a cura della Redazione - 06 agosto 2019

La valigia furba

9 trucchi per viaggiare leggero senza rinunciare all’indispensabile.

1 di 9

I ponti di primavera sono alle porte. Se sei in procinto di partire, leggi i nostri consigli per fare le valigie in modo intelligente. Ecco la prima parte:

  1. Compila una lista

Scrivi un elenco di tutto quello che ti potrebbe servire quando sei via, sia che si tratti di una vacanza sia che si tratti di un viaggio di lavoro. Meglio salvarlo sul computer o, se l’hai scritto a mano, archiviarlo in un posto sicuro. Al ritorno dal viaggio, ricontrolla la lista in modo da eliminare il superfluo e aggiungere eventuali articoli che avevi dimenticato. In un paio di volte dovresti riuscire ad arrivare alla definizione della “lista perfetta”. Puoi anche pensare di compilare delle liste specifiche come per esempio “settimana bianca” oppure “week end al mare”.

O meglio un posto dove puoi radunare tutto l’indispensabile per viaggiare come passaporto, adattatori elettrici, cartine e guide turistiche, lucchetti per valigie, portadocumenti ecc. Eviterai di girovagare per casa per oltre un’ora per raccattare tutti i pezzi che ti servono. Se non hai spazio nei cassetti, raduna il tutto in una scatola da riporre nell’armadio oppure in una delle valigie vuote.

Se fai fatica a sollevare la valigia o non riesci a trasportarla per una lunga rampa di scale vuol dire che hai esagerato. Viaggiare leggeri ti consentirà di correre se sei in ritardo e riuscire a prendere un treno al volo. Per spostamenti limitati a un fine settimana o per brevi trasferte di lavoro cerca di muoverti solo con un bagaglio a mano, quello cioè che puoi caricare direttamente in cabina.

Se vuoi ottimizzare le capacità di una valigia, punta su quelle dal design pulito e lineare. I bagagli con gli angoli stondati saranno anche più belli da vedere, ma hanno un minore volume di carico. Un altro aspetto da considerare nell’acquisto è la qualità dei materiali. Specie se viaggi spesso, tieni conto dell’adagio “chi più spende, meno spende”. Se opti per esempio per bagagli con le cerniere in plastica invece che in metallo, non stupirti se sul più bello si rompono proiettando la tua biancheria sporca tutto intorno! Ricorda infine di differenziare la tua valigia dalle altre aggiungendo un nastro o un altro segno distintivo specifico sul manico.

Per quanto riguarda gli abiti, scegli solo capi versatili che puoi combinare facilmente tra loro. Per esempio una sola giacca che sta bene con due o tre camicie diverse. Per non sbagliare, stai su un’unica palette di colori abbinabili come per esempio grigio, blu e bianco.

Sfruttalo al meglio: tutto quello che impacchetti deve essere leggero, anti-piega, reversibile o almeno super-versatile. Meglio un giaccone da viaggio impermeabile e in materiale tecnico piuttosto che una giacca di lino. Prediligi maglioncini leggeri che puoi indossare uno sull’altro al posto di un unico giubbotto pesante e ingombrante. E al posto dei libri cartacei, portati un e-book reader che nello spazio di un quadernetto può ospitare migliaia di volumi.

Se viaggi in aereo, assicurati che i contenitori dei liquidi (dallo shampoo al dentifricio al collutorio) non siano pieni fino all’orlo per evitare che, una volta in volo, gli sbalzi di pressione li facciano espandere provocando spiacevoli esplosioni. Impacchetta poi le bottigliette in buste di plastica chiuse da zip così da limitare danni più gravi in caso di fuoriuscite. Metti le buste nello strato più alto della valigia. Li avrai subito a portata di mano durante controlli di sicurezza della dogana.

Se vuoi essere sicuro di riuscire a incastrare al meglio ciò che devi portare, inizia a radunare tutto l’occorrente e solo dopo incomincia a impacchettare. Avendo tutto sott’occhio, sarà per te più facile trovare l’incastro migliore al primo colpo. Altrimenti rischi di dover svuotare la valigia e ricominciare da capo più volte. Ritira le scarpe negli appositi sacchetti e posizionali sul fondo della valigia o verso il lato del trolley con le ruote, in modo che il loro peso non schiacci gli indumenti più delicati. Chiudi i capi che si stropicciano più facilmente come la camicie dentro buste di plastica che riducono lo sfregamento. Infila le calze una dentro l’altra, così che non si spaino e usale, insieme agli adattatori, alle mutande e alle magliette intime arrotolate, per chiudere eventuali buchi rimasti.

Se viaggi in aereo e intendi portare solo il bagaglio a mano, assicurati in anticipo che la tua valigia rispetti le misure massime permesse (rotelle incluse). È buona cosa anche pesare il bagaglio finito, per evitare spiacevoli sorprese al check-in, specie se viaggi con le compagnie low cost. Basta salire con la valigia in mano sulla bilancia pesapersone di casa e sottrarre il tuo peso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Si fa presto a dire in sella!

Si fa presto a dire in sella!

19 agosto 2019

Six-pack: 6 dritte extra

Six-pack: 6 dritte extra

18 agosto 2019

I tuoi 5 muscoli segreti

I tuoi 5 muscoli segreti

16 agosto 2019

Treadmill, i super trucchi

Treadmill, i super trucchi

14 agosto 2019

Come scegliere la bici giusta

Come scegliere la bici giusta

12 agosto 2019

Nicolas vuole andare... oltre il limite!

Nicolas vuole andare... oltre il limite!

09 agosto 2019

Creatina: le risposte ai vostri dubbi

Creatina: le risposte ai vostri dubbi

09 agosto 2019

L’allenamento che ti fa mangiare di meno

L’allenamento che ti fa mangiare di meno

08 agosto 2019

Preparati per un triathlon olimpico

Preparati per un triathlon olimpico

05 agosto 2019

Due workout al tempo di uno

Due workout al tempo di uno

04 agosto 2019

SALUTE