Come difenderti dai funghi

Le migliori strategie per proteggere il tuo organismo da questi agenti nocivi che proliferano con l'umidità. Minacciando soprattutto pelle e polmoni.

1 di 5

L'umidità, inclusa quella di alcune parti del tuo corpo, è la migliore alleata di funghi patogeni che attaccano l'organismo, danneggiando soprattutto la pelle ma attaccando a volte organi delicati come ad esempio i polmoni. Vuoi metterti al sicuro? Ecco superfici e zone a rischio, con tutte le migliori strategie difensive per sterminarli...

Su piedi e inguine

Perché ci proliferano: sono zone caldo-umide, dove la tinea pedis (causa del cosiddetto “piede d’atleta”) e la tigna inguinale (fungo della stessa specie) possono proliferare con la comparsa di antiestetiche macchie biancastre.

Sterminali così: friziona la parte infetta con una crema a base di terbinafina o ciclopiroxolamina (2 volte al giorno per il piede d’atleta, 1 volta per la tigna inguinale). Lava poi biancheria intima e calze a una temperatura superiore ai 60°C: altrimenti, dice un nuovo studio tedesco, le spore riescono a sopravvivere e l'infezione si rigenera proprio attraverso gli indumenti (apparentemente) puliti.

Perché ci proliferano: arrivano in casa dall'esterno (anche e soprattutto attraverso i tuoi abiti), poi si aggrappano a ogni superficie che offra un buon appiglio. E in questo senso le fitte trame pelose dei tappeti sono un ambiente perfetto per i funghi: una specie di serra domestica.

Sterminali così: cospargi del bicarbonato di sodio sul tappeto o sulla moquette, attendi 2 ore, quindi passa l’aspirapolvere. Certo però che se l’area da disinfestare è estesa, allora è meglio chiamare l’impresa di pulizie...

Perché ci proliferano: gli ambienti caldo-umidi come il bagno, più che un habitat, sono un vero paradiso per i funghi.

Sterminali così: oltre a pulire regolarmente pavimenti e sanitari con prodotti specifici, dopo ogni doccia asciuga con un panno la tenda o le pareti del box doccia. Aprire le finestre con regolarità è poi un ottimo metodo per ridurre l'umidità e rendere più difficile la vita ai funghi nemici del tuo organismo. Bagno cieco? Meglio pensare a installare un deumidificatore, o almeno un areatore.

Perché ci proliferano: di solito le cantine sono umide, no? E l'umidità è - come ben sai - il miglior habitat per i funghi. Se è impossibile pensare di proteggere tutta la cantina, puoi però almeno proteggere alcune zone come ad esempio i ripiani su cui conservi bottiglie di vino, conserve e altri alimenti...

Sterminali così: sciogli in acqua calda un po’ di detersivo per capi delicati e pulisci con una spugna la superficie da trattare. Rimuovi ogni residuo con un’altra spugna umida pulita, quindi applica una soluzione di acqua borica e lascia che si asciughi con l'aria: il borato aiuti a prevenire nel tempo la proliferazione di funghi.

Perché ci proliferano: l'eccessiva produzione di sebo, spesso a sua volta conseguenza dello stress, facilita un'eccessiva diffusione della Malassezia, un lievito normalmente presente sulla cute che ad alte concentrazioni aiuta lo sviluppo della forfora. Con conseguenti pruriti e desquamazioni...

Sterminali così: il dottor Ivano Luppino, specialista in Dermatologia e dermatologo plastico a Milano, Roma e Catania, ti consiglia di usare 2 volte alla settimana, per 3 mesi, uno shampoo al ketoconazolo, un principio attivo usato da molti anni nella terapia delle infezioni da funghi. Secondo alcuni ricercatori belgi, il ketoconazolo riduce l’aumento di sebo più dello zinco piritione, principale principio attivo di tanti shampoo antiforfora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Meglio il caffè o il tè verde? 8 buoni motivi per berli (o evitarli)

Meglio il caffè o il tè verde? 8 buoni motivi per berli (o evitarli)

08 aprile 2020

Un mese di esercizi a casa: il programma della prima settimana

Un mese di esercizi a casa: il programma della prima settimana

06 aprile 2020

Impressioni, valutazioni: il primo mese di allenamento di Fabio

Impressioni, valutazioni: il primo mese di allenamento di Fabio

01 aprile 2020

Push-up con sosta, per un torace più ampio

Push-up con sosta, per un torace più ampio

29 marzo 2020

Squat a corpo libero: i consigli di Alice Mastriani per una corretta esecuzione

Squat a corpo libero: i consigli di Alice Mastriani per una corretta esecuzione

25 marzo 2020

Weight training e wall mountain climber: 30 minuti a tutta intensità

Weight training e wall mountain climber: 30 minuti a tutta intensità

25 marzo 2020

Stretching salva-schiena

Stretching salva-schiena

24 marzo 2020

Tre esercizi per un six-pack super veloce

Tre esercizi per un six-pack super veloce

23 marzo 2020

30 minuti di workout full body ad alta intensità: il video di Giorgio Merlino

30 minuti di workout full body ad alta intensità: il video di Giorgio Merlino

21 marzo 2020

Le proteine motore del workout. Quando e cosa mangiare per rendere al meglio

Le proteine motore del workout. Quando e cosa mangiare per rendere al meglio

20 marzo 2020

SALUTE