a cura della Redazione - 04 giugno 2019

Panca in sicurezza: le regole per il compagno-assistente

Per sfruttare al meglio la panca ed evitare seri infortuni, è indispensabile allenarti con un compagno che ti faccia da assistente: così.

1 di 6
Basta una distrazione, una postura scorretta o un malinteso, e il rischio di incidenti o infortuni è dietro l'angolo: le distensioni alla panca sono un esercizio da svolgere sempre con l'assistenza di un trainer o di un compagno d'allenamento, ma non basta la sola presenza, occorre anche conoscere la tecnica e la metodologia per aiutare il tuo compagno (o farti aiutare) durante il workout alla bench press. E noi le abbiamo chieste ad Adam Johnson, responsabile delle performance sportive presso il Centro di preparazione atletica statunitense Velocity Sports Performance di Santa Clarita, California
Scopri come allenarti alla panca in tutta sicurezza.
Non è necessario che tu sia in grado di sollevare l’intero carico. Ti basta poter aiutare l’assistito a riposizionare la barra sul rack se non ce la fa. Non ti senti a tuo agio con quel peso? Rinuncia educatamente all’incarico o rischierete entrambi di farvi male.
Informati sul numero di ripetizioni che dovrà eseguire, e se vuole essere aiutato durante la fase di stacco del bilanciere. Conoscere tutte e due le cose, renderà lo sforzo più agevole e sicuro.
Mantieni la concentrazione e tienilo d’occhio durante le ripetizioni, finché non ti accorgi che fa fatica a completare le alzate o che il bilanciere tende ad inclinarsi lateralmente. In tal caso, afferra di nuovo la barra e aiutandoti con le gambe durante la fase di sollevamento, accompagnala dolcemente sul rack.
Se vuole un aiuto durante lo stacco, accordatevi per un countdown e, al momento di sollevare la barra, trova il modo di impugnarla comodamente, così da guidarla dolcemente verso la posizione di partenza che il tuo compagno d'allenamento preferisce. Non eseguire movimenti bruschi, che potrebbero mettere a dura prova i suoi muscoli stabilizzatori e le articolazioni della spalla.
Mettiti dietro la persona che devi assistere, tenendo i piedi distanziati grossomodo alla larghezza delle spalle. Trova una posizione ben salda ma anche comoda, che ti consenta di raggiungere la barra senza dover piegare la schiena.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE