a cura della Redazione - 08 febbraio 2020

Riduci al minimo il rischio di sterilità

Prendi queste precauzioni se non vuoi andare incontro presto o tardi a problemi di infertilità.

1 di 7
"Fai sesso tre volte alla settimana", consiglia Jane Knight. O anche di più, dice il dottor David Greening del centro per l’infertilità Sydney IVF, in Australia. Di recente, Greening ha dimostrato che l’eiaculazione quotidiana migliora del 12% la qualità degli spermatozoi. "Gli aspiranti papà che si astengono dal sesso per aumentare il volume degli spermatozoi sono in errore, perché in questo modo aumenta anche il numero degli spermatozoi con il DNA danneggiato", spiega Greening. Per avere spermatozoi più sani, Greening suggerisce di eiaculare tutti i giorni.
"I testicoli sono fatti per stare a 2°C al di sotto della temperatura corporea", spiega Jane Knight, consulente per la fertilità maschile della Zita West Clinic di Londra. Alcuni studi americani, però, dimostrano che negli uomini che usano il laptop la temperatura dei testicoli aumenta di 2,8°C dopo soli 15 minuti di navigazione sui siti porno, cioè... di lavoro. Secondo studi pubblicati sulla rivista Human Reproduction, questi cambiamenti di temperatura possono causare mutazioni negli spermatozoi e provocare danni irreversibili alla fertilità.
Fumare regolarmente la cannabis riduce il numero degli spermatozoi e il volume del liquido seminale, cioè il succo che li trasporta. Ma le droghe più pesanti sono ancora più pericolose. "Le droghe di classe A come eroina e cocaina tolgono la libido, riducono la motilità e aumentano le anomalie della forma degli spermatozoi, che incrementano il rischio di aborto anche se la partner riesce a concepire", avverte la Wells.
"Spesso gli uomini con una bassa conta spermatica hanno deficit di zinco, selenio, manganese e vitamine A, C ed E", spiega la professoressa Lani Burkman, esperta della fertilità della Buffalo University, in Texas. Quindi prenditi un multivitaminico, o mangia qualche noce brasiliana, ricchissima di selenio. Gli studi dimostrano che quando un uomo aumenta l’apporto di selenio produce spermatozoi più resistenti e vitali.
Nel tuo tentativo di riprodurti, non basta smettere di bere alcolici: devi sostituirli con succo d'arancia, per impedire che gli spermatozoi si paralizzino. Alcuni scienziati della Pennsylvania State University, negli USA, hanno registrano una diminuzione dal 20% all’11% degli spermatozoi difettosi negli uomini che hanno consumato 500 mg di vitamina C due volte al giorno (quattro bicchieri di spremuta fresca). Ecco perché l'uomo Del Monte aveva sempre un’aria così da macho...
Alcuni studi hanno dimostrato che agricoltori e braccianti di colture biologiche hanno una conta spermatica doppia rispetto a quelli che lavorano con i pesticidi, che contengono diverse tossine anti-bebè. «Maneggiare le tossine può danneggiare gli spermatozoi, quindi immagina che cosa può succedere mangiandole», avverte Emma Wells, consulente sanitaria e ricercatrice per la nutrizione di www.smartnutrition.co.uk.
Non a letto (a meno che non ti divertano i travestimenti), ma quando giri in bicicletta in città per andare al lavoro. I test eseguiti alla University of Southern California, negli USA, hanno dimostrato che la scarsa qualità dell’aria riduce direttamente la conta spermatica.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Push-up: le varianti

Push-up: le varianti

20 febbraio 2020

Più muscoli: 14 nuovi esercizi

Più muscoli: 14 nuovi esercizi

16 febbraio 2020

Pesi: 4 segnali che stai esagerando

Pesi: 4 segnali che stai esagerando

12 febbraio 2020

Come velocizzare il metabolismo e perdere peso

Come velocizzare il metabolismo e perdere peso

09 febbraio 2020

Obiettivo pettorali

Obiettivo pettorali

07 febbraio 2020

Tira i tuoi addominali

Tira i tuoi addominali

03 febbraio 2020

Functional training - il circuito power

Functional training - il circuito power

27 gennaio 2020

Ritrova la forma con questo circuito di Functional Training

Ritrova la forma con questo circuito di Functional Training

20 gennaio 2020

Super addominali in sette passi

Super addominali in sette passi

12 gennaio 2020

Dolore cronico e genetica

Dolore cronico e genetica

08 gennaio 2020

SALUTE