a cura della Redazione - 21 dicembre 2018

Ascolta il tuo corpo

Quel cigolio, quel colpetto possono essere un campanello d'allarme per qualcosa di importante. Sempre meglio approfondire. Scopri come...

1 di 6
È il rumore che proviene dai tessuti morbidi della bocca e dalla vibrazione della gola quando respiri. Cerotti nasali e spray aiutano, ma perdere peso è sicuramente la miglior soluzione.

Vai dal dottore se
boccheggi di notte, ti svegli tutto sudato e ti senti stanco e assonnato di giorno. Potresti soffrire di apnea notturna, che ostacola il flusso d’aria e può aumentare il rischio di diabete e ictus. Potresti aver bisogno di una macchina CPAP (Continous Positive Airway Pressure) che ti consente di aprire le vie aeree di notte. Ma se sei in forma e non soffri di apnea, puoi scegliere l’inserimento nel palato molle di impianti-pilastro per ridurre le vibrazioni o un’operazione per rimodellare le vie aeree.
Di solito sono la conseguenza di tre cause: o i tendini sfregano contro le giunture o hai dei versamenti di liquidi che scoppiano come bolle o, infine, le giunture non sono perfettamente in sede.

Vai dal dottore se
ti fa male, si gonfia o si blocca la parte interessata o se i sintomi limitano la tua attività, sportiva e non. Il dolore al ginocchio può essere provocato da un menisco lacerato, e il dolore alla caviglia potrebbe essere una artrite o un tendine danneggiato.
La tua pancia si contorce. Tra un pasto e l’altro, ogni due ore circa, il tuo tratto gastrointestinale ha molte contrazioni intense e spesso rumorose, che servono a pulire tutti i detriti del cibo. Ma uno stomaco che ringhia non si mette a tacere con una merenda. Cerca di non mangiare fuori pasto.

Vai dal dottore se
il rumore è accompagnato da dolore e gonfiore, specialmente se senti gorgogliare quando premi la pancia. Ma non preoccuparti troppo: solo in casi rari l’intestino si può contrarre troppo o troppo poco o puoi avere un’ostruzione da risolvere chirurgicamente.
Il fischio all’orecchio è chiamato tintinnio ed è tutto nella tua testa. Lo senti quando il tuo cervello interpreta come rumore i segnali elettrici spuri. A innescare il tutto può essere un danno all’interno dell’orecchio. Per prevenirlo, può servire l’uso di tappi quando ci si trova in ambienti rumorosi.

Vai dal dottore se
il tintinnio è costante e da un orecchio solo. Potrebbe essere causato da un’infezione nell’orecchio. La maggior parte di questi fenomeni però non hanno cause né cure specifiche.
Se il rumore è forte e secco, la tua giuntura temporomandibolare – tra la parte superiore e inferiore della mascella – potrebbe essere fuori allineamento. Ma questo non è necessariamente un problema.

Vai dal dottore se
la mascella si blocca e non si apre o non si chiude più. E se bruxi di notte, indossa un paradenti per non aumentarne lo stress, che potrebbe portare al deterioramento della giuntura e quindi al dolore, oltre al fatto che rischi seriamente di danneggiarti i denti. In tutti questi casi, tratta la tua mascella come quella di un bambino: evita di mangiare cicche, caramelle morbide, panini e, purtroppo, anche la bistecca.
Quando l’aria si muove negli spazi troppo stretti il naso suona come una tromba soffocata. Se non basta soffiarselo, bisogna aspettare che il raffreddore passi o provare con gli sciacqui nasali di soluzione salina o gli spray nasali steroidei.

Vai dal dottore se
il fischio inizia dopo un infortunio. Un pugno in faccia o un’ispezione del naso troppo vigorosa possono causare la perforazione del setto nasale, curabile solo tramite chirurgia. Il chirurgo utilizzerà della cartilagine presa da un’altra zona, come per esempio l’orecchio, per metterci una piccola pezza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE