a cura della Redazione - 19 dicembre 2018

Come staccare dal lavoro

Stiamo per entrare in un periodo di vacanza, ma per rilassarci davvero non basta non essere fisicamente sul posto di lavoro. Prima di tutto dobbiamo imparare a staccare mentalmente…

1 di 6
Il lavoro ti costringe a utilizzare il lato sinistro del cervello. Come sappiamo, la mano destra è comandata dalla parte sinistra del cervello e viceversa quindi, per risvegliare il lato destro del cervello, legato alla creatività, alle emozioni e così via, sforzati di usare la mano sinistra: per fare la valigia per esempio. Ti aiuterà a entrare nel mood giusto.

Dimentica a casa qualche oggetto legato al lavoro e alla vita di tutti i giorni, come per esempio l’agenda. Ti obbligherà a staccare la spina.

Metti in valigia una pallina da tennis. In aereo, togliti le scarpe e passa la pallina da tennis sotto la pianta dei piedi. Poi allunga la gamba. Ti aiuterà a stendere i muscoli e a rilasciare l’endorfina, una sostanza che abbassa lo stress.
Prendersi tempo per fare le cose aiuta a staccare. Il primo giorno di vacanza, per esempio, goditi il letto senza aver fretta di alzarti. Poi, se sei al mare, invece di fare la doccia vai a fare direttamente un bel bagno. Più attività diverse dal solito fai più è facile staccare.
Dieci minuti di meditazione abbattono lo stress. Ecco come: tieni gli occhi aperti ma senza concentrarti su niente di particolare, fai cinque respiri profondi e infine chiudi gli occhi. Ascolta il tuo respiro e segui i movimenti del petto che si alza e si abbassa. Espira il lavoro e inspira la vacanza.
Lo stress da vacanza nasce dal fatto che temi di perdere il controllo anche nel lavoro. Tieni in allenamento le tue facoltà mentali e la capacità di programmare scovando bei posticini dove andare e pianificando gite per distrarti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE