14 April 2020

Osprey in prima linea per produrre mascherine per operatori sanitari

Il reparto Garanzia e Riparazione dell'azienda ha iniziato a produrre mascherine per operatori sanitari per aiutare a contrastare la diffusione del virus

Anche Osprey, azienda con sede a Cortez, in Colorado, si mobilita per la lotta al Coronavirus. Il reparto garanzia e riparazione dell’azienda lavorerà esclusivamente per cucire mascherine in tessuto per gli operatori sanitari e di prima linea. Le mascherine verranno distribuite ai reparti sanitari che forniscono assistenza a domicilio e a case di cura.

“In questo momento senza precedenti, sono orgoglioso del modo in cui sta reagendo il team”, afferma Layne Rigney, Presidente di Osprey Pack International. “Mentre il nostro reparto prodotto è impegnato a progettare la collezione della prossima stagione, il nostro reparto di riparazione si mobilita con tutti i suoi sforzi per supportare i nostri operatori sanitari regionali. Il reparto riparazione sta dando all’intera azienda qualcosa per cui essere orgogliosi e speriamo che questo possa ispirare anche altri con azioni simili in base alle risorse disponibili.”

Il reparto di garanzia e riparazione di Osprey sarà in grado di produrre indicativamente 100 mascherine di tessuto al giorno entro la fine della settimana. Le mascherine, realizzate con un tessuto resistente a molteplici cicli di lavaggio, possono essere indossate sopra la maschera medica N95.

Una volta che le esigenze a Cortez saranno soddisfatte, Osprey espanderà la distribuzione delle mascherine ad altre strutture sanitarie continuando a produrre mascherine per tutto il tempo necessario.

Lo stesso input è stato dato nella sede in Gran Bretagna, dove ci si sta organizzando per partire al più presto con la produzione di mascherine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA