Forza cruda

26 ottobre 2017
Forza cruda
Le verdure invernali sono così noiose che vorresti andare in letargo anche tu insieme agli orsi. C’è un solo modo per riscoprirne il sapore: mangiarle crude.

I pomodori appena raccolti sono divini, le pannocchie fresche una bontà. E le verdure invernali? Di solito vengono snobbate, perché d’inverno si consumano piatti che cuociono per ore, verdure incluse. Ma così facendo le verdure di questa stagione perdono il loro gusto vero. Per apprezzarle davvero, quindi, il modo migliore è mangiarle crude. Non ti stiamo suggerendo di prendere una barbabietola e sgranocchiarla come faresti con una mela. Ma grattugiandole, affettandole e mescolandole con altri ingredienti queste verdure sono un tripudio di sapori che puoi goderti senza dover passare per la padella o il forno. Ecco come riscoprire le migliori verdure invernali.

Insalata di pollo alla griglia con zucca squash e farro

Sbucciata e fatta a fettine sottili la zucca squash cruda ha un sapore dolce e tenero perfetto per le ricche insalate invernali. La sua polpa arancione è ricca di carotenoidi, potenti antiossidanti che combattono il cancro e gli attacchi di cuore. Questa insalata è un piatto completo che oltre agli antiossidanti contiene le proteine del pollo ricco e le fibre del farro e della pastinaca.

Il tocco in più
Rendi questa insalata ancora più nutriente servendola su un piatto di foglie di cavolo verde, una verdura invernale ricca di vitamina C, K e anche di carotenoidi.

Ingredienti per 4 persone
1 tazza di farro
¼ tazza di olio extravergine di oliva
¼ tazza di succo d’arancia
2 cucchiai di zenzero fresco tritato
½ cucchiaio di cumino in polvere
¼ cucchiaio di sale
¼ cucchiaio di pepe
2 tazze di pollo di rosticceria a straccetti (togli ossa e pelle)
2 pastinache medie, sbucciate e affettate finemente
3 tazze di zucca squash sbucciata e affettata finemente
1 tazza di acini di uva rossa senza semi tagliati a metà
1/2 tazza di prezzemolo tritato
¼ tazza di semi di zucca tostati
85 g di formaggio di capra a pezzettini

Preparazione

  1. Metti il farro in una pentola di dimensioni medie, coprilo con 3 tazze di acqua e porta a ebollizione. Abbassa il fuoco e cuoci per circa 25 minuti, finché il farro è tenero.
  2. In una grossa ciotola mescola l’olio di oliva, il succo d’arancia, lo zenzero, il cumino, il sale e il pepe.
  3. Aggiungi il farro, il pollo, le pastinache, la zucca squash, l’uva e il prezzemolo. Servi con semi di zucca e formaggio di capra.

Forza cruda

Salmone affumicato in foglie di cavolo

Il cavolo non si deve per forza cuocere, il suo sapore dolciastro e a consistenza tenera da crudo lo rendono perfetto come tortilla. Questi grossi giganti verdi sono strapieni di luteina e zeaxantina, antiossidanti dinamici che riducono fino al 42% il rischio di soffrire di cataratta. Il sedano rapa sarà anche strano ma se lo assaggi non te lo scordi più: è a metà tra il prezzemolo e il sedano e dà quel tocco in più alle insalate, senza contare che contiene tantissimo fosforo, ottimo per le ossa.

Ingredienti per 4 persone
1 avocado maturo snocciolato e affettato
½ tazza di panna acida
Il succo di mezzo lime
1 spicchio d’aglio tritato
¼ di cucchiaio di pepe di Caienna macinato o di peperoncino in polvere
sale qb
8 grosse foglie di cavolo con il gambo
180 grammi di salmona affumicato
2 tazze di sedano rapa sbucciato e tagliato a pezzetti

Preparazione

  1. Metti la polpa di avocado, la panna acida, il succo di lime, l’aglio e il pepe di Caienna in un frullatore. Frulla finché non ottieni una crema e aggiungi sale a piacere.
  2. Con un coltello affilato togli le parti più dure dei gambi del cavolo per renderli più malleabili. Per fare ogni tortilla metti due foglie su una superficie piana, una con il gambo verso il basso e una con il gambo verso l’alto e parzialmente sovrapposte. Metti al centro la crema di avocado, aggiungi il salmone affumicato e il sedano rapa a pezzetti. Arrotola le foglie di cavolo iniziando dal basso. Taglia a metà diagonalmente e servi. Ripeti questa procedura finché finisci la crema di avocado e il salmone.

Forza cruda

Cavolini di Bruxelles e fette di prosciutto crudo con noci

Tagliati finemente, i cavolini di Bruxelles hanno un gusto deciso e croccante che ben si accompagna a formaggi, noci e affettati. Oltre al gusto c’è un altro buon motivo per aggiungere i cavolini di Bruxelles e altre verdure crocifere al menu invernale: aumentano le difese immunitarie. Di fatto queste verdure regolano una proteina chiamata AhR, che è vitale per mantenere viva e attiva la popolazione di cellule immunitarie nell’epidermide e negli intestini, la prima linea di difesa contro gli invasori esterni.

Il tocco in più

La polpa croccante dei cavolini di Bruxelles è ricca di vitamina C e di sulforafane, che ha proprietà anticancerogene.

Ingredienti per 4 persone
340 g di cavolini di Bruxelles a fettine
1 grossa carota, sbucciata e a fettine
1 mela Granny a fettine
85 g di prosciutto crudo a straccetti
½ tazza di ciliegie essiccate
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
¼ tazza di nocciole (più altre per impiattare)
2 cucchiai di aceto di mele
2 cucchiai di sciroppo d’acero
2 cucchiai di senape di Digione
1 cucchiaio di scorza di limone
1 spicchio d’aglio tritato
sale qb
parmigiano o pecorino in scaglie per impiattare

Preparazione

  1. In una grossa ciotola mescola i cavolini di Bruxelles, la carota e la mela. Aggiungi il proscutto e le ciliegie.
  2. Metti in un frullatore olio di oliva, nocciole, aceto, sciroppo d’acero, senape, scorze di limone e aglio e frulla finché non ottieni una crema fluida. Sala e pepa a piacere.
  3. Versa la crema sul composto di cavolini e concludi con delle scaglie di parmigiano o pecorino.

Forza cruda
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta