Frequenza cardiaca: i giusti valori a riposo e durante l'esercizio

Un regolare allenamento di resistenza può ridurre la frequenza cardiaca, ma quanto si può scendere?

Foto Getty Images

1 di 3

Uno dei modi più semplici e veloci per valutare la salute del cuore è quello di controllare la frequenza cardiaca a riposo (RHR). Considerato come un contesto per una serie di altri marcatori, come la pressione sanguigna, lo stress e la privazione del sonno, la frequenza cardiaca si abbassa tipicamente a riposo rispetto a quando si svolge una qualsiasi attività, e varia da persona a persona. Dal momento che negli Stati Uniti un decesso su quattro - circa 610.000 persone su quattro - si verifica ogni anno a causa di malattie cardiache, è importante essere al corrente della propria.

Quindi è anche importante sapere cos'è una bassa frequenza cardiaca a riposo, e se la vostra è una cosa di cui preoccuparsi.

Quanto è bassa la frequenza cardiaca a riposo?

"In generale, la frequenza cardiaca a riposo di una persona è normale se è tra i 60 e i 100 battiti al minuto", dice il dottor Brian Mikolasko, direttore medico della Scuola di Medicina Warren Alpert della Brown University. "Ci sono un sacco di fattori diversi che giocano su questo aspetto, dal livello di fitness, all'età, all'ambiente".

La finestra standard per la frequenza cardiaca a riposo, in realtà, varia maggiormente nei bambini piccoli. Fino a 1 mese, la frequenza cardiaca varia da 70 a 190 battiti al minuto. Il limite superiore di tale intervallo si riduce lentamente fino all'età di 9 anni, quando l'intervallo è compreso tra 70 e 110 battiti al minuto. A partire dai 10 anni di età, la finestra è costante tra i 60 e i 100 battiti al minuto.

Mentre una frequenza cardiaca a riposo di 42 o addirittura 38 battiti al minuto può essere tipica per un corridore o un triatleta di resistenza ben allenato, sarebbe piuttosto bassa per chi si allena casualmente. Meglio misurarla prima di iniziare a muoversi la mattina, un battito cardiaco a riposo è molto diverso da quello che si vede durante l'esercizio.

FINE BLOCCO 1

L'American Heart Association (AHA) afferma che la frequenza cardiaca massima durante l'esercizio fisico dovrebbe essere all'incirca pari a 220 bpm meno l'età della persona, che è un metodo molto semplice per stimare il vostro massimo. Le equazioni basate sull'età sono semplici e facili da usare, ma potrebbero non essere adatte a tutti perché ci sono troppi fattori che possono influenzare la loro precisione. Inoltre, la frequenza cardiaca massima varia in modo significativo tra persone della stessa età. Ecco perché l'American College of Sports Medicine suggerisce formule basate sull'età con una deviazione standard più bassa, ad esempio l'equazione di Gelish: 207 - (0,7 x età) o Tanaka: 208 - (0,7 x età).

Poiché l'intervallo normale di una frequenza cardiaca a riposo è compreso tra 60 e 100 battiti al minuto, una frequenza cardiaca a riposo inferiore a 60 battiti al minuto è considerata lenta, spesso indicata come bradicardia.

"Non è insolito per le persone sane coinvolte in attività di resistenza sviluppare una bradicardia basata sull'aumento del tono vagale da allenamento che sopprime la frequenza cardiaca", dice William O. Roberts, M.D., professore del Dipartimento di Medicina di Famiglia e Salute della Comunità presso l'Università del Minnesota.

"L'allenamento aumenta anche le dimensioni del cuore in modo che possa spingere un maggior volume di sangue verso il corpo ad ogni contrazione". Roberts spiega che una frequenza cardiaca più bassa eroga lo stesso volume di sangue in un cuore a riposo allenato di una frequenza cardiaca più alta in un cuore non allenato. Inoltre, la diminuzione o lo stop dell'esercizio di resistenza regolare invertirà entrambi gli effetti, così che un corridore messo fuori servizio da malattia o infortunio dovrà riguadagnare i cambiamenti con l'allenamento dopo il recupero, afferma.

Se siete preoccupati che la vostra frequenza cardiaca a riposo sia eccessivamente bassa, dovreste contattare il vostro medico. Mikolasko raccomanda di verificare con un medico se la vostra frequenza cardiaca a riposo è inferiore ai 60 battiti al minuto in modo costante, tanto per essere sicuri. "Questo è sicuramente qualcosa che si può scoprire con il medico durante la visita medica annuale, e potrebbero dirvi che non c'è nulla di cui preoccuparsi", dice. "Ma è certamente meglio essere sicuri che dispiaciuti".

Ricordate, queste cose possono anche dipendere da altri fattori situazionali. Secondo Roberts, è normale che le persone ben allenate si sentano un po' stordite quando passano velocemente da uno squat a una posizione eretta. Vi capita di frequente? Allora potreste scoprire che per voi è necessario stare fermi per un momento per lasciare che il sangue raggiunga il cervello.

Se si verificano sintomi come battito cardiaco irregolare, vertigini, dolori al petto, svenimenti, mancanza di respiro o debolezza generalizzata, è necessario consultare un medico, IMMEDIATAMENTE.

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

12 esercizi per il tuo workout in spiaggia

Se sei in vacanza al mare, sfrutta gli elementi che hai a disposizione per un workout all’aria aperta divertente e allenante.

12 esercizi per il tuo workout in spiaggia

02 July 2022

Tre esercizi per risvegliare i glutei "pigri"

Prova questo programma di attivazione pre-workout per risvegliare i glutei impigriti da una giornata trascorsa alla scrivania o al volante di un'auto.

Tre esercizi per risvegliare i glutei

01 July 2022

5 consigli per provare il nuoto in acque libere

Vuoi spezzare la monotonia della vasca e sperimentare il nuoto outdoor? Ecco come fare.

5 consigli per provare il nuoto in acque libere

30 June 2022

Finisher bruciagrassi con palla medica e corda

10 minuti di pura energia con soli due attrezzi per chiudere in bellezza il tuo allenamento: prova questo finisher bruciagrassi con palla medica e corda.

Finisher bruciagrassi con palla medica e corda

29 June 2022

Tzimbar Race della Lessinia, corri e sfida le tradizioni cimbre

Tre percorsi trail tra i quali la versione Original con 4 prove cimbre da completare prima dell’arrivo. A luglio in Lessinia si celebra la montagna e la tradizione: metti alla prova velocità, forza e intelligenza

Tzimbar Race della Lessinia, corri e sfida le tradizioni cimbre

27 June 2022

10 canzoni italiane che ti danno la carica durante l'allenamento

Ascoltare il testo di alcune canzoni, non per forza ritmate, aiuta a concentrarsi, non mollare e raggiungere i propri obiettivi

10 canzoni italiane che ti danno la carica durante l'allenamento

27 June 2022

Come avere addominali perfetti, seguendo i consigli del coach delle star di Hollywood

Il personal trainer delle star rivela le sue 3 regole infallibili per cambiare il tuo fisico

Come avere addominali perfetti, seguendo i consigli del coach delle star di Hollywood

22 June 2022

8 consigli per correre sulla sabbia nel modo giusto

Non appena arrivato al mare ti viene voglia di allenarti e correre in spiaggia? Farlo sulla sabbia, soprattutto se non si è abituati, richiede molta più attenzione rispetto a strada o sentieri. Scopri come fare seguendo i consigli degli esperti...

8 consigli per correre sulla sabbia nel modo giusto

22 June 2022

Elisabetta Canalis campionessa di kickboxing: aggiungi anche tu un po’ di boxe al tuo allenamento

Elisabetta Canalis ha vinto il suo primo match di kickboxing e, come lei, tanti altri Vip si sono appassionati agli sport da combattimento: aggiorna il tuo workout con tre esercizi full-body ispirati alla boxe

Elisabetta Canalis campionessa di kickboxing: aggiungi anche tu un po’ di boxe al tuo allenamento

21 June 2022

Giornata mondiale dello Yoga: 5 buoni motivi per praticare Yoga

In occasione della Giornata mondiale dello Yoga che il 21 giugno celebra questa pratica millenaria, ti diamo 5 buoni motivi per cui dovresti provare anche tu (se ancora non lo hai fatto)

Giornata mondiale dello Yoga: 5 buoni motivi per praticare Yoga

20 June 2022

SALUTE