Overhead press

7 novembre 2017
Overhead press
Evita gli errori più comuni e ottieni il massimo da questo esercizio.

C’è un motivo se gli allenatori amano l’overhead press: fa lavorare praticamente tutti i muscoli della parte superiore del corpo. “Molti ragazzi si allenano appoggiandosi a uno schienale, pensando così di poter caricare più peso” ci racconta Tyler English, autore della Natural Bodybuilding Bible, “ma è proprio quello il problema: un carico maggiore aumenta lo stress sulle articolazioni delle spalle, rendendoti più vulnerabile agli infortuni. Stare in piedi ti obbliga a usare un peso minore e a concentrarti sulla tecnica. È questa la strategia vincente”.
Ecco i quattro suggerimenti di Tyler per padroneggiare questa tecnica.

1. Punte dei piedi in avanti

“Stai dritto con i piedi posizionati alla larghezza delle spalle e gli alluci rivolti dritti davanti a te” è i suggerimento di Tyler. Allargare le gambe o divaricare i piedi ti impedirà di fare leva efficacemente sui talloni. “Avrai bisogno di tutta la spinta di cui sei capace, perché non potrai contare sull’aiuto delle tue gambe come fai invece con la push press”.

2. Usa una presa neutrale

Molti uomini impugnano i manubri con il palmo rivolto in basso e i gomiti allargati, con l’unico risultato di aggiungere ulteriore stress alle articolazioni delle spalle. “Utilizzare una presa neutrale ti aiuterà a tenere le spalle allineate e ridurrà il rischio di lesioni” è il consiglio di Tyler.

3. Tieni sotto controllo gli addominali

Nell’overhead press il controllo è tutto. Secondo Tyler “se gli addominali non sono attivati, ti mancherà la stabilità per eseguire un unico movimento fluido”. Con possibili conseguenze per le spalle e la spina dorsale.

4. Tieni i manubri dritti sopra la testa

L’errore più comune tra chi esegue l’overhead press (e la chest press) è portare a contatto i pesi al culmine del movimento. “Quel poco di spinta in più non apporta nessun beneficio, anzi, non fa altro che farvi perdere l’allineamento delle spalle, aumentando il rischio di farsi male”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta