o alle tantissime iniziative di prevenzione che si svolgono in questi mesi anche in molte spiagge italiane, deve sapere che Il Centro Studi GISED un’associazione senza fini di lucro, che si pone l’intento di migliorare le conoscenze scientifiche, l’assistenza e l’informazione chiara e specifica riguardo le principali malattie dermatologiche, ha creato e messo a disposizione degli utenti, Ca.R.Me (Calcolatore del Rischio di Melanoma), un sistema che calcola il rischio di sviluppare un melanoma cutaneo in un intervallo di 5 anni.

A spiegare come funziona questo calcolatore è il professor Luigi Naldi direttore dell’unità complessa di Dermatologia dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza e Presidente del Centro Studi GISED: "Ca.R.Me. si presenta come una tabella interattiva che richiede di fornire una risposta, da parte dell’utente, a 10 semplici domande: età, sesso, area geografica di nascita, peso, altezza, colore degli occhi, colore della pelle, numero di nevi su entrambe le braccia, numero di nevi di diametro superiore a 6 millimetri su tutto il corpo, numero di ustioni solari nel corso della vita. Sulla base del valore ottenuto, l’utilizzatore può essere classificato come a basso, medio, medio-alto, o alto rischio. Per i soggetti a più alto rischio è consigliabile eseguire un controllo periodico della pelle".

"Il calcolatore è stato sviluppato per individui di pelle bianca, residenti in Italia, che non abbiano una storia di melanoma nei parenti di primo grado o una storia personale di condizioni associate a immunodepressione (ad esempio, trattamenti antirigetto per trapianto d’organo). In questi casi, controlli periodici della pelle sono consigliati comunque - spiega ancora il professor Naldi che aggiunge -. Il modello impiegato utilizza i tassi d’incidenza del melanoma, presenti nei registri regionali italiani, e le stime di rischio del melanoma, ottenute negli studi del Centro Studi GISED, a partire dal 1992. L’impiego del calcolatore del rischio personale di melanoma permette di sviluppare approcci preventivi orientati ai soggetti a più alto rischio ottimizzando, per così dire, il lavoro di screening".

COME PROTEGGERE LA PELLE IN ESTATE (IN MODO CORRETTO)

"È bene sapere che l’adozione di buone norme di esposizione al sole e ad altre fonti di raggi ultravioletti, permette di ridurre i rischi. Bisogna, in particolare, evitare le ustioni solari specie in età infantile. Inoltre, andrebbe disincentivata l’attitudine a perseguire l’abbronzatura a ogni costo. L’esposizione a raggi ultravioletti, oltre che favorire la comparsa di tumori cutanei, invecchia prematuramente la pelle - Chiarisce ancora l’esperto -. E' consigliabile limitare l’esposizione al sole nelle ore centrali della giornata, quando l’irraggiamento solare è più intenso, e va promossa l’abitudine di indossare maglietta, capellino e occhiali da sole, quando esposti al sole, proteggendo le aree scoperte con filtri solari ad alto fattore di protezione, a maggior ragione nei soggetti con cute chiara. Come è stato per secoli: pallido è bello!".

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Tre esercizi per migliorare la resistenza in acqua

Aumenta forza, resistenza e agilità in acqua (e sulla terraferma) con questi movimenti

Tre esercizi per migliorare la resistenza in acqua

16 August 2022

Vuoi un core d’acciaio? Fai come Adam Peaty

Il campione di nuoto britannico ha condiviso un video in cui mostra come allenare forza e stabilità del core

Vuoi un core d’acciaio? Fai come Adam Peaty

12 August 2022

Trasforma la palestra in una obstacle race

Vuoi provare la obstacle race senza mettere piede fuori dalla palestra? Prova questi quattro esercizi, ognuno pensato per metterti alla prova in una diversa porzione di gara

Trasforma la palestra in una obstacle race

11 August 2022

Perdere peso è la tua mission impossible?

Gli esercizi non bastano, se vuoi veramente perdere peso allora devi cambiare stile: noi ti spieghiamo come e ti aiutiamo a farlo

Perdere peso è la tua mission impossible?

10 August 2022

CrossFit Games 2022, Enrico Zenoni il primo italiano di sempre in finale

Si è conclusa la finale mondiale di CrossFit che ha incoronato “The Fittest on Earth”. A contendersi il titolo anche due giovani atleti italiani

CrossFit Games 2022,  Enrico Zenoni il primo italiano di sempre in finale

09 August 2022

3 cose da fare per recuperare dopo il workout (e battere il caldo)

Ecco come ottenere il massimo dal tuo allenamento anche dopo che hai smesso di allenarti

3 cose da fare per recuperare dopo il workout  (e battere il caldo)

08 August 2022

Alternanza corsa-cammino: l'allenamento per runner principianti

I consigli del coach per approcciare nel modo giusto la corsa e creare una routine allenante

Alternanza corsa-cammino: l'allenamento per runner principianti

05 August 2022

Allena le gambe con questo workout a corpo libero

Sei in vacanza e non puoi andare in palestra? Non è una buona scusa per saltare il tuo allenamento dedicato alle gambe. Ecco quali esercizi puoi fare ovunque

Allena le gambe con questo workout a corpo libero

04 August 2022

Tonifica petto e braccia con questi due semplici esercizi

Basta un solo attrezzo (e 220 ripetizioni) per aumentare i muscoli di petto e braccia, e avere una schiena più forte

Tonifica petto e braccia con questi due semplici esercizi

03 August 2022

Ecco come si è allenato The Rock per avere bicipiti che appartengono ad un’altra galassia

Dwayne Johnson condivide su Instagram il mantra che lo guida nelle sue sessioni di sollevamento pesi: "Devi essere ossessionato dall'obiettivo che vuoi raggiungere"

Ecco come si è allenato The Rock per avere bicipiti che appartengono ad un’altra galassia

03 August 2022

SALUTE