Frequenza cardiaca: i giusti valori a riposo e durante l'esercizio

Un regolare allenamento di resistenza può ridurre la frequenza cardiaca, ma quanto si può scendere?

Foto Getty Images

1 di 3

Uno dei modi più semplici e veloci per valutare la salute del cuore è quello di controllare la frequenza cardiaca a riposo (RHR). Considerato come un contesto per una serie di altri marcatori, come la pressione sanguigna, lo stress e la privazione del sonno, la frequenza cardiaca si abbassa tipicamente a riposo rispetto a quando si svolge una qualsiasi attività, e varia da persona a persona. Dal momento che negli Stati Uniti un decesso su quattro - circa 610.000 persone su quattro - si verifica ogni anno a causa di malattie cardiache, è importante essere al corrente della propria.

Quindi è anche importante sapere cos'è una bassa frequenza cardiaca a riposo, e se la vostra è una cosa di cui preoccuparsi.

Quanto è bassa la frequenza cardiaca a riposo?

"In generale, la frequenza cardiaca a riposo di una persona è normale se è tra i 60 e i 100 battiti al minuto", dice il dottor Brian Mikolasko, direttore medico della Scuola di Medicina Warren Alpert della Brown University. "Ci sono un sacco di fattori diversi che giocano su questo aspetto, dal livello di fitness, all'età, all'ambiente".

La finestra standard per la frequenza cardiaca a riposo, in realtà, varia maggiormente nei bambini piccoli. Fino a 1 mese, la frequenza cardiaca varia da 70 a 190 battiti al minuto. Il limite superiore di tale intervallo si riduce lentamente fino all'età di 9 anni, quando l'intervallo è compreso tra 70 e 110 battiti al minuto. A partire dai 10 anni di età, la finestra è costante tra i 60 e i 100 battiti al minuto.

Mentre una frequenza cardiaca a riposo di 42 o addirittura 38 battiti al minuto può essere tipica per un corridore o un triatleta di resistenza ben allenato, sarebbe piuttosto bassa per chi si allena casualmente. Meglio misurarla prima di iniziare a muoversi la mattina, un battito cardiaco a riposo è molto diverso da quello che si vede durante l'esercizio.

L'American Heart Association (AHA) afferma che la frequenza cardiaca massima durante l'esercizio fisico dovrebbe essere all'incirca pari a 220 bpm meno l'età della persona, che è un metodo molto semplice per stimare il vostro massimo. Le equazioni basate sull'età sono semplici e facili da usare, ma potrebbero non essere adatte a tutti perché ci sono troppi fattori che possono influenzare la loro precisione. Inoltre, la frequenza cardiaca massima varia in modo significativo tra persone della stessa età. Ecco perché l'American College of Sports Medicine suggerisce formule basate sull'età con una deviazione standard più bassa, ad esempio l'equazione di Gelish: 207 - (0,7 x età) o Tanaka: 208 - (0,7 x età).

Poiché l'intervallo normale di una frequenza cardiaca a riposo è compreso tra 60 e 100 battiti al minuto, una frequenza cardiaca a riposo inferiore a 60 battiti al minuto è considerata lenta, spesso indicata come bradicardia.

"Non è insolito per le persone sane coinvolte in attività di resistenza sviluppare una bradicardia basata sull'aumento del tono vagale da allenamento che sopprime la frequenza cardiaca", dice William O. Roberts, M.D., professore del Dipartimento di Medicina di Famiglia e Salute della Comunità presso l'Università del Minnesota.

"L'allenamento aumenta anche le dimensioni del cuore in modo che possa spingere un maggior volume di sangue verso il corpo ad ogni contrazione". Roberts spiega che una frequenza cardiaca più bassa eroga lo stesso volume di sangue in un cuore a riposo allenato di una frequenza cardiaca più alta in un cuore non allenato. Inoltre, la diminuzione o lo stop dell'esercizio di resistenza regolare invertirà entrambi gli effetti, così che un corridore messo fuori servizio da malattia o infortunio dovrà riguadagnare i cambiamenti con l'allenamento dopo il recupero, afferma.

Se siete preoccupati che la vostra frequenza cardiaca a riposo sia eccessivamente bassa, dovreste contattare il vostro medico. Mikolasko raccomanda di verificare con un medico se la vostra frequenza cardiaca a riposo è inferiore ai 60 battiti al minuto in modo costante, tanto per essere sicuri. "Questo è sicuramente qualcosa che si può scoprire con il medico durante la visita medica annuale, e potrebbero dirvi che non c'è nulla di cui preoccuparsi", dice. "Ma è certamente meglio essere sicuri che dispiaciuti".

Ricordate, queste cose possono anche dipendere da altri fattori situazionali. Secondo Roberts, è normale che le persone ben allenate si sentano un po' stordite quando passano velocemente da uno squat a una posizione eretta. Vi capita di frequente? Allora potreste scoprire che per voi è necessario stare fermi per un momento per lasciare che il sangue raggiunga il cervello.

Se si verificano sintomi come battito cardiaco irregolare, vertigini, dolori al petto, svenimenti, mancanza di respiro o debolezza generalizzata, è necessario consultare un medico, IMMEDIATAMENTE.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Push vs pull: quale workout è più efficace

La maggior parte degli esercizi rientrano nella categoria push o in quella pull. Le mosse push sono quelle più quotate ma se lo meritano davvero?

Push vs pull: quale workout è più efficace

03 May 2021

Quanto sei in forma?

10 semplici test che puoi eseguire anche da solo per misurare il tuo grado di forza, agilità, potenza esplosiva e salute cardio-vascolare, per sapere se i tuoi allenamenti ti danno davvero i risultati sperati.
Quanto sei in forma?

30 April 2021

Cardio a digiuno e perdita di peso. Sfatiamo un mito

Affrontare una sessione di workout a digiuno ti aiuterà a bruciare i grassi invece dei carboidrati per produrre energia, ma cosa avviene 12 ore dopo? Ecco lo studio.

Cardio a digiuno e perdita di peso. Sfatiamo un mito

23 April 2021

L'inattività si fa sentire? Sciogli i muscoli con i migliori esercizi di stretching post workout

Ora che ti è concesso fare attività fisica all'aperto con più libertà, prova ad aggiungere questi semplici esercizi di allungamento alla tua routine post workout. Ti aiuteranno a sciogliere i muscoli indolenziti dopo il periodo di inattività.

L'inattività si fa sentire? Sciogli i muscoli con i migliori esercizi di stretching post workout

20 April 2021

7 modi per aumentare la tua resistenza

In men che non si dica ti ritroverai a fare più chilometri e allungare le tue sessioni di allenamento.

7 modi per aumentare la tua resistenza

18 April 2021

Il workout perfetto per il tuo cuore

Le ultime ricerche hanno dimostrato che il tipo di allenamento che scegli ha un impatto incredibile sullo sviluppo e la salute del tuo cuore: ecco l’allenamento perfetto per trasformarlo in una macchina infallibile

Il workout perfetto per il tuo cuore

15 April 2021

Dimentica i dolori. Il workout per diventare più flessibili

Oggi più che mai hai bisogno di mantenere i muscoli e allo stesso tempo di sviluppare una maggior flessibilità. Fallo con questo workout: ti bastano un manubrio e una sedia

Dimentica i dolori. Il workout per diventare più flessibili

12 April 2021

Più muscoli in 5 step

Alternando alzate e cardio-training ad alta intensità ottieni in breve tempo un fisico snello, asciutto e con muscoli perfettamente definiti.
Più muscoli in 5 step

06 April 2021

HIIT o LISS? Scegli il ritmo giusto

Non sai se dovresti andare più forte o più piano? Usa questa guida per scegliere la velocità giusta per te.

HIIT o LISS? Scegli il ritmo giusto

04 April 2021

3 nuovi cardio-training

I migliori programmi d'allenamento intensivo per tenere in forma il cuore, bruciare il grasso e migliorare la tua forma fisica
3 nuovi cardio-training

30 March 2021

SALUTE