Sfida al Mont Ventoux

14 maggio 2018
Sfida al Mont Ventoux
3 versanti, 137 km, una bici, 300 burpee (e anche di più).

Manca meno di un mese alla sfida di Mario Silvestri al Mont Ventoux, che ti abbiamo presentato qui.
Il 31 maggio Mario scalerà il Monte Ventoux dai tre versanti principali (Bédoin, Malaucène, Sault) nell’arco di 24 ore, per conquistare il titolo di Cingles du Mont Ventoux.
Non contento di questa follia –137 km in bicicletta con 4400 metri di dislivello – Silvestri ha deciso di completare l’ascesa di ogni versante con 100 burpee.

E adesso, a pochi giorni dall’evento, aggiunge un ulteriore elemento alla sfida: grazie a una partnership con la Onlusmamme per la salute”, che operano nella terra dei fuochi per tutelare il territorio, farà un burpee in più per ogni euro che viene donato all’associazione, per raccogliere fondi per l’ambiente.

Silvestri ci racconta come è nata l’idea della partnership con la Onlus: “Il sogno di una vita. Scalare il Mont Ventoux per 3 volte, diventare un Cingles Du Ventoux. Sono sempre stato amante dell’ambiente pulito, per questo collaboro anche con una associazione che opera nel mio territorio (vicino alla terra dei fuochi), occupandosi della sua tutela: le mamme per la salute onlus. Sono socio e tutte le sfide fatte finora sono servite a ricavare qualcosa per loro. Così adesso ho pensato di aggiungere brio alla mia sfida per cercare altri fondi per le questa onlus, con 300 o più burpee lassù, sul Ventoux. Un burpee per ogni euro donato. Un burpee push-up, non il classico burpee funzionale, per zittire chi ha avuto dubbi sul mio record e sul mio modo di fare. Un burpee sulla montagna più temuta. Un burpee per entrare nella storia. BURPEES ON VENTOUX la sfida della vita per me e per chi si occupa della salute del nostro pianeta.”

In bocca al lupo Mario!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta