Kimchi, un toccasana per il colesterolo

7 September 2018
a cura della Redazione
Kimchi, un toccasana per il colesterolo
Ricco di fibre ma con pochissime calorie, il Kimchi, una sorta di cavolo piccante proveniente dalla Corea, se consumato regolarmente riduce il colesterolo fino al 20%. Ma le sue qualità non finiscono qui.

Per quanti integratori tu decida di prendere, non potrai mai fare la corretta scorta di minerali e vitamine se non li assumi con l’alimentazione quotidiana.
Tra i cibi super-vitaminici che NON devono assolutamente mancare nel tuo menu da sportivo c'è il Kimchi, dal lontano Oriente.

Perché fa bene
Tipico della cucina coreana, il kimchi è cavolo fermentato con peperoncino piccante. Se consumato con regolarità, riduce il colesterolo fino al 21%. Inoltre è un’ottima fonte di fibre, che favoriscono la digestione e proteggono dal cancro al colon, ma con pochissime calorie.

Come si mangia
Per attenuare il gusto acidulo, servilo insieme a riso integrale e verdure.

Dove trovarlo
Lo trovi nei negozi che vendono cibi asiatici o nei reparti del supermercato dedicati ai cibi esotici.

Proprietà nutrizionali

  • vitamina A
  • vitamina C
  • vitamina B
  • calcio
  • fibre

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta