Curry che ti passa

15 novembre 2017
Curry che ti passa
Con tutte le sue proprietà, non dovresti mai smettere di mangiarlo.

Il mix di spezie che prende il nome di curry, di origine indiana, è ricchissimo di benefici per l’organismo. Ha proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, digestive, regolarizza il metabolismo e secondo le ultime ricerche è anche anticancerogeno. Ecco perché consumarlo è sempre una buona idea.

Puoi mangiare i curry anche tutti in giorni, basta variare la ricetta così da non annoiarti mai. Qui ti presentiamo un piatto in cui il curry esalta il sapore dell’agnello.

Agnello e pannocchie al curry

Ecco come fanno il curry nel Rajasthan indiano. Questa ricetta storica ha le sue radici nella tradizione delle tribù nomadi.

Ingredienti per 4 persone
750 g di spalla di agnello disossata e tagliata in cubetti da 2,5 cm
6 cucchiai di ghi (burro ghiarificato) oppure olio vegetale
12 chiodi di garofano
4 baccelli di cardamomo nero
2 foglie di alloro
2 cipolle finemente tritate
6 peperoncini verdi, tagliati longitudinalmente
2 cucchiai di sale
1 cucchiaio di coriandolo macinato
1 cucchiaio di cumino macinato
1 cucchiaio di curcuma macinata
1 cucchiaio di pasta d’aglio
200 g di semi di pannocchia
250 g di yogurt bianco
125 ml di brodo d’agnello o di acqua
6 cm di zenzero fresco, pelato e tagliato finemente
50 g di foglie e gambi di coriandolo fresco, tritato
succo di 1 limone

Preparazione
Sciogli il ghi in una padella dal fondo spesso. Aggiungi i chiodi di garofano, il cardamomo e le foglie di alloro. Dopo qualche minuto aggiungi le cipolle e cuoci a fiamma media finché non sono dorate. Aggiungi i peperoncini verdi, il sale, il coriandolo tritato, il cumino e la curcuma e mescola per un minuto. Aggiungi la pasta d’aglio e continua a cuocere per 1 o 2 minuti. A questo punto aggiungi l’agnello e cuocilo a fuoco alto per 4 o 5 minuti, mescolandolo spesso, finché non è dorato. Aggiungi ¾ del mais e poi gradualmente anche lo yogurt, mescolando bene. Se lo versi troppo velocemente renderà grumoso il curry. Fai bollire, aggiungi il brodo di agnello, riduci la fiamma e fai cuocere al minimo senza coperchio per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto, finché il mais è cremoso e la salsa si è addensata. Aggiungi lo zenzero, il coriandolo e il resto del mais e, se serve, un altro po’ di brodo o di acqua. Cuoci al minimo per altri 10 minuti. Correggi di sale e concludi versando il succo di limone. Servi il curry con il riso o con del pane a fette.

Il tocco in più

Aggiungi delle foglie di fieno greco essiccate per dare un tocco di classe al tuo curry

Il consiglio

Il tuo piatto è troppo pepato? Spegnilo con le patate…
Se ti rendi conto di aver esagerato con il curry nel piatto che stai ancora cucinando corri ai ripari aggiungendo un paio di patate a dadini. Alla fine togli le patate (e con loro il curry in eccesso) e servi in tavola il piatto. Se invece te ne rendi conto solo a fine cottura aggiungi delle patate bollite senza la pelle e lasciale riposare nella pentola con il tuo curry, a fuoco spento. Oppure aggiungi dello yogurt bianco per spegnere un po’ il piccante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta