31 dicembre 2018

Addominali senza fatica

Cinque trucchi extrapalestra per scolpire il tuo six-pack senza sforzo e farlo risaltare al massimo, solo cambiando abitudini.

1 di 5
I tuoi addominali sembrano stanchi, molli, annoiati? Ecco tutti i trucchi extrapalestra per farli risaltare al massimo. Senza alcuna fatica, semplicemente cambiando qualche cattiva abitudine

1. Testa alta

Più stai dritto, più gli addominali risaltano. Prova questo test suggerito dal dottor Luca Bertini, ortopedico a Pisa: "Spogliati e mettiti con la schiena e i talloni appoggiati a una parete. I punti di contatto con il muro devono essere 4: talloni, glutei, spalle e nuca. Se non è così, prova ad alzare il mento, e immagina di tirare l’ombelico verso la colonna".
Certo, in momenti di crisi come questo è anche la metafora di un atteggiamento prudente, ma non serve solo a pararti le spalle... "Favorisce il controllo del bacino e quindi dell’addome. Il trucco sta nel camminare pensando di far vedere le suole a chi sta dietro: agevoli la rotazione del piede e correggi la camminata, favorendo la contrazione dell’addome", suggerisce Claudio Trachelio, docente di Teoria e metodologia dell’Allenamento a Milano
La maggior parte di noi non sa respirare: si limita a farlo "di petto", e non "con l’addome", così usa solo il 30% della sua capacità polmonare. "Questo si ripercuote sia sulla postura, sia sull’aspetto degli addominali", avverte ancora Bertini. Prova questa ginnastica spontanea, che non richiede palestra: inspira contraendo anche il ventre, ed espira lentamente, svuotando del tutto i polmoni mentre rilassi i muscoli dell’addome.
Passi ore e ore alla scrivania? Approfittane per fare esercizio. Davide Susta, professore di medicina dello sport a Dublino (Irlanda) suggerisce: "Punta a far formare un angolo di 90° a ginocchia, anche e gomiti. Mantieni il busto eretto, con il bacino appoggiato allo schienale, e mentre lavori allena la tua tartaruga: alterna per il maggior tempo possibile 10 secondi di contrazione degli addominali a 10 di riposo".
"Assicurati di bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno. Ma attento: buttali giù a piccoli sorsi", avverte Salvatore Marinelli, fisioterapista a Milano. "Se bevi tutto d’un fiato, con l’acqua ingurgiterai inevitabilmente anche aria, che gonfia lo stomaco e rovina l’aspetto scultoreo del tuo six-pack. Preferisci quella fredda, che dà una sferzata in più al metabolismo". A tavola, poi, limita il sale e i cibi che ne sono ricchi (come gli insaccati), perché favoriscono la ritenzione idrica e i gonfiori: più "asciutte" sono le cellule della pelle, più evidenti saranno i tuoi muscoli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Meglio il caffè o il tè verde? 8 buoni motivi per berli (o evitarli)

Meglio il caffè o il tè verde? 8 buoni motivi per berli (o evitarli)

08 aprile 2020

Un mese di esercizi a casa: il programma della prima settimana

Un mese di esercizi a casa: il programma della prima settimana

06 aprile 2020

Impressioni, valutazioni: il primo mese di allenamento di Fabio

Impressioni, valutazioni: il primo mese di allenamento di Fabio

01 aprile 2020

Push-up con sosta, per un torace più ampio

Push-up con sosta, per un torace più ampio

29 marzo 2020

Squat a corpo libero: i consigli di Alice Mastriani per una corretta esecuzione

Squat a corpo libero: i consigli di Alice Mastriani per una corretta esecuzione

25 marzo 2020

Weight training e wall mountain climber: 30 minuti a tutta intensità

Weight training e wall mountain climber: 30 minuti a tutta intensità

25 marzo 2020

Stretching salva-schiena

Stretching salva-schiena

24 marzo 2020

Tre esercizi per un six-pack super veloce

Tre esercizi per un six-pack super veloce

23 marzo 2020

30 minuti di workout full body ad alta intensità: il video di Giorgio Merlino

30 minuti di workout full body ad alta intensità: il video di Giorgio Merlino

21 marzo 2020

Le proteine motore del workout. Quando e cosa mangiare per rendere al meglio

Le proteine motore del workout. Quando e cosa mangiare per rendere al meglio

20 marzo 2020

SALUTE