28 settembre 2018

Lavorare troppo fa ingrassare

Se tendi a lavorare troppo ricorda che i soldi non sono tutto e che la salute non te la restituisce nessuno. Ti diamo qualche consiglio su come comportarti per non ingrassare per colpa del lavoro.

1 di 4
Secondo una ricerca del Center for Disease Control and Prevention americano (CDC) chi lavora più di 40 ore a settimana ha l’8% di probabilità in più di diventare obeso. Se poi viaggi anche spesso per lavoro (rimanendo fuori casa più di 20 notti al mese) queste probabilità sono più alte del 92% rispetto a chi viaggia da 0 a 6 volte al mese per lavoro.
Ci sono però precauzioni che puoi prendere... Segui i nostri consigli.
Immagina di essere tu a dover pagare per i viaggi e il ristorante, anche se in realtà è l’azienda a pagare. Anzi, soprattutto se è l’azienda a pagare. Se non sei tu a dover tirare fuori il portafoglio tendi a mangiare di più e peggio. Se devi uscire a pranzo con un cliente cerca di mangiare qualcosa di sano e leggero (che di solito costa anche meno).
Muoviti. Alzati spesso dalla scrivania, organizza meeting “in movimento” (per esempio parla della realizzazione di un prodotto mentre giri per lo stabilimento dove lo producono) e trova il tempo per fare un po’ di allenamento o anche solo una passeggiata durante il giorno. Se sei in albergo e hai tempo solo di sera portati qualche manubrio o una banda elastica nella borsa o inventati un workout per cui non servano particolari attrezzi. Oppure puoi usare una di quelle bag da viaggio con tutto il necessario per il tuo allenamento.
Se fai gli straordinari e bruci energia il corpo avrà bisogno di nutrirsi. Il risultato è che hai talmente fame da mangiare qualsiasi cosa trovi in giro (ovvero le schifezze che si trovano nelle macchinette, l’unica fonte di cibo in ufficio). In questo caso la meditazione può aiutarti a tenere a bada la fame. Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Consumer Research chi pratica la meditazione ha meno fluttuazioni di peso. Ovviamente, l’altra alternativa è portarti in ufficio qualche “ammazza-fame” sano come verdure da poter magiare crude (carote, rondelle di zucchine, ecc.), frutta e frutta secca.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE