Cambio dell'ora, torna l'ora solare: quali rischi per il nostro orologio biologico?

La Società Italiana di Endocrinologia ci aiuta a capire quali effetti ha l'alternanza sul nostro fisico

Foto: Getty Images

Ancora una volta siamo in procinto di spostare le famigerate lancette dell’orologio: indietro di un’ora per tornare a quella solare e lasciare quella legale. Sarà l’ultima volta?

Il dibattito sulla questione è sempre più acceso e ravvivato dal fatto che c’è l’esigenza di risparmiare energia, vista la crisi che stiamo vivendo. Le opinioni da sempre sulla questione sono diverse: molti soffrono di questo spostamento due volte l’anno, c’è chi vorrebbe ora legale tutto l’anno e viceversa.

Quale potrebbe essere la scelta più conveniente tenendo conto anche della posizione geografica del nostro Paese e degli effetti sulla nostra salute?

IL CAMBIO DELL'ORA E L'OROLOGIO BIOLOGICO

A chi chiede a gran voce l’ora legale tutto l’anno per godere di un’ora in più di luce la sera ha di recente risposto in una nota la Presidente della della Società Italiana di Endocrinologia professoressa Annamaria Colao che ha spiegato: “Se da una parte il passaggio due volte l’anno da solare a legale e viceversa implicano tutta una serie di piccoli disturbi dovuti al passaggio per un’ampia fetta di popolazione, che di fatto scomparirebbero se il cambio non vi fosse più, l'ora legale permanente potrebbe essere poco in sincrono con l'orologio biologico accrescendo fino al 20% il pericolo di conseguenze negative sul metabolismo e il sistema cardiovascolare”.

A sostegno delle parole della SIE l’esempio degli USA e la conferma da parte della Società per la ricerca sui Ritmi Biologici che ha coinvolto esperti del settore per scrivere un Position Paper sulle conseguenze della scelta di vivere in base all'ora legale o all'ora solare (ST). I cittadini che vivono all’estremità ovest di un fuso orario e che di fatto, sperimentano una situazione molto simile a quella che si verificherebbe in Italia adottando l’ora legale tutto l’anno, dormono mediamente 20 minuti in meno ogni notte, ovvero perdono circa 115 ore di sonno all'anno.

Dati alla mano queste persone hanno sperimentato un calo del 3% della produttività, hanno visto aumentare dell'11% la loro probabilità di sovrappeso e visto salire del 21% la possibilità di andare incontro a obesità e diabete. Anche il rischio di attacchi cardiaci è salito del 19%, mentre quello di tumore al seno è aumentato del 5%.

Mantenere l’ora legale tutto l’anno senza il consueto cambio a fine ottobre, inoltre, si traduce in un’ora in meno di luce al mattino. “In questo senso è necessaria una doverosa premessa - chiarisce ancora la professoressa Colao -: il tempo di esposizione alla luce solare non è condizionabile, pertanto la nostra scelta è solo a che ora far iniziare la giornata lavorativa. Mantenere l’ora legale tutto l’anno costringerebbe molte attività commerciali a rimanere aperte un’ora in più la sera e a consumare per assurdo, più energia perché il sole tramonta prima e quindi occorre accendere la luce prima!”

L'ALTERNANZA TRA ORA LEGALE E SOLARE E' POI COSI' NEGATIVA?

La nostra collaudata alternanza è così male? Ancora una volta la professoressa Colao chiarisce : “E' bene sottolineare che il cambio determina dei disturbi che non vanno né minimizzati né sottovalutati. In particolare, è stato osservato un aumento del rischio di incidenti stradali fatali durante i cinque giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì) dopo la transizione all'ora legale. La posizione dell'Accademia americana di medicina del sonno è che i cambi di orario stagionali dovrebbero essere aboliti a favore di un orario standard fisso, nazionale, tutto l'anno. C’è infatti, abbondanza di prove accumulate che indicano come la transizione acuta dall'ora solare all'ora legale comporti rischi significativi per la salute pubblica e la sicurezza, incluso un aumento del rischio di eventi cardiovascolari avversi, disturbi dell'umore e incidenti automobilistici”.

Ci sono delle persone che più delle altre sperimentano il disagio dovuto al cambio? “Non esistono studi di popolazione che ci permettano di rispondere a questa domanda. In uno studio svedese, l'effetto del passaggio primaverile all'ora legale sull'incidenza dell'infarto miocardico acuto è stato leggermente più pronunciato nelle donne che negli uomini e l'effetto autunnale è stato più pronunciato negli uomini che nelle donne - risponde la Presidente Sie che aggiunge -. Le analisi separate dei periodi 1987–1996 e 1997–2006 hanno prodotto essenzialmente gli stessi risultati di quelli dell'intero periodo 1987–2006. Gli effetti delle transizioni sono stati costantemente più pronunciati per le persone di età inferiore a 65 anni rispetto a quelle di età pari o superiore a 65 anni".

D’altra parte non si può tenere in debito conto, come osserva ancora l’esperta che : “Sebbene gli effetti cronici della permanenza nell'ora legale durante tutto l'anno non siano stati ben studiati, l'ora legale è meno allineata alla biologia circadiana umana che, a causa degli impatti del ciclo luce/oscurità naturale ritardato sull'attività umana, potrebbe causare un disallineamento circadiano, che è stato associato in alcuni studi con un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, sindrome metabolica e altri rischi per la salute”.

C’è qualcosa che si può fare per attenuare questo disagio? Forse sì, conclude l’esperta: “Come Società Italiana di Endocrinologia, abbiamo proposto la creazione di un osservatorio per capire meglio cosa accade nella nostra popolazione e se, effettivamente, non sarebbe più saggio restare sull’ora solare invece che legale. Uno dei temi è certamente legato al cambio dell’ora che si accompagna a stress per almeno 1 settimana: i dati di osservazione internazionale riportano i dati a questo intervallo ma non sappiamo se lo stress possa essere più prolungato”.

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Allena i muscoli deltoidi con l'esclusivo workout ideato per te da Giacomo Spazzini

Secondo appuntamento con il trainer del mese Giacomo Spazzini: per te un circuito dedicato interamente allo sviluppo del deltoide. Sei pronto a cominciare?

Allena i muscoli deltoidi con l'esclusivo workout ideato per te da Giacomo Spazzini

07 February 2023

5 consigli per allenarti anche in andropausa

Il calo dei livelli di testosterone nel corpo maschile può avere delle ripercussioni anche a livello fisico. Per allenarsi al meglio, è necessario seguire alcuni semplici consigli

5 consigli per allenarti anche in andropausa

06 February 2023

Come preparare la tua prima mezza maratona

Cosa ne dici di metterti alla prova sui 21 km? Allenati seguendo i consigli dei migliori coach di atletica

Come preparare la tua prima mezza maratona

05 February 2023

Vuoi aumentare il volume dei tuoi muscoli? Prenditi una pausa dai pesi

Non ti preoccupare per i tuoi muscoli. Smettere di allenarti con i pesi, anche per qualche settimana, non farà altro che migliorare il tuo fisico e farà bene anche alla tua motivazione

Vuoi aumentare il volume dei tuoi muscoli? Prenditi una pausa dai pesi

04 February 2023

Michele Lamaro guida l'Italrugby al Sei Nazioni: "Andiamo all'attacco"

Alla vigilia del torneo abbiamo intervistato il capitano della nazionale italiana per parlare di squadra, allenamento, obiettivi e passioni. E ci ha detto che l'Italia è pronta a tutto

Michele Lamaro guida l'Italrugby al Sei Nazioni:

03 February 2023

Le 5 piste nere più spettacolari d'Italia

Gli sciatori più esperti sono perennemente alla ricerca di nuove pendenze sulle quali mettersi alla prova. Ecco le piste italiane più tecniche e spettacolari

Le 5 piste nere più spettacolari d'Italia

02 February 2023

I benefici della corsa al mattino

Trovare la forza di volontà e l’energia per correre di prima mattina non è certo semplice, ma è un allenamento che produce innegabili vantaggi. Ecco quali sono

I benefici della corsa al mattino

02 February 2023

Allenati con Men's Health e i migliori trainer d'Italia

Da oggi i migliori personal trainer e fitness coach d’Italia sono nostri ospiti per proporti circuiti di allenamento dedicati ogni volta a un obiettivo specifico

Allenati con Men's Health e i migliori trainer d'Italia

01 February 2023

Cardio o pesi: quale allenamento è migliore per dimagrire?

La Scienza conferma che sia l'allenamento cardio sia quello con i pesi è utile per perdere il grasso in eccesso in modo efficace e in salute

Cardio o pesi: quale allenamento è migliore per dimagrire?

31 January 2023

Vuoi un core forte e addominali d'acciaio? Aggiungi questo esercizio al tuo workout

Aggiorna la tua routine dedicata agli addominali con il Kneeling Half Moon: avrai un core più stabile e forte, e allenerai anche le spalle

Vuoi un core forte e addominali d'acciaio? Aggiungi questo esercizio al tuo workout

29 January 2023

SALUTE