a cura della Redazione - 22 novembre 2018

Sei trucchi per dimagrire

Macini chilometri ma con scarsi risultati? Probabilmente sbagli metodo: eccoti le dritte giuste per bruciare il grasso più in fretta.

1 di 7
Non importa se usi il treadmill o il vogatore, o se fai running all'aria aperta: per perdere davvero peso, e farlo velocemente, conta prima di tutto il modo in cui ti alleni. Ecco 6 consigli certificati per non disperdere energie inutili e ottenere il massimo dal tuo workout.
C ’è un modo infallibile per verificare se il ritmo di corsa (anche sul treadmill) è quello giusto: il "test della conversazione". Se non hai fiato sufficiente per mettere insieme un’intera frase, vuol dire che stai forzando troppo e scoppierai prima del tempo. Immagina il tuo livello d’allenamento come un grafico che va da 1 a 10, dove 1 corrisponde allo starsene sdraiati in una sauna e 10 al collasso. Quando ti alleni dovresti rientrare in un range che va da 6 a 8: cioè dire una frase intera al tuo compagno di allenamento senza andare in apnea.
Andare veloce come il tipo che ti sta accanto non è il modo giusto per valutare se ti stai allenando a un ritmo ragionevole per bruciare grasso. L’andatura giusta è quella che ti permette di mantenere un ritmo costante, e di incrementare leggermente la durata del tuo workout ogni giorno. Se prolunghi di soli 5 minuti gli esercizi aerobici alla fine di ognuna delle tue 3 sessioni settimanali, la ricompensa sono 10.000 calorie in più bruciate nel giro di un anno; il che significa 6 kg in più di grasso che perdi, oltre a quello che già stai eliminando con l’allenamento.
Per un mese intero, impegnati in una sfida personale con un compagno di palestra: chi esegue più esercizi, alla fine vince un premio. Sceglitene uno che valga lo sforzo (no, non una cena a oltranza, meglio un massaggio nella Spa della vostra palestra), per essere certi che entrambi continuerete a migliorare.
Ok competere sul treadmill con un compagno di palestra, ma lascia perdere la gara di velocità e trasforma ogni workout in una competizione contro il tempo al contrario: impostate la stessa velocità, ma vince chi scende per ultimo.
Non allenarti tenendo conto di quanto tempo passi al vogatore o sul treadmill: fallo, invece, a seconda delle calorie che riesci a bruciare. In questo modo, più duramente ti alleni e prima finisce la tortura.
Il tuo corpo si abitua all’allenamento a cui lo sottoponi, perciò cambia frequentemente tipo di workout, così da far diventare i tuoi muscoli più tonici e bruciare più grasso. Prova a giocare a basket, a fare fit walking in collina, ad andare in kayak, o qualsiasi altra attività cardio che ti stimola: stimolerai muscoli ogni volta diversi, e contemporaneamente non ti accorgerai di perdere chili.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
SALUTE