di Daniel Fontana - 16 settembre 2019

Il monitoraggio avanzato della performance

La tecnologia è ormai diventata parte integrante in una programmazione vincente. Si tratta di strumenti avanzati che permettono il controllo e l'analisi di dati in funzione del miglioramento della prestazione. Insomma, un computer da polso e da bici non sono una spesa, ma un buon investimento.

Parte integrante di una programmazione vincente

Se a mio avviso un allenatore resta sempre il cardine del raggiungimento di una prestazione d’eccellenza, oggi la tecnologia ha veramente raggiunto un livello di performance tale da essere diventata parte integrante e indispensabile in una programmazione vincente e in alcuni casi capace anche di supplire all’assenza di un coach.

A disposizione di un triatleta oggi c’è una gamma molto ampia di strumenti avanzatissimi quanto a tecnologia e che implementano decine di funzioni estremamente interessanti e utili. Funzioni come il calcolo del valore VO2 Max e quello del carico, diventano strategiche in fase di pianificazione del training, così come i tempi di recupero o le indicazioni su dinamiche avanzate del ciclismo o della corsa, tra cui cadenza, tempo di contatto con il suolo, oscillazione verticale e molti altri dati fondamentali. Gli apparecchi che implementano le tecnologie più all’avanguardia, possono spingersi fino a studiare graficamente l’andamento dei tuoi progressi in allenamento e quali zone di lavoro sono ancora da migliorare.

Distanze, velocità e frequenza di pedalata

Navigazione cartografica con gps

Passiamo quindi a qualcosa di un pochino più sofisticato. Con un ciclocomputer che implementa la navigazione cartografica è possibile seguire delle tracce gps, così come potreste fare con un navigatore da automobile. Questo significa in pratica che, scaricando da altri software delle tracce o anche creandole voi stessi e poi implementandole sul device, avrete la possibilità di pianificare gli itinerari delle vostre uscite anche lungo percorsi che non conoscete e soprattutto selezionandoli in base alla caratteristiche tecniche che gli stessi dovranno avere a seconda delle vostre specifiche necessità d’allenamento.

Allo stesso modo, a termine giro, avrete così la possibilità di rivedere e analizzare con calma a computer il vostro allenamento, dettagliandone con esattezza tutta la reportistica, dalla lunghezza, al profilo altimetrico, tempo, velocità e quant’altro.

Facendo questa operazione con regolarità, nel giro di poche settimane avrete a disposizione un database interessantissimo di analisi delle prestazioni, della crescita di condizione o delle reazioni del vostro corpo all’adattamento ai diversi stimoli allenanti. Questo stesso tipo di reportistica potrete averla nell’analisi degli allenamenti run, seppur ponendo l’attenzione a specifici valori di riferimento della disciplina.

Cuore e watt e funzioni avanzate

Le altre puntate

© RIPRODUZIONE RISERVATA