a cura della Redazione - 15 aprile 2019

Mantieni in forma il tuo cervello

"Mens sana in corpore sano", dicevano gli antichi. Oltre ai muscoli devi allora allenare anche i tuoi neuroni: con questi esercizi.

1 di 3
Come svela il professor P. Murali Doraiswamy, titolare della cattedra di Psichiatria biologica alla Facoltà di medicina della Duke University di Durham (North Carolina), “il segreto per regalare 10 o più anni di funzionalità al cervello, sta semplicemente nel... prendersene un po’ cura. Così come l’attività fisica crea resistenza, il rinforzo delle connessioni neurologiche dà infatti origine a una riserva di energia alla quale potrai attingere una volta che sarai più in là con gli anni”. Eccoti allora due trucchi per iniziare ad allenare e potenziare i tuoi neuroni...
“Apprendere una lingua straniera sembra aumentare la densità della materia grigia nelle aree del cervello che governano l’attenzione e la memoria”, afferma la psicologa Ellen Bialystok, ricercatrice della York University di Toronto (Canada). E nel corso di uno studio condotto presso il medesimo ateneo tra gli anziani bilingue si è riscontrato un ritardo medio di 4 anni nella comparsa dei primi segnali di demenza senile.

Così ottieni i migliori risultati. Quando vai al lavoro, infila nel lettore cd della tua auto o scarica sull’mp3 un corso di lingue per principianti. E almeno una volta al mese noleggia un film in lingua originale (cerca però di eliminare i sottotitoli). Poi, quando ti senti un po' più sicuro, per aumentare la tua preparazione puoi iscriverti a qualche sito di social networking che ti permetterà di entrare in contatto con molti madrelingua e fare il definitivo salto di qualità.
Ricercatori della Illinois Wesleyan University di Bloomington (Usa) hanno verificato come alcuni uomini che si sottoponevano a sedute intensive di cardiofitness, erano notevolmente più bravi ad individuare gli errori contenuti in un test rispetto ad altri fisicamente meno allenati. Secondo il dottor Jason Themanson, responsabile dello studio, “chi è più in forma, riesce ad assorbire più ossigeno nel sangue e questo sembra migliorare le funzioni della corteccia cingolata del cervello, quella in cui risiede la nostra capacità di scoprire e ovviare agli errori”.

Così ottieni i migliori risultati. L’interval-training è il modo migliore per migliorare il tuo VO2 max (cioè il massimo volume di ossigeno consumato per minuto). Craig Ballantyne, trainer e autore negli Usa del manuale Turbulence Training, raccomanda di puntare su un allenamento aerobico (come correre o pedalare) e di alternare 30 secondi di volata a 90 di andatura a ritmo rilassato, ripetuti per un totale di 6 cicli. Fai 2 sedute di questo tipo la settimana, insieme con 2 sessioni supplementari della tua normale routine cardio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE