10 trucchi per bicipiti d'acciaio

2 aprile 2018
10 trucchi per bicipiti d'acciaio
Dall'impugnatura del manubrio alla postura del corpo, il decalogo per massimizzare il lavoro in palestra e far lavorare le braccia.

Vuoi bicipiti che facciano esplodere la T-shirt, ma anche ben proporzionati e funzionali? Abbandona la routine e prova queste 10 "variazioni sul tema": dall'impugnatura alla postura del corpo, tutte le dritte per ottimizzare il tuo workout per le braccia, ottenendo il massimo volume possibile.

1. Posizione delle mani: standard

Impugna i manubri nel mezzo, con i palmi delle mani rivolti in avanti.
Il vantaggio: questa è la posizione delle mani per il classico curl con manubri. L’esercizio mira a sviluppare il bicipite brachiale, il più grande muscolo anteriore del braccio.

2. Posizione delle mani: thumb offset

Con il palmo delle mani rivolto in avanti, porta i due pollici a contatto con il peso che si trova sulla parte esterna del manubrio.
Il vantaggio: quando fletti il peso, costringi il bicipite brachiale a lavorare più duramente per mantenere la rotazione esterna dell’avambraccio (e i palmi delle mani in su).

3. Posizione delle mani: pinky offset

Con il palmo delle mani rivolto in avanti, porta i due mignoli a contatto con il peso che si trova sulla parte interna del manubrio.
Il vantaggio: un leggero cambiamento nel modo in cui è distribuito il carico ti aiuterà a sviluppare in maniera più varia ed equilibrata la muscolatura del braccio.

4. Posizione del corpo: inclinata all’indietro

Mettiti in posizione supina su una panca, con lo schienale inclinato di 45 gradi.
Il vantaggio: muscoli più grossi. La posizione sdraiata inclinata all’indietro, mette maggiormente in risalto il capo lungo del bicipite brachiale.

5. Posizione del corpo: seduta

Siediti con la schiena dritta su una panca o una su una swiss ball.
Il vantaggio: Allenarsi da seduti riduce le probabilità di spostare il busto avanti e indietro (e quindi di "barare") mentre si eseguono i curl con i manubri.

6. Posizione del corpo: inclinata in avanti

Sdraiati a pancia in giù su una panca inclinata di 45 gradi.
Il vantaggio: braccia più robuste. Stando sdraiato nella posizione inclinata in avanti le braccia penzolano davanti al corpo e questo stimola maggiormente il bicipite brachiale.

7. Posizione del corpo: split stance

In piedi, appoggia un piede su una panca o un gradino a un’altezza appena superiore al livello del ginocchio.
Il vantaggio: addominali più robusti. Questa posizione costringe i muscoli dell’anca e dell’addome a lavorare più duramente per mantenere stabile il corpo.

8. Posizione delle mani: del martello

Tieni il palmo delle mani l’uno di fronte all'altro.
Il vantaggio: in questo modo sottoponi il muscolo brachiale a uno sforzo più intenso per l’intera durata del movimento. Sviluppando questo muscolo le braccia sembrano più grosse.

9. Posizione del corpo: in piedi

Mantieni la posizione eretta, con i piedi alla larghezza delle spalle.
Il vantaggio: più massa muscolare. Ogni volta che ti alzi in piedi, impegni più muscoli dell’addome di quando sei seduto.

10. Posizione delle mani: rovesciata

Ruota le braccia in modo che il palmo della mano sia rivolto dietro di te.
Il vantaggio: sentirai l'effetto di questo esercizio soprattutto negli avambracci. La posizione fa lavorare il muscolo brachioradiale (che si trova nella parte laterale dell'avambraccio) ma riduce l’attività del bicipite brachiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta