di Rosario Palazzolo - 21 settembre 2018

Un campione non smette mai di allenarsi. Ricciardo lo fa anche a 10mila metri

Il pilota del Mondiale di Formula 1 ha pubblicato sui Social il video di una routine di allenamento praticata mentre era in volo di ritorno dal Gran Premio. I suoi consigli sul sito RedBull

Stretching e allenamento a 10mila metri di quota, sull'aereo che lo riportava a cassa dal Gran Premio di Singapore. Daniel Ricciardo, il pilota di Formula 1 del team RedBull, sfrutta ogni minuto del suo tempo per non perdere la forma fisica che gli è indispensabile per sfrecciare a oltre 350 chilometri orari sui bolidi di Formula 1.

Siamo poco abituati a pensare ai piloti come a dei super atleti, perché li vediamo solamente la domenica nelle loro tute super sponsorizzate mentre si accingono a entrare in gara. Ma la prestazione sportiva che si concentra nel tempo di una gara, poco più di un'ora e mezzo in generale, in realtà cela una preparazione psicofisica costante e di altissimo livello.

Daniel e i suoi colleghi del Mondiale F1 sono atleti super-allenati, ma anche loro (come fanno alcuni a casa o in ufficio) sono costretti a sfruttare ogni mezzo e ogni momento per non perdere quello stato di forma essenziale.

Le immagini dell'allenamento “aereo” di Daniel ci offrono l'opportunità di riproporre alcuni e consigli di allenamento che lo stesso pilota ha pubblicato sul sito ufficiale di RedBull per spiegare le 5 zone chiave sulle quali concentra la sua preparazione


Collo

Daniel Ricciardo: "Quando ci si allena per correre in macchina, bisogna allenare i gruppi muscolari principali, e uno dei più importanti è il collo

Un esercizio utile è sdraiarsi sulla schiena, sollevare la testa e girare lentamente il collo da sinistra a destra e viceversa. Cercate di fare 75 ripetizioni, poi rifate l’esercizio stando sdraiati sulla pancia. Questo sviluppa una buona resistenza agli sforzi, ed è un esercizio che vi mette al riparo da infortuni perché non viene usato nessun peso se non quello della vostra testa. Il collo è un’area molto delicata, per cui evitate di partire utilizzando subito una piastra da 10 kg - per arrivare a quello ci vuole un po’ di tempo".

Tronco

Per quest’area, un ottimo esercizio di base è il ponte, o plank come lo chiamano alcuni. Permette non solo di rinforzare la zona lombare e il busto, ma man mano che ripeti questo esercizio ti insegna anche a controllare il respiro

Reattività

DR: “Allenare reattività e riflessi può davvero aiutarti ad alzare il tuo rendimento. Un esercizio: mettiti in piedi davanti a un muro, lo sguardo fisso sul muro. Dietro di te, un tuo compagno lancia palline da tennis contro quel muro. Quando la palla rimbalza, devi riuscire a prenderla al volo con una mano. E’ un allenamento ottimo per riflessi e visione periferica, ed è pure molto divertente”.

Agilità

DR: “Un buon esercizio per velocità e agilità è usare la speed ball, o palla tesa, utilizzata nell’allenamento di boxe. Concentrarsi per colpirla ti aiuta ad allenare ritmo, precisione, scioltezza muscolare, e aiuta anche la resistenza, In generale la boxe è uno dei miei allenamenti preferiti”

Cardio

DR: “in ogni allenamento, sia finalizzato alle corse in macchina o ad altro, è una buona idea inserire esercizi base per sviluppare resistenza, il mio preferito in questo campo è la bici. Uscite spesso in bicicletta, con l’obiettivo di riuscire a mantenere un battito cardiaco regolare anche sotto sforzo. La durata dei miei allenamenti in bici varia molto di uscita in uscita, ma per essere utile a sviluppare resistenza l’ideale è pedalare per almeno due ore e mezza”

"Cercate di rinnovarvi sempre"

Credo che una delle cose più importanti nell’allenamento, soprattutto per chi è agli inizi, sia quello di cambiare continuamente, e di fare cose che ci divertono. Allenarsi può essere divertente ed è importante che lo sia: introdurre nel proprio programma nuovi esercizi invece di ripetere di continuo gli stessi sicuramente aiuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE