9 motivi per amare il kettlebell

17 novembre 2017
9 motivi per amare il kettlebell
Eccoli qui, nero su bianco, i vantaggi della “palla” più famosa del fitness.

Negli ultimi anni il kettlebell ha conquistato sempre più sportivi. Se sei tra quelli che ancora tentennano, o se lo usi solo perché “così fan tutti” ma non ti sei mai chiesto a che cosa serve davvero, ecco i 9 motivi per cui vale la pena inserirlo nel tuo allenamento.

I vantaggi

1. Porta via il grasso
Entrambi gli stili aumentano resistenza cardiaca e forza. In più, visto che il kettlebell fa lavorare tutto il corpo, il metabolismo accelera e bruci grassi velocemente. La forma di questo attrezzo ti permette di passare da un esercizio all’altro senza appoggiarlo a terra e questo flusso continuo ti consente di bruciare i grassi e aumentare la massa muscolare in minor tempo.

2. È forza vera
Sollevare o muovere il kettlebell è come spostare scatoloni o borse pesanti. L’inerzia dello strumento costringe il tuo corpo a usare più muscoli per controllare il movimento, perché devi essere in grado di frenare e stabilizzare il kettlebell mentre compi l’esercizio. Non è la stessa cosa che sollevare manubri, perché in quel caso l’esercizio rafforza un unico gesto che solitamente coinvolge un’articolazione alla volta. Le forze prodotte dagli spostamenti del kettlebell agiscono su più piani. In questo modo aumenti la potenza dei tuoi movimenti e, di conseguenza, migliori il tuo equilibrio e rafforzi le tue articolazioni. Un altro vantaggio è il fatto di sviluppare una presa più ferma. Con la presa particolare che richiede l’attrezzo, otterrai presto dei polsi e gli avambracci molto più forti.

3. Nessuno ti fermerà
La resistenza migliora tantissimo, soprattutto con lo stile fluido. Il tuo corpo sarà in grado di lavorare più intensamente per più tempo e vedrai i cambiamenti dopo pochissimo tempo. Non dovrai più fare interruzioni per riprendere fiato prima della fine dell’esercizio.

4. È maneggevole
Non è altro che una palla di ghisa, eppure i risultati sono straordinari: migliora la mobilità, la stabilità, la forza, la flessibilità e la resistenza. Tutti gli esercizi possono essere fatti con un solo attrezzo, quindi non sei costretto ad allenarti al chiuso.

5. Rafforza il petto
Pensa alle auto: più il telaio è resistente, più le prestazioni migliorano. Se costruisci una struttura resistente, con una parte centrale forte, avrai prestazioni migliori in tutte le attività fisiche. In più, migliorerai la postura: imparerai finalmente seduto correttamente.

6. Diminuisce il rischio d’infortuni
Quando usi correttamente pesi liberi come il kettlebell, fai lavorare molti muscoli contemporaneamente, riducendo il rischio di farti male. Con la maggior parte degli attrezzi tradizionali sei costretto a fare movimenti predeterminati. Inoltre, le attrezzature da palestra sono pensate per persone di “media” corporatura e, se non ti ci trovi bene, il tuo corpo deve sforzarsi da qualche altra parte per compensare. I kettlebell invece sono più sicuri e possono essere usati con tranquillità quasi da chiunque, proprio perché hanno un impatto minore sui muscoli e sulle articolazioni delle braccia e della schiena rispetto a manubri e bilancieri. Infine, oltre che per allenarsi, i kettlebell sono utili anche nei programmi di riabilitazione. Per esempio il Turkish get-up con i kettlebell (cioè l’alzarsi da terra tenendo un braccio disteso verso l’alto) è ottimo in questo senso: se fatto correttamente previene gli infortuni e migliora la stabilità.

7. Migliora le tue prestazioni sul campo

Prima di iniziare un allenamento specifico per il tipo di attività fisica praticata, è consigliabile raggiungere una buona preparazione fisica generale. Devi conoscere bene i movimenti di base (squat, sollevamenti, piegamenti, ecc.), stabilizzare e rafforzare la loro esecuzione, prima di ottenere prestazioni migliori con esercizi specifici. Aumentando la tua preparazione fisica e la tua mobilità di base con i kettlebell, migliorerai il tuo rendimento a prescindere dallo sport praticato.

8. Non ci vuole molto tempo
Per vedere risultati bastano anche solo venti minuti. Il fatto che i kettlebell siano così efficienti in termini di tempo e così pratici rende l’allenamento comodo e alla portata di tutti.

9. Può aiutarti a correggere gli squilibri
Lavorando con pesi leggeri o medi, e muovendo molto il corpo, puoi correggere eventuali errori e squilibri muscolari creati con l’allenamento tradizionale. Se usato bene, il kettlebell può essere utile per risolvere problemi alle spalle o alla schiena.

Attenzione a…

La scarsa serietà. Se vuoi essere sicuro di farti male subito o di non ottenere nessun risultato, affidati a un istruttore di kettlebell senza una seria certificazione. Un’istruzione corretta è fondamentale. Sfortunatamente sono in tanti quelli che pensano che basti guardare un video su YouTube per essere a posto, ma i risultati sono disastrosi. Assicurati che il tuo istruttore abbia una certificazione da un’organizzazione seria.

La fretta. Non bruciare le tappe: quasi tutti gli infortuni dipendono da un’esecuzione incorretta dell’esercizio, che è causata da una formazione di base errata o mancante, o dall’incapacità di seguire le istruzioni date. A cui si aggiunge la voglia di avere tutto e subito. Lascia stare quello che fanno gli altri e metti da parte il tuo orgoglio. Se vuoi sollevare di più, devi prima imparare i movimenti corretti: prima di costruire le mura della casa, devi avere fondamenta solide. Questa progressione costante è proprio il motivo per cui il secondo stile del kettlebell ha uno dei tassi d’infortunio più bassi tra i metodi di sollevamento pesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta