10 idee per dare una svolta al tuo workout - 2

15 novembre 2017
10 idee per dare una svolta al tuo workout - 2
Cambia programma, cambia esercizi, cambia scenario e riscopri la passione per il fitness.

Stessi esercizi, stessi pesi, stesse pause. Percorsi e compagni di allenamento sempre uguali. La somma di tutti questi elementi può spegnere la tua voglia di fare, e annullare i tuoi progressi. Varia il tuo workout con questi cinque suggerimenti, che si aggiungono ai cinque che ti abbiamo presentato qualche giorno fa.

6. Attrezzi vintage

Anche se allenarsi a corpo libero ti permette di sviluppare i muscoli in maniera diversa e di aggiungere varietà al tuo workout vale la pena aggiungere qualche attrezzo, se si tratta di qualcosa di molto particolare… Come un sacco di sabbia. Pensaci. Molte delle persone in forma che vedi per la strada chi sono? Operai, manovali, carpentieri. E cosa fanno tutto il giorno? Portano sacchi sulle spalle, salgono e scendono da scale e impalcature. Il punto è che devi portare un peso morto, quindi poco maneggevole, che ti costringa a usare tutti i muscoli per trovare la giusta posizione e per cercare una presa salda. Altri metodi vintage? La corda, il sacco da box e la palla medica.

7. Una cosa per volta

Se non vedi i risultati sperati prima o poi ti stufi. La soluzione potrebbe essere questa: concentrati su un singolo obiettivo. Molti ragazzi vogliono aumentare la massa toracica e allo stesso tempo sviluppare gli addominali. Quello che non sanno è che la maggior parte di questi obiettivi si escludono a vicenda. Sarebbe meglio occuparsi “per tre mesi di aumentare la massa toracica e per i tre mesi successivi lavorare sul grasso corporeo per modellare il corpo. Questo può servire sia ad aumentare la motivazione sia a ottenere risultati. Le persone di solito rispondono bene a questa strategia, nota come periodizzazione, perché unisce un metodo scientifico all’allenamento e nel frattempo ti sgombra la mente dai pensieri.

8. Attacca i tuoi punti deboli

Ti annoi? Attacca i tuoi punti deboli. È difficile e richiede coraggio, ma può essere stimolante. “Scegliere di guardare in faccia e superare le proprie debolezze richiede una grande forza mentale,” diceva Arnold Schwarzenegger quando era ancora un bodybuilder emergente. All’epoca il nostro eroe si tagliava i pantaloni per esporre i suoi (relativamente) gracili polpacci. Voleva confrontarsi con i suoi difetti per poterli risolvere. Se ti alleni in palestra, probabilmente il tuo punto debole è la flessibilità delle gambe, poco sviluppate rispetto alla parte superiore del corpo. Oppure sei in grado di fare una mezza maratona ma non riesci a correre i cento metri in meno di 16 secondi. Abbiamo la tendenza a fare esercizi che richiedono poca resistenza da parte nostra. Se prendiamo alcuni ragazzi a caso e li mettiamo in una palestra, probabilmente faranno pesi, mentre le ragazze opteranno per una lezione di yoga: dovrebbe essere il contrario. Se suddividiamo il fitness in velocità, resistenza, forza e flessibilità, una regola d’oro è spendere la stessa quantità di tempo su ognuna di queste attività. Prima però, prenditi il tempo necessario per migliorare i punti deboli. Alcuni ragazzi sono terrorizzati dagli esercizi per le gambe perché sono molto impegnativi. Per questo motivo, la scelta migliore è quella di cominciare da sessioni di esercizi per le gambe di media intensità e poco frequenti, per poi migliorare progressivamente.

9. A piedi nudi

È una questione ancora controversa, tuttavia sembra che correre a piedi nudi o con scarpe minimaliste porti più benefici che usare scarpe imbottite. In ogni caso, è un’esperienza diversa. La natura ha creato i piedi per correre. Correre a piedi nudi ti darà immediatamente un grande senso di libertà. È rinvigorente. Prova a camminare a piedi nudi sull’erba, soprattutto alla fine delle sessioni: aiuta con i dolori ai talloni e scarica la pressione delle dita. La maggior parte delle scarpe da corsa riduce la percezione del terreno, bloccando l’attivazione dei muscoli dei polpacci che dovrebbero aiutare ad assorbire gli shock. Forse è venuto il momento di tornare a usare calzature minimali. O di correre a piedi nudi.

10. Non guardarti allo specchio

Non fare la muffa, abbandona la tua routine, tuffati in qualcosa che non hai mai provato prima, come lo yoga o il CrossFit. Il bello delle attività fisiche come queste è che ti obbligano a utilizzare approcci diversi: non sarai più soltanto un corridore, uno sprinter o un sollevatore di pesi, ma tenderai a sviluppare capacità diverse. Uscire dalla classica palestra ti aiuta a eseguire movimenti più atletici, perché ti permette di spostare l’attenzione dall’aspetto fisico alla performance. È il cambiamento più significativo degli ultimi anni nel fitness: le persone si stanno allontanando dall’estetica pura e stanno realizzando che essere in forma vuol dire prima di tutto avere prestazioni fisiche di alto livello. Passano più tempo ad allenarsi e meno tempo a guardarsi allo specchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta