Drink not drunk

1 dicembre 2017
Drink not drunk
Ubriachi, rovinati, devastati e spesso anche socialmente molesti. Gli italiani sono famosi e si vantano di saper bere, ma secondo le statistiche sembra che siamo sempre di più semplicemente ubriachi e molesti, per se stessi e per gli altri. Ecco perché forse è il momento di darti una regolata!

5 consigli per tenere sotto controllo l’alcol

QUANDO BEVI

  • Idratati: il fegato può assimilare una unità di alcol all’ora. Alterna sempre un cocktail con un analcolico, o il vino con l’acqua.
  • Bevi a stomaco pieno: il transito dallo stomaco all’intestino tenue, dove viene assorbito l’80% dell’alcol, sarà più lento. Mangiare può triplicare la tua tolleranza all’alcol (chi beve a stomaco vuoto si ubriaca 3 volte di più).
  • Datti un limite: l’ideale è non eccedere le cinque unità alcoliche per serata.

IL GIORNO DOPO
  • Ripigliati: il tuo fegato si rigenera ma ha bisogno di tempo. Fai almeno tre giorni alla settimana a zero alcol.
  • Bevi tanta acqua: specie dopo una serata alcolica. La disidratazione aumenta il senso di stanchezza, l’irritabilità e la deconcentrazione. La tua pelle ti ringrazierà.

NON TUTTI LO SANNO
  • Per i capelli: troppo alcol nel sangue abbassa i livelli di ferro, con conseguente perdita di capelli.
  • Per il riposo: per essere ristoratore un sonno deve avere 6 o 7 cicli di sonno Rem, che si riducono a 1-2 se vai a letto ubriaco. Con il risultato che ti sveglierai pensando di aver dormito pochissimo!

3 regole per salvare gli amici

E se hai bevuto troppo (o se un tuo amico lo ha fatto) ecco come evitare di farsi ancora più male.

Mettilo in posizione
Se il tuo amico è cosciente, mettilo nella posizione laterale di sicurezza: sdraiato su un fianco, ginocchia raccolte, la testa rivolta di lato. Serve a evitare il rischio di soffocamento in caso di vomito. Tienilo sotto controllo finché non migliora.

Letto... di morte
Se non riesci a svegliarlo, non metterlo a letto “per fargliela smaltire”. Piuttosto, se non c’è verso di tenerlo sveglio, chiama un’ambulanza o, se trovi qualcuno che è abbastanza sobrio per guidare, portalo subito al pronto soccorso.

Se ha preso farmaci
Gli effetti dell’alcol mescolato con ansiolitici o antidolorifici si amplificano. Se sono queste le sostanze che il tuo amico ha assunto, devi svegliarlo almeno una volta ogni ora. Se non apre gli occhi, chiama subito l’ambulanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta