di Anne Hayes - 07 July 2021

La colazione migliore

Come pasto più importante della giornata, la colazione prevede un'assunzione di calorie medio-alta. Meglio di un croissant caldo, però, ci sono tante opzioni.

Che cosa c'è di meglio di un croissant caldo, profumato e burroso? Tante co se. Anche se la scienza conferma che la colazione è il pasto più importante della giornata e quindi possiamo assumere un po’ di calorie, la brioche non è l’ideale. Certo, te la puoi concedere ogni tanto ma per evitare calorie vuote e restare sazio almeno fino a pranzo devi scegliere una colazione più energetica.

La colazione ideale deve contenere un terzo di proteine di alta qualità. Bastano due uova in camicia o strapazzate per raggiungere questa quota e inviare ai muscoli 14 grammi di aminoacidi, oltre a sostanze nutritive essenziali come la vitamina B12, il selenio, lo iodio e i grassi omega 3.

Dando la priorità alle proteine sarai più sazio e mangerai meno schifezze durante la giornata. Le proteine infatti alterano l’attività cerebrale nelle regioni collegate alla motivazione e al mangiare come atto consolatorio, così non avrai la tentazione di aprire un pacchetto di biscotti alle 11 della mattina.

Oltre alle proteine la colazione deve contenere carboidrati. Non deve trattarsi per forza di pane fatto con il lievito madre, basta che sia integrale, possibilmente con 2 grammi di fibre insolubili per fetta (leggi l’eti chetta sulla confezione per capire quante fibre ha), così da aiutare l’intestino, proteggerti dal cancro al colon e contribuire ai 30 grammi di fibre giornalieri consigliati.

Infine la colazione deve contenere 80 grammi di verdura, per esempio funghi o pomodori grigliati, che sono molto ricchi di sostanze nutritive e di fibre solubili. Le fibre solubili sono il cibo ideale per il microbioma del tratto digestivo e intestinale, lo aiutano a produrre acidi grassi a catena corta che riducono il rischio di diabete di tipo 2, obesità e malattie cardiache.

© RIPRODUZIONE RISERVATA