a cura della Redazione - 15 marzo 2019

Una vista sempre giovane

Per prevenire la cataratta gli occhiali da sole sono indispensabili. Ma serve anche altro: ad esempio un bel boccale di birra...

1 di 4
Secondo una recente indagine della Commissione difesa vista (Cdv) un italiano su due ha problemi di vista, e la percentuale sale all'88% tra chi usa quotidianamente il computer per lavoro o anche solo per divertimento. Sempre secondo la Cdv, comunque, con un minimo di prevenzione si potrebbe evitare il 75% della cecità negli adulti.
Eccoti qualche buona abitudine da seguire per prevenire la cataratta e avere una vista da falco anche quando sarai in là con gli anni...

Se non proteggi gli occhi, lasci che le radiazioni del sole danneggino importanti proteine nel cristallino che filtrano e proiettano la luce sulla retina. Con il tempo, queste proteine non reggono e si opacizzano, dando così origine alla cataratta. "Indossare lenti scure quando si è esposti al sole è dunque indispensabile per proteggere la vista nel lungo periodo", commenta il dottor Elliott H. Myrowitz, professore del Johns Hopkins Refractive Surgery Center, negli USA.
Quale tipo di protezione è adeguata? Occhiali che bloccano il 100% dei raggi UV di tutti i tipi o offrono un assorbimento UV fino a 400 nanometri. E attento: se porti occhiali da sole con un livello di protezione anti-UV inferiore, non solo non hai un'adeguata protezione ma rischi addirittura di avere un danno peggiore: la lente scura farà infatti dilatare le pupille, consentendo il passaggio di ancora più raggi UV.
Uno studio pubblicato dall’American Journal of Clinical Nutrition rivela che gli uomini con rapporto vita-fianchi e indice di massa corporeo (BMI) elevati corrono un rischio di sviluppare la cataratta superiore agli uomini magri. "Essere sovrappeso e avere molto grasso viscerale può causare la cataratta perché induce intolleranza al glucosio e resistenza all’insulina", spiega l’oculista Debra Schaumberg, autrice principale dello studio. Infatti, livelli troppo alti di glicemia possono affaticare e danneggiare i delicati mitocondri nel cristallino, che diventano così più vulnerabili alla cataratta.
Calcola il tuo BMI e, se necessario, butta poi giù quei chili in più.
Vino rosso e birra contengono flavonoidi e polifenoli, antiossidanti che proteggono dai radicali liberi che provocano la cataratta. Secondo uno studio della University of Western Ontario, in Canada, i ricercatori hanno servito ai soggetti diverse quantità di vino rosso, birra bionda e birra scura, misurandone poi gli antiossidanti nel sangue. Risultato: consumare un bicchiere al giorno (indipendentemente dal tipo di bevanda) può ridurre del 50% il rischio di cataratta. "Anche se il vino rosso contiene più flavonoidi, non ha prodotto più antiossidanti nel sangue rispetto alla birra scura o bionda", ha affermato John Trevithick, autore dello studio. Ma non esagerare: dallo studio è infatti emerso che bere tre o più bicchieri di vino o birra al giorno si collega a un aumento fino al 40% del rischio di cataratta. Quando il corpo metabolizza l’alcol, produce radicali liberi, ed è per questo che bere troppo rende vano il beneficio dato dagli antiossidanti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE