a cura della Redazione
- 09 December 2020

Cannabis light: il nuovo servizio di consegna sicuro e riservato

Matteo Moretti e Elio Viola, nel 2018 hanno fondato JustMary, la prima app di cannabis delivery in Italia. Nata nel capoluogo lombardo, oggi JustMary è operativa a Firenze, Torino, Roma e Catania e punta all’espansione in Europa. Ma come nasce e come funziona il business della marijuana legale in Italia?

1 di 5

JustMary nasce nel 2018 quando la cannabis light, in tutta Italia e soprattutto a Milano, attraversa un grosso boom di richieste; c’erano negozi che aprivano in ogni piazza. Noi lavoravamo per una start up di delivery vinicola e ci siamo immediatamente resi conto che, nonostante l’incremento vertiginoso delle vendite dei prodotti a base di cannabis light, il settore delivery era ancora completamente inesplorato. Se si può vendere vino a domicilio, perché non dovrebbe essere possibile fare lo stesso per la cannabis light?

Elio è un avvocato, e il suo contributo è stato cruciale per gestire l’aspetto legale di JustMary che, come è facile immaginare, non è esattamente semplicissimo. Io invece sono un trader professionista già impiegato per un’azienda finanziaria a Milano; ho gestito, naturalmente, l’aspetto più strettamente finanziario del progetto. La sfida che ha richiesto più attenzione è stata la scelta dei fornitori della cannabis light: abbiamo sempre fatto l’impossibile per poterci affidare soltanto a partner in grado di garantirci la massima qualità.

Come avete raggiunto i primi clienti?

Per raggiungere i clienti, all’inizio, abbiamo creato una app, la “prima” JustMary. Purtroppo, sia Apple Store sia Google Store l’hanno bannata nell’arco di un paio di mesi: a quanto pare la cannabis light, benché legale, non è ancora un prodotto ben visto e tollerato.

Per ripartire, abbiamo ricostruito il nostro shop online, www.justmary.fun, ricontattando tutti i clienti e rimettendo in sesto il business. Complice anche questo scossone, il nostro 2018 si è chiuso con un fatturato modesto.

Il 2019 però è cominciato meglio: grazie a una forte campagna pubblicitaria siamo riusciti a farci conoscere e ad avviare un crowdfunding. I ricavati di questa iniziativa, sommati ad altri investimenti da parte nostra, ci hanno permesso di espanderci su Firenze. Da lì gli affari hanno ripreso slancio e, dopo un secondo crowdfunding, abbiamo aperto anche a Torino e Roma. Il 2019, malgrado i vari scossoni subiti dal mercato della Cannabis dopo i decreti Salvini, ha premiato quindi la nostra tenacia: a fine anno abbiamo raggiunto quota duecentomila euro di fatturato.

Nei primi mesi del 2020 abbiamo dedicato ogni nostra risorsa alla diffusione del brand, cercando in tutti i modi di farci conoscere. Gennaio si è chiuso con quarantacinquemila euro di fatturato, febbraio con cinquantamila. E poi è arrivata la pandemia…

LEGGI ANCHE

Cannabis light, effetti, dosaggio e cosa dice la legge

Come avete affrontato la pandemia?

Di fronte alla diffusione del Covid-19 abbiamo intensificato i nostri sforzi per rimanere a galla, anche triplicando i rider. E ancora una volta siamo stati premiati. Il lockdown, infatti, ha fatto crollare la distribuzione illegale della cannabis, spianando la strada a chi come noi invece vende la cannabis light legalmente. Noi in più, essendo gli unici a fare le consegne a domicilio, abbiamo avuto un vero e proprio boom di vendite. Grazie ai nuovi investimenti abbiamo rilanciato il brand JustMary e ampliato la gamma dei prodotti acquistabili sul nostro sito, circondandoci anche di tester per verificare la qualità di ciò che vendiamo. Alla fine del lockdown il fatturato di JustMary si è stabilizzato intorno ai centocinquantamila euro mensili. Attualmente la nostra crescita è regolare: aumentiamo il nostro fatturato del 10% ogni mese. La lezione importante da imparare è che il business fondato sulla consegna a domicilio della cannabis light legale è possibile e che che la lotta all’illegalità, se fosse condotta attraverso la legalizzazione definitiva della cannabis light anziché nel segno del proibizionismo, farebbe molto bene al mercato e all’economia.

Siete come Amazon ma specializzati sulla Cannabis Light legale?

Una distinzione che è sempre molto importante fare nel nostro caso è che noi non siamo “venditori di cannabis light”. Noi, di fatto, non pubblicizziamo e non vendiamo il prodotto, cioè la cannabis light e i suoi derivati. Noi siamo un servizio, proprio come Amazon, attraverso cui i consumatori possono acquistare direttamente dai fornitori la cannabis light in modo pulito, legale, anonimo e trasparente.

Il nostro cliente conosce e vuole già il prodotto, che è, de facto, un prodotto di wellness: deve solo scoprire e verificare che attraverso di noi lo può acquistare senza la scomodità di uscire e andare dal tabaccaio, o senza i rischi legati al mercato illegale e senza incorrere in quegli spiacevoli misunderstanding come incontrare un collega, un parente o tuo figlio mentre stai uscendo dal cannabis shop nella piazza della tua città. I nostri rider viaggiano con motorini anonimi, con zaini ed equipaggiamento senza brand, proprio perché la nostra forza è anche la protezione della privacy. Certo, se l’italiano medio non fosse così prevenuto verso la cannabis, sia pure legale e light, questo aspetto passerebbe in secondo piano ma, purtroppo, nonostante le leggi e gli studi a supporto dell’innocuità della cannabis light, oggi per molti è ancora a tutti gli effetti una droga.

Ci racconti del caso Verona calcio?

Quella storia è una prova di quanto ancora sia arretrata la mentalità italiana in materia di cannabis: JustMary era stata scelta come sponsor del Verona Calcio, ma questa decisione ha immediatamente sollevato un vespaio di polemiche. “Intollerabile! La marijuana non deve entrare nello stadio!” Hanno polemizzato in molti ma alla fine siamo presenti come sponsor sui led a bordo campo.

Com'è distribuita la clientela?

Il dato più interessante che abbiamo raccolto di recente è che, più è scrupolosa l’attenzione alla privacy, più aumenta la clientela femminile. Tra i giovani, molte ragazze ne fanno uso per lenire mal di testa, dolori mestruali e mal di stomaco, o per combattere lo stress. Una grossa fetta della nostra clientela, circa il 30%, è sopra i cinquantacinque anni e, in generale, la maggior parte dei nostri compratori ha più di 25 anni. Non sono ragazzini, insomma. Soltanto il 10% di chi compra attraverso di noi è compreso nella fascia d’età che va tra i 18 e i 25.

Come fate a garantire la qualità dei prodotti?

È semplice: da una parte ci appoggiamo soltanto ai fornitori più accreditati e affidabili, dall’altra lasciamo a ogni cliente la possibilità di recensire pubblicamente ciò che compra sul nostro sito, in modo che il nuovo consumatore possa trovare opinioni imparziali in merito che lo guidino nel suo acquisto.

Se uno non è un fumatore, cosa può trovare su JustMary?

In realtà, formalmente, nessun prodotto su JustMary deve essere considerato un prodotto da “consumare”. Legalmente, in Italia, i prodotti a base di cannabis light possono essere venduti soltanto come prodotti da collezione. Detto questo, privatamente il cliente è libero di farne quello che vuole. Buona parte del catalogo è per fumatori, ma sono disponibili anche oli da bere e tisane.

Qual è il futuro di JustMary?

In Italia, fatta eccezione per alcune realtà locali di alcuni cannabis shop che gestiscono una piccola rete di distribuzione a domicilio, JustMary è, per adesso, l’unica start up di delivery di cannabis light sul mercato. Dopo aver aperto a Milano, Firenze, Torino, Roma e Catania, abbiamo intenzione di espanderci anche in Europa, a cominciare da Berlino. Il nostro obiettivo è quello di consolidare un business all’interno di un settore in espansione in modo, da una parte, di ricompensare i nostri sforzi e i nostri sacrifici e, dall’altra, di creare nuovi posti di lavoro in Italia.

Quindi JustMary è solo per chi vive in centro?

Assolutamente no! Per quanto riguarda Milano, la nostra distribuzione abbraccia l’intero hinterland. Un discorso simile vale anche per Torino, dove cerchiamo di raggiungere la periferia. A Firenze siamo presenti anche nei paesi circostanti, così come a Catania. A Roma, infine, copriamo tutta l’area interna del primo raccordo anulare. Dovunque abiti il cliente, all’interno di queste zone, il nostro fattorino potrà raggiungerlo entro 45 minuti, con la massima discrezione. Per le consegne al di fuori delle aree elencate ci affidiamo ai corrieri espressi.

Quanto vale il mercato della Cannabis Light in Italia?

La stima è difficile per via della concorrenza del mercato illegale. Durante il lockdown, quando il mercato illegale era compromesso, il nostro fatturato è schizzato alle stelle. Usciti dall’isolamento, la concorrenza del prodotto illegale è tornata. Quello che è certo è che JustMary, finora, ha toccato un fatturato massimo di mezzo milione di euro e ha dato lavoro, in soli due anni, a più di quaranta persone. Il mercato della cannabis light è ricco e promettente, insomma, ma c’è bisogno di maggior apertura mentale e di leggi coerenti perché funzioni a dovere.

LEGGI ANCHE

Cannabis light, effetti, dosaggio e cosa dice la legge

Su www.Justmary.fun non troverete soltanto marijuana legale da fumare di qualità eccezionale ma anche diversi prodotti ancillari e, soprattutto, alcune alternative interessanti per gustare i benefici del CBD senza per forza ricorrere al fumo. C’è, per esempio, un’intera sezione dello shop dedicata agli oli da bere e persino alcune varietà di marijuana pensate appositamente per preparare deliziose tisane. In questo caso, il gusto della cannabis light è sapientemente temperato da aromi naturali che ne rendono ancora più piacevole il consumo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Il programma perfetto per avere super addominali

Il segreto per avere un fisico scolpito? Allenati meglio, non di più. Di seguito un circuito per allenare al top i tuoi addominali.

Il programma perfetto per avere super addominali

18 January 2021

Migliora la mobilità e cancella il dolore allenando i muscoli giusti

Lo stretching e il foam rolling possono aiutarti solo fino a un certo punto. Quello che devi fare per avere muscoli forti, sani ed elastici è eliminare gli squilibri con movimenti precisi e specifici. Prova con l'innovativo programma ideato da Greg Roskopf, allenatore, tra gli altri, del golfista Bryson DeChambeau

Migliora la mobilità e cancella il dolore allenando i muscoli giusti

13 January 2021

Ellittica vs tapis roulant: pro e contro

Non tutte le macchine cardio funzionano allo stesso modo. Abbiamo messo a confronto ellittica e tapis roulant, per analizzare vantaggi e svantaggi.

Ellittica vs tapis roulant: pro e contro

11 January 2021

Esercizi schiena: elimina lo stress con la postura corretta

Un core forte non serve solo per farsi bello davanti allo specchio. il core forte ti aiuta a migliorare la postura e questo, a sua volta, è un valido alleato per combattere lo stress

Esercizi schiena: elimina lo stress con la postura corretta

07 January 2021

Meglio il caffè o il tè verde? 8 buoni motivi per berli (o evitarli)

Per darti la carica prima del workout o anche solo per affrontare la giornata di lavoro, il caffè e il tè sono gli alleati giusti. Ma qual è più efficace?
Meglio il caffè o il tè verde? 8 buoni motivi per berli (o evitarli)

04 January 2021

Tre esercizi per un six-pack super veloce

Esegui crunch doppio, inverso e rotazione del busto con la palla medica: tre esercizi semplici e rapidi per i tuoi addominali. E se non hai la palla medica a disposizione, nessun problema, puoi sempre rimpiazzarla con quello che trovi in casa: libri, scatole, palle o sacchetti

Tre esercizi per un six-pack super veloce

03 January 2021

Le mosse giuste nel giorno di recupero

Allenarsi ogni singolo giorno della settimana non è la strategia giusta. Recupera per 24 ore e avrai benefici fisici e mentali.

Le mosse giuste nel giorno di recupero

29 December 2020

Migliora il tuo lato B

Forse non ci hai mai pensato, ma un "lato B" che si rispetti non è una prerogativa importante "solo" per le donne. Ti piacerebbe avere un didietro da urlo? Allenati con noi e inizierai a notare sguardi attenti quando ti volti.
Migliora il tuo lato B

27 December 2020

3 nuovi cardio-training

I migliori programmi d'allenamento intensivo per tenere in forma il cuore, bruciare il grasso e migliorare la tua forma fisica
3 nuovi cardio-training

23 December 2020

30 burpee al giorno per 15 giorni: quali sono i risultati?

Dopo due settimane di 10 burpee al giorno ripetuti per tre sessioni, i benefici non riguardano solo la forza. Migliora l'energia e, a livello mentale, la fiducia in se stessi

30 burpee al giorno per 15 giorni: quali sono i risultati?

16 December 2020

SALUTE