a cura della Redazione - 17 marzo 2019

Denti e cibo: vero/falso?

Antichi rimedi e assurde credenze nel rapporto tra tavola e igiene orale. Dal succo di limone alle bibite gassate, facciamo un po' di chiarezza fra ciò che è vero e ciò che non lo è.

1 di 6
Vero. Una ricerca pubblicata dal Journal of Dentistry ha appurato che l’eugenolo, principio attivo presente nei chiodi di garofano, agisce sul nervo del dente quasi come un anestetico. In una situazione di emergenza, puoi allora infilare tra la guancia e il dente dolorante un chiodo di garofano, senza masticarlo, mentre cerchi il dentista più vicino.
Falso. Potrebbe anzi ottenere l’effetto opposto: "Il latte è ricco di vitamina D e calcio (che fanno bene ai denti), ma è anche carico di lattosio, uno zucchero naturale", avverte il professor Gianfranco Aiello, presidente dell’Aedi, l’Accademia di estetica dentale italiana. "Se ne bevi un bicchiere subito prima di coricarti rischi di spalmare sui denti uno strato di zuccheri che avranno poi tutto il tempo durante la notte di favorire la formazione di carie ".
Vero. Alla University of the Pacific di San Francisco (Usa) hanno appurato che masticare gomme migliora l’igiene orale del 35%, perché aiuta a eliminare placca e residui di cibo. Per ottenere i massimi risultati, metti in bocca 3 chewing-gum allo xilitolo (un dolcificante naturale) al giorno e masticali ognuno per 20 minuti: secondo l’International Association for Dental Research, ridurrai i batteri della bocca e terrai a bada le carie.
Falso. Frutti troppo zuccherini non giovano all'igiene orale, ma altri invece sì. Le mele, secondo studi della Colorado State University (Usa), sono ad esempio ricche di fibre che aiutano a pulire i denti e allo stesso tempo massaggiano le gengive durante la masticazione. Mentre i ricercatori del Rochester Medical Center di New York (Usa) hanno scoperto che i mirtilli rossi contengono una sostanza antibatterica che impedisce alla placca di aggrapparsi ai denti, riducendo dell’80% i suoi depositi e i rischi di tartaro: vanno bene sia freschi sia disidratati, senza zuccheri aggiunti.
Falso. Non è un buon sostituto dei bleaching, i trattamenti sbiancanti per i denti. "È un acido e ha quindi un’azione abrasiva sullo smalto", avverte il professor Gianfranco Aiello.
Vero . Un pool di scienziati dell’Università di Birmingham (GB) conferma che l’anidride carbonica delle bibite gassate ha questo indesiderato effetto sui denti. "E uno smalto corroso rende i denti sensibili ed espone al rischio di infezione zone più “interne”, come la dentina e la polpa ", spiega il dottor Tony Smith, autore della ricerca. Clicca qui e trova le risposte ad altri 3 grandi dubbi sull'igiene orale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Ciclismo, la scelta del mezzo e le regole del gruppo

Ciclismo, la scelta del mezzo e le regole del gruppo

15 luglio 2019

Il crunch perfetto

Il crunch perfetto

10 luglio 2019

Nuoto: il "trampolino di lancio" della triplice

Nuoto: il

08 luglio 2019

Forza gambe: gli squat al multipower secondo Clemente Russo

Forza gambe: gli squat al multipower secondo Clemente Russo

05 luglio 2019

La nuova frontiera del fitness

La nuova frontiera del fitness

01 luglio 2019

Workout: 10 trucchi anti-noia

Workout: 10 trucchi anti-noia

30 giugno 2019

Allenamento a tutta birra

Allenamento a tutta birra

27 giugno 2019

Sara Gama: difensore in campo, attaccante nella vita

Sara Gama: difensore in campo, attaccante nella vita

25 giugno 2019

15 step per diventare triatleta: garantisce Daniel Fontana

15 step per diventare triatleta: garantisce Daniel Fontana

24 giugno 2019

Proteine: le 10 verità

Proteine: le 10 verità

23 giugno 2019

SALUTE