di Micol Ramundo - 17 aprile 2019

CrossFit Italian Showdown arriva a Milano

Dal 26 al 28 aprile Reebok aspetta appassionati e atleti presso MalpensaFiere (Varese) per una grande festa dell crossfit.

1 di 4
Reebok ha annunciato in marzo la sponsorship per l’evento CrossFit Italian Showdown 2019, confermandosi ancora una volta brand di riferimento di una realtà che, partita dagli Stati Uniti, in pochi anni ha rivoluzionato la scena fitness italiana ed internazionale creando un modo totalmente innovativo di approcciare l’allenamento.
Il 26 aprile tutti i 1.500 concorrenti ammessi al CrossFit Italian Showdown 2019 tramite le pre-selezioni o per invito diretto, avranno accesso alle qualificazioni dal vivo a MalpensaFiere. Il 27 Aprile, i migliori 280 atleti verranno ammessi alla seconda fase della gara che darà accesso alla sfida finale, lo Showdown del 28 aprile dove i Top 5 atleti della divisione Senior gareggeranno per accedere ai 2019 Reebok CrossFit Games negli USA.
Obiettivo principale di Reebok è quello di offrire prodotti per tutti i membri della Community, dagli atleti ai neofiti e a chi pratica CrossFit semplicemente per migliorare la propria vita. Perchè CrossFit è uno sport per tutti. Proprio da questo concetto nasce il CrossFit Italian Showdown, una gara che attraverso un processo di qualificazione solo in apparenza complesso vuole dare a tutti la possibilità di vivere una vera esperienza di competizione e gareggiare a fianco di grandi atleti divertendosi e sfidando i propri limiti, #TheRealExperience.
Il Crossfit è un programma di forza e condizionamento costituito da “movimenti funzionali sempre variati eseguiti ad alta intensità in un arco di tempo lungo e col controllo della modalitá" (Crossfit, Inc).
L’allenamento, svolto prevalentemente in gruppo, viene modulato sulla durata di un’ora e consiste in una prima parte di riscaldamento a cui possono essere aggiunti movimenti di forza da dover riproporre successivamente in un circuito, in un WOD (Workout Of the Day) che cambia giornalmente e che si basa su circuiti composti da esercizi con una matrice di forza o aerobica, e in un’ultima fase di stretching.

Spesso si ha una percezione distorta di questa disciplina, che viene etichettata come “per soli atleti”. In realtà si tratta di una tipologia di allenamento che permette in maniera direttamente proporzionale al proprio livello di fitness, di lavorare su resistenza cardiovascolare e respiratoria, resistenza muscolare, forza, flessibilità, potenza, velocità, coordinazione, agilità, equilibrio e precisione.
Il Crossfit è la disciplina più emblematica del functional training (allenamento funzionale) inteso come tipologia di allenamento che non si basa sull’isolamento di una zona muscolare ma che propone un lavoro totalizzante sul corpo affrontando una serie di movimenti funzionali, appunto, a un determinato obiettivo.

Il concetto di functional training può essere traslato a diversi ambiti del fitness, che apparentemente poco hanno da condividere con questo tipo di training Un esempio? Il functional training per sport di endurance.
Grazie all’allenamento funzionale e al potenziamento muscolare che ne consegue si possono, infatti, migliorare equilibrio e controllo e si imparano ad ottimizzare gli sforzi sfruttando la stabilità del “core” per offrire prestazioni più performanti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE