23 February 2021

Stop alle apnee notturne

Se dormi otto ore e sei spesso di cattivo umore o ti senti ancora stanco, è probabile che tu soffra di apnea notturna, disturbo molto comune tra gli uomini che può anche aumentare il rischio di altre gravi malattie. Ecco come gestirla.

Quando dormi poco e male sei di cattivo umore e fai fatica a concentrarti. È normale. Quello che all’apparenza è poco normale è avere gli stessi effetti dopo aver dormito per otto ore. In questo caso significa che in realtà non stai riposando come devi. È probabile che tu, come un uomo su quattro, soffra di apnea notturna.

L’apnea notturna è un disturbo nel quale la lingua e i muscoli della gola si rilassano e rendono più difficoltosa la respirazione, potenzialmente disturbando il sonno. Oltre a farti riposare male l’apnea notturna può anche aumentare il rischio di attacco cardiaco, demenza senile, disturbi dell’umore, disfunzione erettile e liti con tua moglie perché russi. Il neurologo Gerard Meskill ci spiega come gestirla.

GERARD MESKILL è neurologo, specialista nei disturbi del sonno e CEO del Tricoastal Narcolepsy and Sleep Disorders Center di Houston, Texas

Niente alcol dopo cena

Una birra dopo cena potrebbe aiutarti ad addormentarti ma non a dormire bene. L’alcol infatti rilassa il sistema nervoso centrale, e questo provoca il conseguente rilassamento anche dei muscoli della gola, provocando apnea notturna. Per evitarlo non bere alcolici dopo cena.

Fai cardio

Fai attività fisica cardio almeno due volte alla settimana per 30 minuti: non è necessario che sia un workout intenso ma falla diventare un’abitudine. Chi ha una buona salute cardiovascolare ha un buon tono muscolare sia a livello generale sia nei tessuti che circondano la gola e questo evita un rilassamento dei muscoli con conseguente difficoltà respiratoria.

Usa il CPAP

Se pensi di soffrire di apnea notturna utilizza un meccanismo di ventilazione meccanica a pressione positiva continua (CPAP) tutte le sere. All’inizio lo troverai scomodo ma quando ci avrai fatto l’abitudine non ti accorgerai di averlo e ti aiuterà a riposare davvero bene, senza rischiare l’apnea notturna.

Dormi "nudo"

Prima di andare a letto togliti collanine, braccialetti, orologi che rischiano di stringere e darti fastidio. E non affidarti ai parametri delle app per il sonno degli smartwatch: se pensi di dormire male pur avendo seguito tutti questi consigli e senza avere condizioni di disturbo esterne evidenti parlane con il tuo medico.

Altri trucchi per combattere l'apnea notturna

Dormi sul fianco invece che a pancia in su.

Se non aiuta e se non vuoi usare un CPAP puoi provare a utilizzare uno di quei dispositivi che si mettono in bocca e che mantengono aperte le vie aeree spostando in avanti la mascella e la lingua. Funziona bene in casi di apnea notturna moderata ma se il tuo disturbo è più grave devi provare il CPAP.

In alcuni casi particolarmente gravi e debilitanti si può anche valutare una operazione chirurgica, che consiste nel tagliare parte del tessuto in fondo alla gola. Esistono anche impianti che stimolano i muscoli delle vie aeree e impediscono loro di rilassarsi. Parlane con il tuo medico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA