5 buoni motivi per essere gentili: fa bene agli altri e anche a te

Con i colleghi del lavoro, con i tuoi avversari sportivi e persino con le persone che non conosci. Scoprirai che essere gentili non è poi così difficile e se non vuoi farlo per gli altri, fallo almeno per la tua salute

credit: Getty Images

Il 13 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale della gentilezza (#WorldKindnessDay), introdotta a Tokyo nel 1998 dal World Kindness Movement con l’obiettivo di guardare oltre se stessi, oltre i confini dei diversi Paesi, oltre le culture, le etnie e le religioni.

Credi che essere gentili corrisponda a una qualche forma di debolezza? Dovrai ricrederti: numerose ricerche scientifiche confermano che migliora la qualità della vita personale, lavorativa e persino sportiva. Ti spieghiamo come.

credit: Getty Images

LA GENTILEZZA FA BENE A TUTTI ED È CONTAGIOSA

Pensa alla gentilezza, quali immagini ti vengono in mente? Io vedo il barista, che al mattino, quando ancora non sono cosciente di essere uscita dal letto, mi accoglie con un sorriso e mi offre un buongiorno che mi dà la spinta per affrontare la giornata; oppure penso all’informatico di un’azienda cliente, che quando lo contatti ti accoglie sempre con cortesia e disponibilità infinita, nonostante la chiamata sia sempre, per lui, foriera di problemi da risolvere; ma assaporo ancora di più la cordialità con la quale mi interroga rispetto ai disastri informatici che ho causato.

L’empatia, infatti è un elemento chiave della gentilezza; può essere definita come quella capacità che ci permette di entrare in sintonia con le emozioni e i sentimenti dell’altro e, insieme all’assertività - che ci aiuta a essere in grado di esprimere le nostre idee e opinioni, senza aggressività - rappresenta una delle capacità fondamentali per creare relazioni positive.

I gesti di gentilezza citati sopra, sono in apparenza piccole cose, delle quali gustiamo il valore, solo se ci prendiamo il tempo di “fermarci” a percepire il piacere che la connessione con l’altro ci regala. Può capitare allora che quando arriviamo in una città per lavoro, scegliamo, ristoranti, bar, hotel proprio in virtù della gentilezza che le persone ci hanno dispensato.

Non sono solo piacevoli per chi li riceve facendoci sentire in qualche modo “speciali“, ma sono in grado di ispirarci ad altri gesti di gentilezza nei confronti degli altri. Dai colleghi di lavoro ai familiari, dagli amici agli sconosciuti che incrociamo ogni giorno sul nostro cammino. Questo ci fa stare bene ed è più semplice di quanto si possa pensare.

Praticare gesti di gentilezza rende felici perché rilascia nel nostro corpo ormoni come la serotonina e la dopamina

LA GENTILEZZA FA BENE ALLA SALUTE: LO DICE LA SCIENZA

Delle persone gentili sentiamo le vibrazioni: ce le trasmettono, la voce, la postura, lo sguardo accogliente, l’apertura verso di noi. A dar conto di quanto la gentilezza impatti positivamente sul nostro benessere ci sono anche molte ricerche scientifiche e la cosa interessante, è che in primis, la gentilezza fa bene praticarla, oltre che riceverla.

I ricercatori dell’Università di Oxford hanno recentemente scoperto che possiamo aumentare i nostri livelli di felicità quando siamo gentili sia verso le persone con cui abbiamo legami stretti, sia verso gli estranei. Tutto ciò si verifica grazie al rilascio di ormoni come serotonina, dopamina e ossitocina e alla riduzione dell’ormone che induce lo stress, il cortisolo. Essere gentili quindi, migliora il nostro benessere, favorendo la salute fisica e mentale.

La Scienza stessa attraverso recenti ricerche ci indica con chiarezza che praticare la gentilezza, l’essere altruisti, il provare gratitudine ed essere ottimisti migliora la nostra vita non “solo” dal punto di vista del benessere psicologico, ma anche per le notevoli implicazioni sulla nostra salute fisiologica e cellulare.

Se non ti abbiamo ancora convinto a essere un po’ più gentile, fallo almeno per la tua salute:

  1. Riduce lo stress
  2. Offre una visione più positiva della vita
  3. Abbassa la pressione sanguigna
  4. Migliora la salute del cuore
  5. Aumenta la fiducia in sé (e negli altri)
1/3

credit: courtesy photo

COME SI PRATICA LA GENTILEZZA?

“Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso”: questa la frase ormai diventata cult che la giornalista americana Anne Herbert ha scritto su una tovaglietta di carta in una tavola calda di Sausalito, in California e apparsa nel 1982 su uno spazio pubblicitario a Oneglia (IM). Una frase pacifista che da anni si sta diffondendo in tutto il mondo anche grazie all’uso dei social network. Una sorta di catena che punta a promuovere semplici atti di gentilezza e bellezza verso il prossimo, anche sconosciuto.

Possiamo praticare la gentilezza facendo passare avanti qualcuno in una fila al supermercato, prendendoci il lusso di non avere fretta e di aiutare chi invece ce l’ha. Regalando qualcosa a uno sconosciuto, ci sono mille modi per farlo: a Napoli la pratica del caffè sospeso da omaggiare a un avventore sconosciuto del bar è un mirabile esempio del regalo a chi non conosciamo; possiamo donare il sangue, o semplicemente un sorriso alle persone che incrociamo per strada. Regalare a chi non conosciamo rende più felici noi, oltre che gli altri. Anche fare complimenti è un atto di gentilezza efficace nel far stare bene noi e gli altri.

  • Quando notiamo delle cose che ci piacciono, diciamolo: i complimenti (autentici) non sono mai troppi. «Come hai gestito bene quel cliente», «Che bella giacca», oppure ringraziamo lo staff del ristorante per il servizio ricevuto. Nulla è scontato.

  • Aiutare gli altri, anche nelle piccole cose: tenere aperta una porta a chi deve entrare dopo di noi, aiutare una madre a spingere il passeggino in un momento di difficoltà. Dare una mano in queste occasioni ci fa sentire persone migliori. Aiutare, in effetti, ci fa essere persone migliori.

  • Ringraziare. Sempre a proposito di “cose che diamo per scontate”, spesso non ringraziamo adeguatamente le persone che apportano valore nella nostra vita. A tal proposito mi raccontava di recente una cliente: “Ho iniziato da qualche tempo a non essere timida nell’usare parole di gratitudine anche in modo retroattivo: verso mio padre per la forza che mi ha dato con la sua fiducia e verso il mio primo capo che mi ha fatto crescere professionalmente. Dirglielo, anche dopo anni, mi ha fatto stare bene”.

Vingegarrd e Pogacar al Tour de France 2022 (credit: Getty Images)

IL VALORE DELLA GENTILEZZA NELLO SPORT

La gentilezza è gratuita e acquisisce ancora più valore quando, ad esempio nello sport, per esercitarla si rinuncia a un vantaggio che si potrebbe avere nei confronti dell’avversario.

Al Tour de France di quest’anno il ciclista sloveno Tadej Pogacar attacca in salita, il collega danese Jonas Vingegaard lo tallona, Pogacar accelera in discesa. Sbaglia una curva, prova a rimanere in strada, ma cade. Vingegaard infila la curva perfettamente, vede il rivale a terra, rallenta, lo aspetta. “Come stai, tutto bene?”, Pogacar lo ringrazia.

Le immagini dei due ciclisti che si stringono la mano fa il giro del mondo. È la forza del fair play che mette, il rispetto e l’aiuto all’altro davanti a tutto, vittoria compresa. Il ciclismo ci ha abituato da tempo a questo: è storia la borraccia che passa da una mano all’altra fra due ciclisti la cui rivalità ha contraddistinto un’epoca: Coppi e Bartali. Chi la diede a chi? Non lo sapremo mai ma conta più la forza del gesto, capace di cancellare ogni rivalità.

Un altro gesto di gentilezza memorabile nello sport lo ha compiuto Francesco Panetta nel 1994 durante la gara dei 3.000 siepi in occasione dei Campionati Europei di atletica leggera a Helsinki. Alessandro Lambruschini - l’altro italiano, il talento emergente - inciampa in una barriera. Il campione del mondo e capitano azzurro lo afferra letteralmente per un braccio, lo aiuta a rialzarsi incitandolo fino a farlo rientrare nel gruppo che li aveva staccati. Lambruschini recupera, torna al comando e vince. Panetta arriva ottavo. Il gesto di Panetta rimase per sempre nella memoria di tutti gli appassionati presenti e dei telespettatori. I due erano amici ma un gesto simile in una gara così importante rivelò un cuore fuori dal comune.

I video di Men's Health

Guarda tutti i video di Men's Health >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ALLENATI CON MH

Fare sport solo per avere un corpo perfetto danneggia la salute mentale

Lo dice uno studio di Asics secondo cui la maggioranza degli sportivi è demotivato dalle immagini di body transformation

Fare sport solo per avere un corpo perfetto danneggia la salute mentale

25 November 2022

Migliora il tuo calisthenics: gli esercizi del trainer per il livello intermedio

Pochi attrezzi e nuovi esercizi per gli appassionati di livello intermedio che vogliono fare un salto di qualità con i consigli di Filippo Rivalta

Migliora il tuo calisthenics: gli esercizi del trainer per il livello intermedio

24 November 2022

Zac Efron è di nuovo in pista

È stato una teen star, un modello di fitness, protagonista di Cinema e TV, nonché un attivista a favore dell’ambiente, ma Zac non è sempre stato a suo agio nel proprio corpo. Per lui è giunto il tempo di reinventarsi. Ci racconta come

Zac Efron è di nuovo in pista

23 November 2022

Giocare a tennis allunga la vita (più che calcio, ciclismo e nuoto)

La Fit ha presentato in Italia i dati di due studi scientifici, uno danese e uno australiano, che hanno analizzato il rapporto tra qualità della vita e pratica sportiva

Giocare a tennis allunga la vita (più che calcio, ciclismo e nuoto)

23 November 2022

Le 5 migliori palestre di arrampicata a Milano

Le palestre con pareti artificiali hanno ufficialmente conquistato le città accrescendo sempre più il numero delle persone che si avvicina all’arrampicata sportiva. Ecco quali sono quelle da non perdere a Milano

Le 5 migliori palestre di arrampicata a Milano

21 November 2022

Dal divano a 30 minuti di corsa in 8 settimane. Ecco come puoi fare

Con questo programma comincia a correre nel modo giusto alternando il running al cammino... andrai lontano!

Dal divano a 30 minuti di corsa in 8 settimane. Ecco come puoi fare

20 November 2022

Contrazioni eccentriche: cioè è meglio fare "abbassamento" pesi

Lo dice la Scienza: la fase eccentrica della contrazione è più efficace per sviluppare forza e dimensione dei nostri muscoli

Contrazioni eccentriche: cioè è meglio fare

19 November 2022

Black Friday: le 5 migliori cyclette in offerta

Per il tuo allenamento cardio non lasciarti sfuggire queste offerte: la settimana dello shopping online è solo all'inizio

Black Friday: le 5 migliori cyclette in offerta

19 November 2022

Hai poco tempo per il workout? Allena petto e schiena insieme con questo superset

Lavorare sui gruppi muscolari opposti, come petto e schiena, ti permette di ottimizzare il tempo per il tuo allenamento

 Hai poco tempo per il workout? Allena petto e schiena insieme con questo superset

17 November 2022

Questo youtuber ha corso un miglio ogni ora per 24 ore

L'ha definita la maratona più dura al mondo: vuoi accettare la sfida?

Questo youtuber ha corso un miglio ogni ora per 24 ore

16 November 2022

SALUTE