4 esami utili per un 40enne

25 July 2018
a cura della Redazione
4 esami utili per un 40enne
Hai 40 anni e sei ancora nel pieno delle forze, meglio però pensare al futuro e prevenire i disturbi più diffusi nell'uomo della tua età con questi quattro esami.

40 anni per un uomo sono un traguardo importante. Sei ancora giovane e forte, ma con il vantaggio di una maggiore consapevolezza rispetto al passato. Inclusa la consapevolezza di doverti sottoporre regolarmente a determinati controlli per mantenerti in salute. Eccotene 4 che gli specialisti ti suggeriscono più di altri.

Leggi anche:
> gli esami utili per i 30 anni

Prelievo PSA contro il tumore della prostata

Visto che un terzo dei tumori alla prostata colpisce persone sotto i 65 anni, uno studio della Johns Hopkins University (Usa) consiglia specifici esami del sangue già a 40 anni: conoscere in tempo il tuo valore-base di Psa (l’Antigene prostatico specifico) ti permette infatti di ridurre al minimo i rischi e facilita la diagnosi precoce da parte del tuo medico.

Frequenza: una volta all’anno.

Autoesame contro i tumori della pelle

Il melanoma è uno dei tumori della pelle più feroci e aggressivi, ma per fortuna può essere controllato e combattuto con un’arma semplicissima: la mappa dei nei. Segna su un foglio tutti i nei e gli angiomi (le “voglie”) che vedi sul tuo corpo e, a distanza di un anno, controlla se sono diventati asimmetrici, se hanno i bordi frastagliati, se il colore è cambiato, se hanno un diametro superiore a 6 mm e se evolvono nel tempo. Se noti qualcosa di strano, fatti vedere da un dermatologo.

Frequenza: autoesame annuale; visita specialistica ogni 5 anni.

TAC contro l'infarto

La Tac a 64 strati è fondamentale per chi non è a posto con le analisi previste a partire dai 30 anni (la proteina C-reattiva e l’omocisteina). Semplificando, è una serie di radiografie del cuore effettuate con una scansione rapidissima. Questa Tac cattura le sue immagini tra un battito e l’altro, le assembla e costruisce una foto in 3-D del tuo muscolo più importante, la più precisa che si possa immaginare,comprensiva di accumuli di calcio e depositi di placca (morbida e dura) nelle arterie. L’ideale per valutare il tuo rischio futuro.

Frequenza: ogni 5 anni.

Visita oculistica contro il glaucoma

Il glaucoma è la causa più importante di cecità nel mondo Occidentale secondo il Journal of Epidemiology and Community Health. Il modo più efficace di contrastarlo consiste nell’individuarlo precocemente: basta una semplice visita oculistica che preveda la misurazione della pressione del fondo dell’occhio, senza aspettare di notare un deterioramento della vista.

Frequenza: ogni 2 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta