04 dicembre 2017

Combatti l’inverno con il topinambur

Fai il pieno di fibre, sali minerali e vitamine con i tuberi

Il topinambur è un tubero che, nonostante il nome esotico, cresce spontaneamente nella nostra Penisola. Lo riconosci per i tipici fiori gialli altissimi che si vedono spesso nei campi. No, non i girasoli anche se, in comune con loro, i fiori del topinambur seguono il sole, tanto da meritarsi il nome ufficiale di Helianthus tuberosus, fiore tuberoso del sole.

Perché fa bene

È molto nutriente e poco calorico (100 gr contengono solo 73 calorie), quindi è perfetto nelle diete.

È ricchissimo di fibre: è l’alimento che contiene più fibre prebiotiche in assoluto. E non è finita: è anche ricco e di minerali come potassio, magnesio, fosforo e calcio e in piccole quantità di zinco, ferro, rame e selenio. Contiene vitamine, in particolare la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E, con vere e proprie proprietà antiossidanti utili a contrastare l’azione dei radicali liberi e a rallentare l’invecchiamento.

Il topinambur, grazie alle fibre, aiuta la digestione e contrasta la stitichezza. Essendo ipocalorico e avendo pochi zuccheri è adatto per i diabetici. Aiuta a ridurre il colesterolo e a stabilizzare il glucosio nel sangue.

È molto versatile, al punto che lo si può mangiare sia cotto (per assumere più fibre) sia crudo (mantenendo intatto il contenuto di vitamine e sali minerali). Crudo, in particolare, è un vero toccasana per l’organismo, disintossicandolo e aumentando le difese immunitarie.

Come mangiarlo

Crudo

Taglia i topinambur a strisce sottili e mettili in una ciotola insieme a un po’ rucola o di spinaci. Cospargili con una vinaigrette fatta mescolando olio di oliva, succo di limone o aceto di vino e un cucchiaino di senape.

Arrosto

Riscalda il forno a 230 gradi. Taglia a fette i topinambur, cospargili di olio di oliva e sale e lasciali marinare. Mettili in forno in una teglia rivestita di carta forno e cuocili finché il bordo è croccante e dorato e la parte interna è ancora morbida e cremosa.

Purè

Usa i topinambur per cucinare un’alternativa salutare al purè di patate. Pela i carciofi, mettili a bollire finché non sono abbastanza teneri (controlla il grado di cottura con una forchetta) e passali nello schiacciapatate con un filo di olio di oliva. Aggiungi sale e pepe secondo i tuoi gusti.

Grigliato

Fai sciogliere del burro in una casseruola. Salta i tompinambur, la cipolla tritata e qualche spicchio d’aglio finché cipolla e aglio non diventano semitrasparenti. Aggiungi del vino bianco secco e cuoci, lasciando evaporare il vino, finché i topinambur non sono teneri. Servi con una spruzzata di timo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Obiettivo pettorali

Obiettivo pettorali

13 dicembre 2018

5 mosse divoracalorie

5 mosse divoracalorie

08 dicembre 2018

Il teenager più in forma d'Italia

Il teenager più in forma d'Italia

06 dicembre 2018

Workout salva-schiena

Workout salva-schiena

02 dicembre 2018

I trucchi per non mollare

I trucchi per non mollare

29 novembre 2018

Tre esercizi per un six-pack super veloce

Tre esercizi per un six-pack super veloce

28 novembre 2018

Potenzia i polmoni

Potenzia i polmoni

25 novembre 2018

Prova il functional training

Prova il functional training

23 novembre 2018

Sei trucchi per dimagrire

Sei trucchi per dimagrire

22 novembre 2018

Recupero senza stop

Recupero senza stop

20 novembre 2018